Istituzionalismo

L'istituzionalismo è una dottrina giuridica che nel concetto di istituzione trova la chiave di spiegazione della vita associata, identificando il diritto con l'istituzione che crea le norme: ubi societas ibi ius. Tra i principali esponenti: Maurice Hauriou (La Theorie de l'institution) che considera l'istituzione l'organizzazione che ha realizzato in sé la situazione di diritto più alta e in Italia Santi Romano (L'Ordinamento giuridico) il principale fautore della teoria istituzionista del diritto.

Diritto pubblicoModifica

Nella filosofia del diritto occidentale del XX secolo, si individuano tre teorie dell'"istituzionalità nel giuridico" (Lorini):[1][2]

  • istitutismo:[3] teoria del diritto quale insieme di istituti giuridici; gli istituti sono concepiti in Goretti "come una sorta di azioni coordinate, costituenti un equilibrio tipico e costante di finalità che si fissano in un complesso di mezzi" e in Ray "come costruzioni giuridiche"[2][4][5]
  • istituzionalismo: teoria del diritto quale istituzione[1][4] (Santi Romano, Maurice Hauriou).
  • neo-istituzionalismo: il diritto è rappresentato da fatti istituzionali (Neil McCormick, Ota Weinberger).[2][6][7]

La teoria istituzionalista si contrappone, nel dibattito giusfilosofico, a quella normativista. Essa sostiene che la caratteristica imprescindibile del diritto sia la sua effettività e che questo coincida con un'organizzazione funzionante e concreta, definita da Santi Romano come corpo sociale. Il diritto sarebbe così una sorta di macchina funzionante che si compone dell'attività giurisdizionale, delle amministrazioni, degli organi statali in azione... Il successo dell'istituzionalismo si può ricavare da una particolare osservazione critica rivolta da questo al normativismo per la quale, se il diritto fosse solo insieme di norme, in gran parte disapplicate, come sostengono i normativisti, esso sarebbe da considerarsi alla stregua di una "lingua morta", totalmente inefficace.

Diritto societarioModifica

Con lo stesso termine istituzionalismo, in contrapposizione a contrattualismo in diritto societario si intende quella teoria che vede nell'impresa una finalità diversa dall'interesse degli azionisti della società.

Tipica è l'espressione usata dall'economista e imprenditore tedesco Walther Rathenau che avrebbe risposto agli azionisti della Norddeutscher Lloyd, i quali avanzavano lamentele sul fatto di non aver conseguito gli utili sperati dal loro investimento azionario:

«la società non esisteva per “ distribuire dividendi a lorsignori, ma per far andare i battelli sul Reno”»

Da allora l'espressione “ i battelli del Reno” ha assunto il significato di interesse sociale, in una concezione di oggettivizzazione della impresa dove l'interesse degli azionisti è qualche cosa di distinto, e qualche volta contrapposto, all'interesse dell'impresa in sé.

NoteModifica

  1. ^ a b Giuseppe Lorini, Dimensioni giuridiche dell'istituzionale, Cedam, Padova, 2000, 9
  2. ^ a b c Cosa resta dell'istituzionalismo giuridico, “L'ircocervo”, 2004
  3. ^ Istitutismo è un neologismo coniato da Pietro Piovani, Mobilità, sistematicità, istituzionalità della lingua e del diritto, Giuffré, Milano, 1962, 46; cfr. Giuseppe Lorini, Dimensioni giuridiche dell'istituzionale, Cedam, Padova, 2000, 6
  4. ^ a b Lorenzo Passerini Glazel, Tetracotomomia delle istituzioni in René-Georges Renard, "Saggi in ricordo di Aristide Tanzi", Giuffré, Milano, 2009, 364, nota 28
  5. ^ Massimo Brutti, Alcuni usi del concetto di struttura nella conoscenza giuridica, "Quaderni fiorentini per la storia del pensiero giuridico moderno", 1974-75, 763 Archiviato il 21 maggio 2009 in Internet Archive.
  6. ^ Neil McCormick - Ota Weinberger, Il diritto come istituzione, a cura di M. La Torre, Milano, 1990
  7. ^ M. La Torre, Norme, istituzioni, valori. Per una teoria istituzionalistica del diritto, Bari, 1999.

BibliografiaModifica

  • Neil McCormick - Ota Weinberger, Il diritto come istituzione, a cura di Massimo La Torre, Giuffrè, Milano, 1990
  • Massimo La Torre, Norme, istituzioni, valori. Per una teoria istituzionalistica del diritto, Laterza, Bari, 1999
  • Giuseppe Lorini, Dimensioni giuridiche dell'istituzionale, Cedam, Padova, 2000
  • Giuseppe Lorini (cur.), Atto giuridico, Adriatica, Bari, 2002
  • Maria Lucia Tarantini, Istituzionalismo e neoistituzionalismo: questioni e figure, Giuffrè, Milano, 2011

Voci correlateModifica

  Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto