Interflug
Logo
Baade-152-2.png
StatoGermania Est Germania Est
Forma societariaGesellschaft mit beschränkter Haftung
Fondazione18 settembre 1958
Chiusura30 aprile 1991
Sede principaleSchönefeld, Berlino Est
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Dipendenti7 611[1] (1989)
Compagnia aerea di bandiera
Codice IATAIF
Codice ICAOIFL
Indicativo di chiamataINTERFLUG
HubBerlino-Schönefeld
Flotta40[1] (nel 1989)
Destinazioni51[1] (nel 1989)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

L'Interflug G.m.b.H. fu la compagnia aerea di bandiera della Repubblica Democratica Tedesca.

StoriaModifica

La compagnia venne fondata nel 1958 con la denominazione di Deutsche Lufthansa der DDR; tuttavia dal momento che nella Germania Ovest esisteva già la quasi omonima Deutsche Lufthansa (poi semplicemente Lufthansa), la società orientale fu rinominata Interflug (abbreviazione di Internationaler Flug, in italiano "volo internazionale").

La compagnia aveva il suo hub presso l'aeroporto di Berlino-Schönefeld e rimase attiva fino al 30 aprile 1991: l'ultimo volo venne operato sulla tratta Berlino-Vienna-Berlino con un Tu-134A.

Col procedere della riunificazione tedesca l'Interflug venne liquidata: i 32 aeromobili in flotta in quel momento furono venduti (12 Tupolev Tu-134 furono acquistati dalla Vietnam Airlines, mentre 3 Airbus A310 passarono alla Luftwaffe come aerei presidenziali e da trasporto tattico). Il marchio ed il logo Interflug vennero a loro volta alienati, passando infine sotto il controllo della Amigo Holiday Flugreisen GmbH, una società di voli charter con sede ad Amburgo[2].

FlottaModifica

Data l'appartenenza della Repubblica Democratica Tedesca al patto di Varsavia, la compagnia per lungo tempo poté servirsi unicamente di aerei di fabbricazione sovietica; solo nei suoi ultimi anni d'attività poté dotarsi di velivoli costruiti in occidente (segnatamente Airbus e de Havilland Canada).

flotta operativa nel 1989[1]
flotta storica

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d fonte: (DE) INTERFLUG zur Wendezeit (1989), su ddr-interflug.de. URL consultato il 6 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2009).
  2. ^ (DE) Interflug - AGB, Datenschutz & Impressum, su interflug.de. URL consultato il 6 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 29 ottobre 2008).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN148323759 · GND (DE2150228-6 · WorldCat Identities (EN148323759