Inverno e Monteleone

comune italiano
Inverno e Monteleone
comune
Inverno e Monteleone – Stemma Inverno e Monteleone – Bandiera
Inverno e Monteleone – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Pavia-Stemma.png Pavia
Amministrazione
SindacoAndrea Lazzari (lista civica) dal 26-5-2019
Territorio
Coordinate45°12′N 9°23′E / 45.2°N 9.383333°E45.2; 9.383333 (Inverno e Monteleone)Coordinate: 45°12′N 9°23′E / 45.2°N 9.383333°E45.2; 9.383333 (Inverno e Monteleone)
Altitudine74 m s.l.m.
Superficie9,64 km²
Abitanti1 452[1] (30-11-2019)
Densità150,62 ab./km²
FrazioniMonteleone, Cascine San Giuseppe, Cascine di Sotto
Comuni confinantiCorteolona e Genzone, Gerenzago, Miradolo Terme, Sant'Angelo Lodigiano (LO), Santa Cristina e Bissone, Villanterio
Altre informazioni
Cod. postale27010
Prefisso0382
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT018077
Cod. catastaleE310
TargaPV
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 628 GG[3]
Nome abitantiinvernini e monteleonesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Inverno e Monteleone
Inverno e Monteleone
Inverno e Monteleone – Mappa
Posizione del comune di Inverno e Monteleone nella provincia di Pavia
Sito istituzionale

Inverno e Monteleone (Invèrän e Muntagliòn in dialetto pavese) è un comune italiano di 1 490 abitanti della provincia di Pavia in Lombardia. Si trova nel Pavese orientale, nella pianura tra l'Olona e il Lambro meridionale. Monteleone si trova ai piedi del colle di San Colombano.

StoriaModifica

Inverno (che una tradizione erudita fa risalire - senza fondamento - a Hiberna Castra, accampamenti invernali romani[4]) nel X secolo era una dipendenza dell'antica abbazia di Santa Cristina, il vicino monastero di fondazione Longobarda, da cui passò all'epoca delle Crociate all'ordine dei Cavalieri Ospitalieri (poi Cavalieri di Malta), che fecero costruire l'attuale castello e da cui il paese dipese feudalmente nei secoli seguenti fino al 1786, anche se nel censimento del 1751 risultò essere feudo dei marchesi di Origo. Apparteneva alla Campagna Sottana di Pavia[5].

Il toponimo Monteleone è documentato come Montis Luponi nel 999, in seguito come Montis Olivonis (1374) e successivamente come Mons Oleonis (1428). Parte della Campagna Sottana pavese, era infeudato nel 1750 agli Este. Da Monte Leone dipendevano i tre piccoli comuni di Cantelma, Gatta e Ca del Rho[6].

Nel 1863 Monteleone cambiò denominazione in Monteleone sui Colli Pavesi e nel 1873 fu soppresso e aggregato a Inverno[7].

Il comune assunse l'attuale denominazione di Inverno e Monteleone solo nel 1961[8].

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[9]

AmministrazioneModifica

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2019.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Tale ipotesi erudita sarebbe confermata dalla pianta, tuttora esistente, tipica dell'accampamento romano con al centro un incrocio a 4 vie perpendicolari dirette secondo gli allineamenti dei punti cardinali, posizione in cui si trovava la tenda del comandante
  5. ^ Comune di Inverno, sec. XIV - 1757 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato l'11 marzo 2019.
  6. ^ Comune di Monte Leone, sec. XIV - 1757 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato l'11 marzo 2019.
  7. ^ Comuni d'Italia - Storia del Comune 018847 Monteleone sui Colli Pavesi (Codice Catastale F539), su www.elesh.it. URL consultato l'11 marzo 2019.
  8. ^ Comuni d'Italia - Storia del Comune 018077 Inverno e Monteleone (Codice Catastale E310), su www.elesh.it. URL consultato l'11 marzo 2019.
  9. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia