Isarci

antico popolo

Gli Isarci erano un antico popolo alpino stanziato nella Val d'Isarco.[1] Essi vennero sottomessi a Roma nel contesto delle campagne di conquista di Augusto della Rezia e dell'arco alpino, condotte dai suoi generali Druso maggiore e Tiberio, futuro imperatore, contro i popoli alpini tra il 16 e il 15 a.C.

L'Italia centro-settentrionale secondo l'Historical Atlas con gli Isarci all'estremità nord-orientale della Venetia

Il nome degli Isarci è ricordato in quinta posizione nel Trofeo delle Alpi ("Tropaeum Alpium"), monumento romano eretto nel 7-6 a.C. per celebrare la sottomissione delle popolazioni alpine e situato presso la città francese di La Turbie:

(LA)

«GENTES ALPINAE DEVICTAE TRVMPILINI · CAMVNNI · VENOSTES · VENNONETES · ISARCI [...].»

(IT)

«Popoli alpini sottomessi: Triumpilini, Camunni, Venosti · Vennoneti · Isarci [...].»

(Trofeo delle Alpi, Iscrizione frontale)

NoteModifica

BibliografiaModifica

Fonti primarieModifica

Voci correlateModifica