Giannina

(Reindirizzamento da Ioannina)
Giannina
comune
Ἰωάννινα
Giannina – Stemma
Giannina – Veduta
Localizzazione
Stato Grecia Grecia
Periferia Epiro
Unità periferica Giannina
Amministrazione
Sindaco Filippos Filios
Territorio
Coordinate 39°39′53″N 20°51′07″E / 39.664722°N 20.851944°E39.664722; 20.851944 (Giannina)Coordinate: 39°39′53″N 20°51′07″E / 39.664722°N 20.851944°E39.664722; 20.851944 (Giannina)
Altitudine 470 m s.l.m.
Superficie 403 km²
Abitanti 103 101 (2001)
Densità 255,83 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 45xxx
Prefisso 26510
Fuso orario UTC+2
Targa INx
Nome abitanti Ioànnites
Cartografia
Mappa di localizzazione: Grecia
Giannina
Giannina
Giannina – Mappa
Sito istituzionale

Giànnina[1][2][3] (in greco Ἰωάννινα, Ioànnina, in albanese Janina, in turco Yanya) è un comune della Grecia situato nella periferia dell'Epiro (unità periferica di Giannina) con 103.101 abitanti secondo i dati del censimento 2001[4].

A seguito della riforma amministrativa detta programma Callicrate in vigore dal gennaio 2011[5] che ha abolito le prefetture e accorpato numerosi comuni, la superficie del comune è ora di 403 km² e la popolazione è passata da 70.203[6] a 103.101 abitanti.

La città conserva ancora alcune strutture artistiche e architettoniche risalenti al periodo della dominazione ottomana (una moschea, i resti di una scuola coranica, un bazar), mentre su una piccola isola del lago sorgono alcuni monasteri ortodossi.

Indice

Geografia fisicaModifica

La città sorge sulle rive del lago Pamvotida (greco: Παμβώτιδα) e la dista 460 km da Atene e 290 km da Salonicco.

QuartieriModifica

  • Exochi
  • Marmara
    • Ammos
    • Kardamitsia
    • Kato Marmara
    • Olympiada
  • Neochoropoulo
    • Kato Neochoropoulo
  • Stavraki
    • Penteli
    • Tsiflikopoulo
    • Velissarios

StoriaModifica

Nel 1430, la città di Giànnina si arrese pacificamente all'Impero Ottomano. L'ammiraglio Sinan Pascià garantì ai popoli locali diritti e benefici e la protezione delle proprietà della chiesa con un documento scritto. Nel 1611 il metropolita di Larissa-Trikis, Dionisos il Filosofo (“Skilosofos”), capeggiò un ampio movimento per la liberazione dalla sovranità ottomana[7]. La rivolta fu schiacciata dal comandante di Ioannina, Aslan Pasha, che era di origine greca. La conclusione di questa rivolta è stata l'abolizione dei privilegi della città. La chiesa di San Giovanni Battista è stata distrutta e trasformata in una moschea chiamata moschea di Aslan Pascià. Questa moschea è stata costruita nel 1618 (Moschea Asllani, oggi il museo nel castello), è stata dedicata all'Aslan Pasha, che ha sconfitto la rivolta di Dionisos. Trascorso questo tempo, l'Impero ottomano ha stabilito le famiglie turche e gli ebrei della città. Mentre la gente espropriati della città, inaugurato per la prima volta, nuovi insediamenti al di fuori del castello. Inoltre, la moschea Fethiye e la moschea di Aslan Pascià (che ora è un museo etnografico) si trovano in questo paese. Mentre il minareto moschea è crollata Veli Pasha. L'Impero Ottomano perse Giannina quando l'esercito greco occupò la città il 6 marzo 1913 durante la prima guerra balcanica, e in seguito il Trattato di Londra ne sancì il definitivo passaggio alla Grecia. L'occupazione è stata seguita da massacri, sfollamenti di massa e l'assimilazione forzata degli albanesi rimasti a Giannina. Giànnina, è riconosciuta come la città più importante della Grecia del nord-ovest.

AttrazioniModifica

Persone legate a GianninaModifica

Infrastrutture e trasportiModifica

AeroportiModifica

L'Aeroporto Re Pyrros di Giannina è un'infrastruttura di grande importanza, con 2 voli giornalieri per Atene. Sul campo volo di Dudular il 10 gennaio 1917 arriva la 47ª Squadriglia e dal 1º giugno la 1ª Sezione della 83ª Squadriglia del Corpo di spedizione italiano in Macedonia.

AutostradeModifica

L'autostrada A2 (conosciuta anche come Egnatia Odos percorso moderno dell'antica Via Egnatia) collega la città con Igoumenitsa e Salonicco e fa parte delle strade europee E90 e E92.

SportModifica

  • Il 19 maggio 1996 la 3ª tappa del Giro d'Italia 1996 si è conclusa a Giannina con la vittoria di Giovanni Lombardi.
  • La principale squadra di calcio della città è il Panipeirotikos Athlitikos Syllogos Giànnina o più semplicemente PAS Giannina fondato nel 1966.
  • La seconda squadra per importanza è l'AE Giannena fondata nel 1994, che milita nella Gamma Ethiniki, l'equivalente della serie C italiana.

GastronomiaModifica

Giannina è famosissima per la produzione del tradizionale formaggio greco, la Feta.

NoteModifica

  1. ^ Cfr. "Giannina" nell'enciclopedia Treccani.
  2. ^ Cfr. "Giannina" nell'enciclopedia Sapere.
  3. ^ Atlas. L'atlante geografico de Agostini, Istituto geografico de Agostini, Novara 1993, p. 113.
  4. ^ Popolazione comuni greci, statoids.com. URL consultato il 9 marzo 2011.
  5. ^ programma Callicrate (PDF), kedke.gr. URL consultato il 2 marzo 2011.
  6. ^ Censimento 2001 (XLS), ypes.gr. URL consultato il 2 marzo 2011.
  7. ^ http://www.thesprotia.gr/newsdesk_info.php?newsPath=33_41&newsdesk_id=87&language=It

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

InformazioniModifica

SportModifica

Controllo di autorità VIAF: (EN147754409 · GND: (DE4197925-4 · BNF: (FRcb12251843j (data)
  Portale Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Grecia