Apri il menu principale

Interrobang

carattere tipografico formato dall'unione di un punto esclamativo e uno interrogativo
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "?!" rimanda qui. Se stai cercando l'album di Caparezza, vedi ?! (album).
Un interrobang con il font Palatino Linotype
Segni di punteggiatura
apostrofo '
barra /
due punti :
lineetta ondulata
lineetta
parentesi ( ) [ ] { } 〈 〉 < >
punti di sospensione ...
punto e virgola ;
punto esclamativo ! ¡
punto fermo .
punto interrogativo ? ¿
punto mediano ·
spazio     
tratto d'unione
virgola ,
virgolette « » ‘ ’ “ ”
Segni tipografici
asterisco *
asterismo
barra inversa \
barra verticale | ¦
cancelletto #
chiocciola o a commerciale @
circonflesso ^
copyright ©
e commerciale (et) &
fleuron
grado °
indicatore ordinale º ª
interrobang
ironia
losanga
manicula
marchio ®
meno
nota tipografica
numero
obelisco † ‡
obelo ÷
paragrafo §
per ×
per cento/mille/punto base %
piede di mosca
più +
primo
punto elenco
tilde ~
tombstone
trattino basso _
trattino-meno -
uguale =
Simboli monetari

¤฿¢$ƒ£ ¥

Ortografia · Segno diacritico · modifica

Il segno interrobang () è un raro carattere tipografico; graficamente, rappresenta l'unione di due simboli, il punto interrogativo e il punto esclamativo, sovrapposti e con il punto in comune.

Com'è intuibile, il nome è una parola macedonia anglofona, il cui etimo è da ricercare nelle parole interrogative point ("punto interrogativo" in inglese) e bang ("punto esclamativo" nel gergo dei tipografi e programmatori anglosassoni). Nella lettura, tale punto equivale a una pausa della lunghezza di un punto fermo, cui si aggiungono le intonazioni tipiche della domanda e della sorpresa.

La codifica Unicode per questo simbolo è U+203D, mentre la sua versione capovolta (), da usare in lingue come lo spagnolo, ha codice U+2E18 [1][2]. Esistono anche le forme sempre a singolo carattere ma non sovrapposte: U+2048 (punto di domanda esclamativo) e U+2049 (punto esclamativo di domanda).

Indice

Storia e utilizzoModifica

Questo carattere fu inventato nel 1962 da Martin K. Speckter, presidente della Martin K. Speckter Associates Inc., un'azienda pubblicitaria newyorkese che sperava di attirare meglio l'attenzione della gente con un nuovo segno di punteggiatura. Dopo averne proposto l'utilizzo su una rivista, egli ricevette diversi consigli per il nome del nuovo simbolo: il preferito fu "interrobang",[3] un'unione della parola latina interrogatio (cioè domanda) e dell'inglese bang (cioè punto esclamativo).

Questo segno di interpunzione () si è presentato come alternativa alle scritture !? e ?!, che erano state utilizzate fino alla sua invenzione per ottenere lo stesso effetto: dare la stessa idea di sorpresa, stupore o incredulità; talvolta se ne usavano anche più coppie in sequenza, onde accentuare le idee che ciascuna di esse comunicava. In realtà, malgrado il fatto che sia stato inventato anche il relativo carattere Unicode (il cui codice è U+203D), l'interrobang è usato molto di rado: gli si preferiscono le scritture precedenti, che possono essere realizzate con caratteri presenti su una comune tastiera, senza richiedere l'inserimento di codici o simboli non-ASCII.

Nonostante questo, le due scritture precedenti possono talvolta dare alla frase significati ambigui che il carattere di Speckter non darebbe. Ad esempio, la frase Che cos'è il 5!? si potrebbe interpretare sia come una domanda sorpresa sul 5, sia come una semplice questione sul 5! (lett. cinque fattoriale); con l'utilizzo dell'interrobang, invece, non ci sarebbero malintesi. D'altra parte, in questo caso specifico, l'interrobang (così come le scritture alternative) non è appropriato, in quanto la domanda non è chiaramente tale da ammettere un tono di sorpresa.

Nella lingua spagnolaModifica

Nella lingua spagnola è d'uso far precedere le esclamazioni e le domande da punti esclamativi e interrogativi capovolti: due esempi sono ¡Qué día bonito! (Che bella giornata!) e ¿Qué hora es? (Che ore sono?). Prima dell'invenzione dell'interrobang si adoperava lo stratagemma di mettere il punto esclamativo capovolto all'inizio e l'interrogativo dritto alla fine della frase o viceversa (a seconda dell'enfasi da dare alla frase), come mostrato dagli esempi sottostanti:

¡Quién te has creído que eres? = ¿Quién te has creído que eres! = Chi credi di essere

La prima forma accentua l'idea di domanda, mentre la seconda quella di esclamazione.

Con l'interrobang è possibile scrivere la frase nella forma: Quién te has creído que eres‽ = Chi credi di essere‽

L'interrobang invertito può essere trovato anche sotto il nome di gnaborretni, ovvero interrobang scritto al contrario.[4]

Nella cultura di massaModifica

NoteModifica

  1. ^ Diversamente dall'interrobang, quello capovolto (inverted interrobang) è digitalmente disponibile solo dal 2008, ossia quando è stata pubblicata la versione Unicode 5.1.0.
  2. ^ UnicodeData 5.1.0 (TXT), su unicode.org. URL consultato il 6 aprile 2017.
  3. ^ Keith Houston, The Interrobang, part 1 of 2, su shadycharacters.co.uk.
  4. ^ (EN) Unicode Character INVERTED INTERROBANG (U+2E18), su fileformat.info. URL consultato il 6 aprile 2016.