Isabella di Valois (1389-1409)

Isabella di Valois
Isabela richard2.jpg
Isabella di Valois con il primo marito Riccardo II d'Inghilterra
Regina consorte d'Inghilterra
Stemma
In carica 1396 - 1399
Predecessore Anna di Boemia (1ª moglie di Riccardo II)
Successore Giovanna di Navarra
Altri titoli Duchessa d'Orléans
Nascita Parigi, 9 novembre 1389
Morte Blois, 13 settembre 1409
Dinastia Valois
Padre Carlo VI di Francia
Madre Isabella di Baviera
Consorte di Riccardo II d'Inghilterra
Carlo d'Orleans a Compiegne
Figli Da Carlo: Giovanna
Religione Cattolicesimo

Isabella di Valois (Parigi, 9 novembre 1389Blois, 13 settembre 1409) è stata una principessa francese e regina d'Inghilterra.

BiografiaModifica

Era figlia del re Carlo VI di Francia e di Isabella di Baviera. Nelle sue vene scorreva quindi il sangue delle dinastie Valois e Wittelsbach. Isabella visse durante la Guerra dei Cent'anni, periodo fitto di tensioni politiche e belliche fra Francia e Inghilterra.

Il 31 ottobre 1396, all'età di soli sei anni, venne data in sposa al re Riccardo II d'Inghilterra, vedovo in seguito alla morte di Anna di Boemia, sua prima moglie, morta nel 1394 senza eredi[1]. Nonostante il matrimonio fosse solo una mossa politica, effettuata nella speranza di una pace con la Francia, il re e la sua giovanissima moglie avevano un rapporto di mutuo rispetto. Quando Riccardo andò in Irlanda per una campagna militare, Isabella fu ospitata al castello di Porchester per assicurarle maggiore protezione. Di ritorno in Inghilterra il re fu imprigionato e assassinato e il nuovo sovrano, Enrico IV, le impose di sposare il figlio, il futuro Enrico V. Isabella, vedova a soli dieci anni e addolorata per la morte del marito, impose il proprio volere e rifiutò decisamente il matrimonio, ottenendo il ritorno in patria.

Il 29 giugno 1406, a sedici anni, venne data in moglie a suo cugino undicenne Carlo d'Orleans a Compiègne[2]. Gli diede una figlia, Giovanna, morendo nel puerperio a soli diciannove anni. Il suo corpo fu inumato a Blois, nella cattedrale di St. Laumier. Nel 1624 le spoglie, curiosamente avvolte in bende di lino coperte di mercurio, furono dissotterrate e traslate a Parigi.

DiscendenzaModifica

Diede al secondo marito una figlia sola[3]:

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Giovanni II di Francia Filippo VI di Francia  
 
Jeanne di Borgogna  
Carlo V di Francia  
Bona di Lussemburgo Giovanni I di Boemia  
 
Eliška di Boemia  
Carlo VI di Francia  
Pietro I di Borbone Luigi I di Borbone  
 
Marie d'Avesnes  
Jeanne di Borbone  
Isabelle di Valois Carlo di Valois  
 
Mahaut di Châtillon  
Isabella di Valois  
Stefano II di Baviera Ludovico il Bavaro  
 
Beatrice di Slesia-Glogau  
Stefano III di Baviera-Ingolstadt  
Isabella d'Aragona Federico III di Sicilia  
 
Eleonora d'Angiò  
Isabella di Baviera  
Bernabò Visconti Stefano Visconti  
 
Valentina Doria  
Taddea Visconti  
Regina della Scala Mastino II della Scala  
 
Taddea da Carrara  
 

OnorificenzeModifica

  Dama dell'Ordine della Giarrettiera

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN316748310 · ISNI (EN0000 0004 5099 3434 · GND (DE1096341255 · BNF (FRcb13514280n (data) · CERL cnp02159631 · WorldCat Identities (ENviaf-316748310