Io sono Malala

l'autobiografia di Malala Yousafzai

Io sono Malala è l'autobiografia di Malala Yousafzai, vincitrice del Premio Nobel per la Pace nel 2014. L'opera è stata scritta insieme alla corrispondente Christina Lamb, pubblicata in Italia da Garzanti nel 2013.[1]

Io sono Malala
AutoreMalala Yousafzai e Christina Lamb
1ª ed. originale2013
1ª ed. italiana2013
Generebiografia
Lingua originaleinglese
ProtagonistiMalala

TramaModifica

Malala è una attivista pakistana di quindici anni che ama andare a scuola per imparare a studiare, ma per i talebani questo suo desiderio deve essere punito con la morte. Per questo il 9 ottobre 2012 un uomo sale sull'autobus che la stava riportando a casa e la mitraglia lasciandola in fin di vita, ma fortunatamente sopravvive e da quel momento diventa il simbolo universale della lotta per il diritto alla cultura e al sapere e per i diritti delle donne, fino ad arrivare all'assemblea generale delle Nazioni Unite e all'ONU e a ottenere un Premio Nobel.

EdizioniModifica

NoteModifica

  1. ^ Attivista Malala, su cosmo.ru.
  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura