Apri il menu principale
Invasione sovietica della Manciuria
parte della Guerra sovietico-giapponese e del teatro del Pacifico della seconda guerra mondiale
Manchuria Operation map.svg
Schema delle operazioni sovietiche in Manciuria
Data8 agosto - 2 settembre 1945
LuogoManciuria, Mongolia Interna e Corea
EsitoVittoria sovietica e mongola
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
Più di 1.500.000 soldati
5.000 mezzi corazzati[1]
Meno di 1.000.000 di soldati
1.155 mezzi corazzati[1]
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

L'invasione sovietica della Manciuria ebbe inizio a partire dall'8 agosto 1945, e rappresentò uno degli eventi conclusivi del teatro del Pacifico della seconda guerra mondiale: dopo la conclusione delle ostilità in Europa, l'Unione Sovietica tenne fede agli accordi pattuiti con gli Alleati occidentali e dichiarò guerra all'Impero giapponese, aprendo un nuovo fronte nella regione cinese della Manciuria.

Indice

Nome dell'operazioneModifica

Presso le fonti sovietiche l'invasione è nota come operazione strategica offensiva in Manciuria (Манчжурская стратегическая наступательная операция, Manchzhurskaya Strategicheskaya Nastupatelnaya Operaciya), mentre nelle fonti di lingua inglese si usa spesso il nome di operazione Tempesta d'agosto.

StoriaModifica

Le forze giapponesi dell'Armata del Kwantung del generale Otozō Yamada, che da tempo occupavano la Manciuria e sostenevano i governi fantoccio del Manciukuò e del Mengjiang, si ritrovarono a dover fronteggiare una massiccia concentrazione di armate sovietiche, e di contingenti alleati provenienti dalla Mongolia, agli ordini del maresciallo Aleksandr Michajlovič Vasilevskij: oltre alla superiorità numerica, le forze sovietiche godevano di una schiacciante superiorità tanto quantitativa quanto qualitativa in materia di equipaggiamenti, soprattutto per quanto riguardava l'artiglieria e le forze corazzate, riuscendo così in breve tempo a infrangere le linee di difesa dei giapponesi.

L'attacco sovietico si concretizzò in una manovra di doppio accerchiamento, lanciata da est a partire dalle rive dell'Ussuri e da ovest attraverso la regione della Mongolia Interna: i centri principali di Qiqihar e Mukden furono occupati entro il 20 agosto, mentre con una serie di sbarchi anfibi e lanci di paracadutisti i sovietici estesero la loro avanzata fino al nord della Corea. Le operazioni cessarono di fatto solo dopo la firma dell'Atto di resa giapponese il 2 settembre.

NoteModifica

  1. ^ a b Overy, p. 293.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

  Portale Seconda guerra mondiale: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di seconda guerra mondiale