Apri il menu principale

Irio De Paula

chitarrista, musicista e compositore brasiliano
Irio De Paula
Irio De Paula - ritratto polaroid sx 70 di Augusto De Luca.jpg
Irio De Paula
NazionalitàBrasile Brasile
GenereSamba
Bossa nova
Música popular brasileira
Periodo di attività musicale1966 – 2017
StrumentoChitarra
Album pubblicati61
Studio52
Live9

Irio De Paula, nome completo Irio Nepomuceno De Paula (Rio de Janeiro, 10 maggio 1939Roma, 23 maggio 2017[1]), è stato un chitarrista, musicista e compositore brasiliano, specializzato nei generi brasiliani e sudamericani come bossa nova e samba. Nel mondo era riconosciuto come uno dei più qualificati musicisti del genere[2].

BiografiaModifica

Nato a Rio de Janeiro il 10 maggio del 1939, imparò a suonare la chitarra da solo[3]. Già da piccolo si esibiva sul palco suonando ukulele e cavaquinho, poi si unì al gruppo Os Pinguins de Bangù, un quintetto formato dai cinque fratelli De Paula, e a metà degli anni quaranta fu ospite con la sua chitarra di trasmissioni radiofoniche e partecipò anche a spettacoli pubblici, suscitando l’apprezzamento di altri chitarristi più quotati e famosi. Qualche anno dopo il batterista Milton Nascimento gli assicurò un contratto di due mesi in un locale di Copacabana; nonostante la brevità, l’esperienza gli fornì l’opportunità di venire a contatto con molti musicisti che frequentavano la zona, gli diede il modo di incontrare anche Stan Getz, a quel tempo frequentatore dell’ambiente musicale carioca. Ma la soffocante atmosfera della dittatura militare lo indusse a lasciare il Paese di origine e a trasferirsi in Europa come altri musicisti brasiliani esuli[4].

 
De Paula (dx) e Mario Fasciano (1986)

A metà degli anni settanta approdò in Italia al seguito della cantante Elza Soares, insieme al percussionista Mandrake e al batterista Afonso Vieira, facendo presto conoscere il proprio straordinario talento che lo portò, come sessionman, a collaborare in numerose incisioni discografiche. Significativa la sua partecipazione a Per un pugno di samba, album realizzato a Roma da Chico Buarque de Hollanda con gli arrangiamenti di Ennio Morricone. Con Vieira, Mandrake e Giorgio Rosciglione al contrabbasso, Irio De Paula incise Balanço, primo lavoro del chitarrista in Italia[4]. De Paula acquisì una vasta notorietà presso il pubblico italiano quando la sua canzone Criança venne inserita nella colonna sonora de L'ultima neve di primavera (1973) e fu pubblicata sulla facciata B del 45 giri del tema principale del film, che raggiunse il primo posto nella hit parade.

Aveva pubblicato più di cinquanta album, da solo o in varie formazioni, spaziando dalla musica brasiliana agli standard della musica statunitense. Aveva accompagnato alla chitarra i più popolari artisti della musica latinoamericana quali Sérgio Mendes, Elza Soares, Baden Powell, Eumir Deodato, Astrud Gilberto e aveva inoltre partecipato come ospite, sia dal vivo che in studio, a incisioni di prestigiosi jazzisti quali Gato Barbieri, Chet Baker, Tal Farlow, Archie Shepp[3]. In Italia si è esibito in diversi concerti a fianco di jazzisti come Hugo Heredia e Dodo Goya.

Discografia parzialeModifica

  • 1966 - Brasil 40º (come Grupo Brasil 40 Graos)
  • 1967 - America do sul (come Juares Santana Group)
  • 1970 - Per un pugno di samba (Chico Buarque De Hollanda con Ennio Morricone e Irio De Paula)
  • 1972 - Balanço (come Irio De Paula Quarteto)
  • 1973 - Amico flauto (G.Marinacci, A.Trovajoli, Irio De Paula)
  • 1974 - Maracana' (Irio De Paula Trio)
  • 1974 - Jac's Antology (Sal Nistico, Steve Grossman, Irio De Paula Group)
  • 1975 - Jazz a confronto (Dannie Richmond, Don Pullen, Irio De Paula Group)
  • 1976 - Casinha branca (Irio De Paula Trio con l'orchestra di C. Santucci)
  • 1976 - Trio (De Paula-Urso-Vieira)
  • 1976 - Manaus (De Paula-Urso-Vieira)
  • 1982 - Brasil Jerimum (T. da Costa, Irio De Paula)
  • 1982 - Saudade do Brasil (Irio De Paula)
  • 1983 - Samba no violão (Irio De Paula solo)
  • 1984 - Triangoli (De Paula-Urso-Mazzei)
  • 1986 - Amicale (Irio De Paula Quartet & Fasciano)
  • 1987 - Nossa Amizade (Irio De Paula & Cidinho Teixeira)
  • 1988 - Onirikos (Samambaja Group & Irio De Paula)
  • 1988 - Il Brasile di De Moraes, B. Powell, Jobim, Lobo.. (Irio De Paula solo)
  • 1988 - Doce violão (Irio De Paula solo)
  • 1989 - Mc Collection (Irio De Paula solo)
  • 1990 - At the Green Leaves (Irio De Paula Quartet)
  • 1993 - Branco e preto (Irio De Paula Quartet)
  • 1995 - Sozinho (Irio De Paula solo)
  • 1995 - Delicatessen (Irio De Paula & Renato Sellani)
  • 1996 - Jazz-samba ao vivo - (Irio De Paula solo) (dal vivo al Teatro Rossini di Pesaro)
  • 1997 - Valeu! - (Irio De Paula chit. acustica, elettrica, basso, percussioni, voce)
  • 1997 - Viagem (Irio De Paula solo)
  • 1998 - Retrato do Rio (dal vivo a Rio De Janeiro)
  • 1998 - Dança do cafè (dal vivo)
  • 1999 - Live at the Brass Group Jazz Club (dal vivo ad Acireale)
  • 1999 - Live Collection Vol.1 (Irio De Paula-R. Brecker-M. Maineri)
  • 1999 - Sem batera (Irio De Paula-Vannucchi-Rosciglione)
  • 1999 - Live al Festival Jazz di Chioggia '96 (Irio De Paula quartetto) a Chioggia
  • 2000 - West Orange (Irio De Paula & N.Y. Friends) (reg. a New York)
  • 2000 - Sarava' Jobim (registrato a New York con orchestra d'archi)
  • 2000 - Ainda Sozinho (Irio De Paula solo)
  • 2001 - Encontro (Irio De Paula & Phil Woods al clarinetto)
  • 2001 - Sossego (Irio De Paula & R. Sellani)
  • 2002 - Ubijazz 2001 - Live at Jazz Café
  • 2002 - Duas contas (Irio De Paula & Lee Konitz)
  • 2002 - Jazz in The House (Irio De Paula-J. Cobb-M. Faraò-P. Benedettini) (dal vivo a Pisa)
  • 2002 - Con alma - (Irio De Paula & Franco D'Andrea) (dal vivo al Teatro L. Rossi)
  • 2003 - Sem batera 2002 - (Irio De Paula-M. Faraò-A. Zunino)
  • 2003 - Amigo Baden - (Irio De Paula solo)
  • 2003 - Just Friends - (Irio De Paula, R. Sellani Trio, G.Basso)
  • 2003 - Duetando - (Irio De Paula & "amigos")
  • 2003 - Once I Loved - (Irio De Paula & F.Bosso)
  • 2004 - Recado - (Irio De Paula & G. Basso)
  • 2004 - Lembrando Wes Montgomery (Irio De Paula Chit.elettrica, organo, batteria, vibrafono)
  • 2004 - Bate Papo - Dois violões (Irio De Paula & Roberto De Paula)
  • 2004 - Four for Jazz - (Irio De Paula-F. Bosso-M. Moriconi-T. Manzi)
  • 2005 - Sozinho ao vivo (dal vivo ai teatri L. Rossi e Cicconi)
  • 2006 - Blues for New Orleans (Irio De Paula & Phil Woods)
  • 2006 - O amor em paz - (Irio De Paula & Gianni Basso)
  • 2007 - Choros cariocas (cavaquinho e- pandeiro)
  • 2007 - Viajando (Irio De Paula chit.acustica - 11 brani originali)
  • 2007 - Trio SambaJazz (Irio De Paula chit. Elettrica + basso el + batteria)
  • 2007 - Retrato do Rio (Irio De Paula & Brazilian friends)

NoteModifica

  1. ^ Paolo Ansali, Scomparso il grande chitarrista brasiliano Irio De Paula[collegamento interrotto], musicalnews.com. URL consultato il 23 maggio 2017.
  2. ^ Irio De Paula, Jazzitalia. URL consultato il 14 giugno 2014.
  3. ^ a b Brunello Vescovi, Irio De Paula, l’autodidatta ricco di genio, lastampa.it. URL consultato il 14 giugno 2014.
  4. ^ a b Pino De Biasi, dal booklet del CD Jazz-Samba Ao Vivo

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN37127644 · ISNI (EN0000 0000 4633 8091 · LCCN (ENno96024645 · GND (DE1110969880 · BNF (FRcb142144052 (data) · WorldCat Identities (ENno96-024645