Isabella di Borgogna

Isabella di Borgogna
Pecet Isabela Burgundska.jpg
Sigillo di Isabella di Borgogna
Regina consorte di Germania
(formalmente Regina dei Romani)
Arms of Rudolph I of Germany.svg Arms of Eudes de Bourgogne.svg
In carica 6 febbraio 1284 –
15 luglio 1291
Predecessore Gertrude di Hohenberg
Successore Imagina di Isenburg-Limburg
Altri titoli Contessa d'Asburgo
Signora di Vieux-Château
Signora di Neaufles
Nascita 1270 circa
Morte Chambly (?), agosto 1323
Luogo di sepoltura Parigi
Padre Ugo IV di Borgogna
Madre Beatrice di Navarra
Consorti Rodolfo I d'Asburgo
Pierre IX de Chambly
Religione Cattolicesimo

Isabella di Borgogna (1270 – agosto 1323) è stata Regina di Germania dal 6 febbraio 1284 al 15 luglio 1291, come consorte di Rodolfo I d'Asburgo.

BiografiaModifica

Isabella (Elisabetta) di Borgogna, signora di Vieux-Château, fu la seconda ed ultima regina consorte di Rodolfo I di Germania.[1]

Era la seconda figlia di Ugo IV, duca di Borgogna e della sua seconda moglie Beatrice di Navarra.

Isabella fu promessa in sposa nel 1272 a Carlo di Fiandra. Quest'ultimo, nato nel 1266, era figlio di Roberto III delle Fiandre e della sua prima moglie Bianca di Napoli. Carlo però morì nel 1277.

Il 6 febbraio 1284 Isabella divenne la seconda moglie di Rodolfo I di Germania. La sposa aveva quattordici anni e lo sposo quasi sessantasei. Il loro matrimonio rimase senza figli. Rodolfo morì il 15 luglio 1291. Gli succedettero come duca d'Austria i suoi figli Alberto I e Rodolfo II.

Ritornò alla Corte di Borgogna e ricevette il titolo di signora di Vieux-Château il 20 novembre 1294.

In seguito Isabella si risposò con Pierre IX de Chambly, signore of Neaufles, che morì nel 1319 circa.

DiscendenzaModifica

Isabella e Pierre avevano almeno una figlia, attraverso la quale ebbe discendenti viventi.

NoteModifica

  1. ^ (FR) Philippe Le Bel et la Noblesse Franc-Comtoise, Frantz Funck-Brentano, Bibliothèque de l’École des chartes, Vol. 49 (1888), 9.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN316448190 · BNF (FRcb162960688 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-316448190