Apri il menu principale

Isabella Fabbrica

contralto italiano
Isabella Fabbrica

Isabella Fabbrica (Milano, 1802 circa – Torino, 1860 circa) è stata un contralto italiano.

Studiò al conservatorio di Milano. Appena terminati gli studi debuttò al Teatro alla Scala nella première di Adele ed Emerico di Saverio Mercadante. L'opera ebbe un ottimo successo e questo favorì la carriera della Fabbrica, che nello stesso anno fu protagonista di altre première di Gaetano Donizetti (Chiara e Serafina) e Mercadante (Amleto).

Dopo alcuni anni in cui si esibì in prevalenza a Milano e Torino, sposò (dopo avere rinunciato a una possibile unione con Mercadante[1]) il tenore Giovanni Battista Montresor (figlio del contralto Adelaide Malanotte) e nel 1830 debuttò a Roma.

Divenuta molto famosa e apprezzata per le doti di attrice e la potenza della voce[2], trascorse alcuni anni in Portogallo, dove ottenne un successo straordinario:[1]

«Se fu l'amore di tutti i Teatri che calcò, fu l'idolo di Lisbona, ove non cessavasi di applaudire e di gustare gli eletti suoi modi e il puro suo stile, e dove venne dalla defunta Regina Maria da Gloria nominata cantante di camera.»

(Regli)

Fu in seguito anche a Madrid e a San Pietroburgo, fino al 1850 quando cessò l'attività.

Ruoli creatiModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica