Apri il menu principale

Io e il mio destino

film del 1916 diretto da Christy Cabanne
Io e il mio destino
Flirting with Fate.jpg
Titolo originaleFlirting with Fate
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1916
Durata50 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33 : 1
film muto
Genereavventura, commedia
RegiaChristy Cabanne
SoggettoRobert M. Baker
SceneggiaturaChristy Cabanne (non accreditato)
ProduttoreD.W. Griffith (supervisore)
Casa di produzioneFine Arts Film Company
FotografiaWilliam Fildew (come William E. Fildew)
Interpreti e personaggi

Io e il mio destino[1] (Flirting with Fate) è un film muto del 1916 diretto da Christy Cabanne, conosciuto anche con il titolo The Assassin[2].

TramaModifica

Artista squattrinato, Augy si innamora di Gladys, una ragazza dell'alta società. Anche se la zia di lei lo respinge come pretendente, lui vuol fare comunque la sua proposta di matrimonio e si mette a fare le prove proponendosi a una donna che finge di essere la ragazza che lui ama. Gladys, che li vede, crede che lui voglia sposare quella ragazza e, sconsolata, decide di sposare qualcun altro. Quando lo viene a sapere, Augy si deprime e pensa al suicidio. Ma non ci riesce. Allora, ingaggia Automatic Joe al quale dà cinquanta dollari chiedendogli di ucciderlo. Nel frattempo, però, la situazione finanziaria di Augy migliora e Gladys, venuta a sapere la verità sulle vere intenzioni del giovanotto, accetta di sposarlo. Augy, a questo punto, deve ritrovare il killer per evitare di farsi uccidere. Quando finalmente lo trova, scopre che Joe, che la religione ha cambiato in un credente praticante, lo sta sì cercando, ma non per ucciderlo, bensì per restituirgli i cinquanta dollari.

ProduzioneModifica

Il film fu prodotto dalla Fine Arts Film Company.

DistribuzioneModifica

Distribuito dalla Triangle Distributing, il film uscì nelle sale cinematografiche statunitensi il 9 luglio 1916 dopo essere stato presentato in prima il 25 giugno 1916[3].

Copie della pellicola sono conservate in collezioni private e negli archivi del Cohen Media Group (Raymond Rohauer collection), quelli della Film Preservation Associates e quelli della EmGee Film Library[3].

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • (EN) The American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press, 1988 ISBN 0-520-06301-5

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema