Iselin Solheim

cantautrice norvegese
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima lottatrice norvegese, vedi Iselin Solheim (lottatrice).
Iselin Solheim
NazionalitàNorvegia Norvegia
GenerePop
Folk
Dance pop
Musica elettronica
Elettropop
Periodo di attività musicale2010 – in attività
EtichettaBisi Music
Sito ufficiale

Iselin Løken Solheim, nota semplicemente come Iselin Solheim (Naustdal, 20 giugno 1990) è una cantautrice norvegese.

Ha raggiunto la fama nel 2015, in seguito a diversi anni di gavetta e studi della musica, collaborando come voce (non accreditata) al singolo in tutte le classifiche mondiali del 2016 Faded del disc jockey Alan Walker, con il quale ha realizzato anche il brano Sing Me to Sleep.[1][2]

BiografiaModifica

Iselin Løken Solheim nasce il 20 giugno 1990 nella città norvegese di Naustdal (nella contea di Vestland) e inizia a cantare già da piccola[3][4].

Attualmente vive nella capitale della Norvegia, a Oslo[5].

La sua carriera da cantautrice comincia nel 2009, in seguito alla sua permanenza nella scuola Skiringssal Folkehøgskule, dove ha scritto i testi di tantissimi brani e si è caricata dello studio musicale[6]. Nel 2010 si è trasferita nel The Institute for Performing Arts di Liverpool, una specie di università delle arti, nella quale approfondisce il diventare popolare delle canzoni e la tecnologia della produzione dei suoni[7][8].

Ritornata dal Regno Unito e trasferitasi a Oslo, nel 2010 debutta ufficialmente nell'industria musicale dando vita al suo primo brano da solista, Coloured Sky, pubblicato attraverso il suo account sul sito di streaming SoundCloud[9][10]. Il suo singolo di debutto totalmente in inglese What's Happening esce due anni dopo, sotto l'etichetta discografica Bisi Music[11][12][13]. Si afferma nelle scene della Scandinavia poi nel 2013 con The Wizard of Us, che gode di una serie di rappresentativi premi tra cui il "Song of the Week" dalla stazione radio nazionale Radio Norge[14][15][16]. Oracle e Giants sono i singoli che seguono i primi successi della cantante, che però non riescono in fattori di airplay e di vendite a soddisfare i fan di Iselin[17][18].

Nel 2015 collabora con il disc jockey locale Alan Walker, registrando la traccia vocale del singolo Faded, che si rivela una hit mondiale e raggiunge la vetta di tutte le classifiche[19][20][21]. I due si esibiscono in giro per l'Europa nei mesi successivi in un tour fino a permettere a Iselin Solheim di dominare il palco dell'Arena di Verona il 7 giugno 2016, in occasione della decima edizione degli italiani Wind Music Awards[22][23]. I due incidono nuovamente insieme il singolo Sing Me to Sleep, che Walker definisce un "follow-up" di Faded per il quale ha perciò richiesto lo stesso produttore e la stessa vocalist[24][25][26]. Con il singolo Listen, nella versione Radio Remix del deejay Made In Sane, è invece ritornata il 29 gennaio 2016 nel mercato della musica da solista[27].

DiscografiaModifica

SingoliModifica

Come artista principaleModifica

Come collaborazioneModifica

Crediti di produzioneModifica

NoteModifica

  1. ^ Alan Walker Feauturing Iselin Solheim - Compare My Radio, su comparemyradio.com. URL consultato l'8 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 7 settembre 2017).
  2. ^ Alan Walker (Ft. Iselin Solheim) – Faded, su Genius. URL consultato l'8 giugno 2016.
  3. ^ Iselin Solheim - Bio, Facts, Family | Famous Birthdays, su Famous Birthdays. URL consultato l'8 giugno 2016.
  4. ^ Free Iselin Solheim biography and latest music, latest album, top tracks | SONG365 [collegamento interrotto], su www.song365mp3.com. URL consultato l'8 giugno 2016.
  5. ^ Iselin Solheim, Oslo, telefonnummer, adresse, kontaktinformasjon - Gule Sider, su www.gulesider.no. URL consultato l'8 giugno 2016.
  6. ^ TV 2 AS, Iselin (25) ville gi opp drømmen - nå har hun blitt streamet 340 millioner ganger, su TV 2. URL consultato l'8 giugno 2016.
  7. ^ Iselin Solheim, su Song Contest. URL consultato l'8 giugno 2016.
  8. ^ Norway Audition Dates (The Institute for Performing Arts), su www.lipa.ac.uk. URL consultato l'8 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 1º luglio 2016).
  9. ^ Coloured Sky, su SoundCloud. URL consultato l'8 giugno 2016.
  10. ^ Iselin Solheim, su urort.p3.no. URL consultato l'8 giugno 2016.
  11. ^ What's Happening - Iselin Solheim | Musixmatch, su musiXmatch. URL consultato l'8 giugno 2016.
  12. ^ What's Happening - Iselin Solheim — Listen and discover music at Last.fm, su www.last.fm. URL consultato l'8 giugno 2016.
  13. ^ Scandipop.co.uk, su Scandipop.co.uk. URL consultato l'8 giugno 2016.
  14. ^ The Wizard of Us - Iselin Solheim | Musixmatch, su musiXmatch. URL consultato l'8 giugno 2016.
  15. ^ The Wizard Of Us by Iselin Solheim, su www.shazam.com. URL consultato l'8 giugno 2016.
  16. ^ The Wizard Of Us, su Rhapsody, 8 marzo 2013. URL consultato l'8 giugno 2016.
  17. ^ Oracle by Iselin Solheim, su www.shazam.com. URL consultato l'8 giugno 2016.
  18. ^ Oracle, su Rhapsody, 4 ottobre 2013. URL consultato l'8 giugno 2016.
  19. ^ Faded, su www.mbutozone.it. URL consultato l'8 giugno 2016.
  20. ^ 1001Tracklists, Alan Walker feat. Iselin Solheim - Faded [NCS] Tracklists / Playlists · 1001 Tracklists, su www.1001tracklists.com. URL consultato l'8 giugno 2016.
  21. ^ Rockol.com s.r.l., √ Alan Walker, chi è il norvegese senza volto che fa ballare l’Europa – INTERVISTA, su Rockol. URL consultato l'8 giugno 2016.
  22. ^ ALAN WALKER / Il dj di “Faded” sul palco dell’Arena di Verona. Il saluto a Rtl 102.5, Foto (Wind Music Awards 2016, prima puntata 7 giugno), su Il Sussidiario.net. URL consultato l'8 giugno 2016.
  23. ^ Barbara Ribaudo, Due ospiti internazionali ai Wind Music Awards 2016: Alan Walker con Faded e Dua Lipa con Be The One (video), su Optimagazine - webzine di Optima Italia, 7 giugno 2016. URL consultato l'8 giugno 2016.
  24. ^ Alan Walker, dopo il successo di Faded ecco Sing me To Sleep, su Notizie Musica, 7 giugno 2016. URL consultato l'8 giugno 2016.
  25. ^ Sing Me to Sleep - Alan Walker & Iselin Solheim | Musixmatch, su musiXmatch. URL consultato l'8 giugno 2016.
  26. ^ Alan Walker tar av i USA, su VG. URL consultato l'8 giugno 2016.
  27. ^ Hilde Wahl, Iselin Solheim - Listen (Made In Sane Remix), 23 febbraio 2016. URL consultato il 18 giugno 2016.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica