Apri il menu principale

It (film 2017)

film del 2017 diretto da Andrés Muschietti
It
IT (2017 film) logo.svg
Logo del film
Titolo originaleIt
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2017
Durata135 min
150 min (director's cut)[1]
Rapporto2,35:1
Genereorrore, drammatico, fantastico, thriller
RegiaAndrés Muschietti
SoggettoStephen King (romanzo)
SceneggiaturaChase Palmer, Cary Fukunaga, Gary Dauberman
ProduttoreSeth Grahame-Smith, Barbara Muschietti, David Katzenberg, Dan Lin, Roy Lee
Produttore esecutivoMarty P. Ewing, Richard Brener, Doug Davison, Toby Emmerich, Marty P. Ewing, Walter Hamada, Niija Kuykendall, Dave Neustadter
Casa di produzioneWarner Bros. Pictures, New Line Cinema, RatPac-Dune Entertainment, Vertigo Entertainment, KatzSmith Productions, Lin Pictures
Distribuzione in italianoWarner Bros. Pictures
FotografiaChung-hoon Chung
MontaggioJason Ballantine
MusicheBenjamin Wallfisch
ScenografiaRosalie Board, Claude Paré
CostumiJanie Bryant
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

It, conosciuto anche come It - Capitolo Uno (It: Chapter One), è un film del 2017 diretto da Andrés Muschietti, adattamento dell'omonimo romanzo di Stephen King.

La pellicola ha come protagonisti Bill Skarsgård nel ruolo dell'entità demoniaca Pennywise/It e Jaeden Lieberher nei panni di Bill Denbrough. Il film si concentra sugli avvenimenti narrati nelle parti del romanzo ambientate tra il 1957 e il 1958 (ottobre 1988 e settembre 1989 nella trasposizione cinematografica)[2].

Indice

TramaModifica

 
Pennywise/It (Bill Skarsgård) in una scena del film

Città di Derry, Maine, 1988. In un giorno piovoso d'ottobre, l'adolescente balbuziente Bill Denbrough regala a Georgie, il suo fratellino di sette anni, una barchetta di carta. Georgie porta la barchetta a navigare lungo le strade piovose del quartiere, e a un certo punto la barchetta cade in uno scarico fognario. Mentre tenta di recuperarlo, Georgie vede dentro allo scarico un clown, che si presenta come Pennywise, il Clown Ballerino; il pagliaccio induce il bambino ad avvicinarsi con la proposta di restituirgli la barca, poi gli strappa un braccio a morsi e lo trascina con sé nelle fogne.

L'estate seguente, Bill e i suoi amici (l'irruente Richie Tozier, l'ipocondriaco Eddie Kaspbrak e il timido ebreo Stan Uris) si scontrano con lo psicopatico bullo Henry Bowers e la sua banda, che promette a loro che, ora che non ci saranno le maestre a proteggerli, potrà divertirsi con loro. Bill, ancora ossessionato dalla scomparsa di Georgie e dalla conseguente negligenza dei genitori, afflitti dal dolore, pensa che il corpo del fratello potrebbe essere finito in una zona paludosa chiamata Barren e convince gli amici ad andare a vedere, convinto che Georgie possa essere ancora vivo.

Intanto Ben Hascom, un ragazzo sovrappeso arrivato da poco nella scuola degli altri bambini, apprende che Derry è stata tormentata da tragedie e sparizioni infantili per secoli; viene attirato da Pennywise nel seminterrato della biblioteca, dove assume le sembianze di un ragazzino decapitato da una di quelle tragedie. Ben riesce a sfuggirgli e a uscire dall'edificio, quando viene preso di mira dalla banda di Bowers, che gli incide una "H" sulla pancia. Prima che Henry finisca di scolpire il suo nome, Ben riesce a scappare fino ai Barren, dove s'imbatte nel gruppo di Bill. Questi ultimi, intanto, hanno trovato la scarpa di una dei ragazzi scomparsi, Betty Ripsom, mentre Patrick, uno dei membri della banda di Bowers, viene ucciso dal clown nelle fogne, mentre vaga in cerca di Ben. Accorgendosi di Ben, i ragazzi lo portano alla farmacia per curarlo. Non avendo abbastanza soldi per i medicinali, vengono aiutati a rubarli da una loro compagna, Beverly Marsh, bullizzata da tutti per false voci sulla sua promiscuità.

Beverly si unisce al gruppo, e sia Bill che Ben sviluppano una cotta per lei. Più tardi, il gruppo fa anche amicizia con un ragazzo afroamericano che studia in casa, Mike Hanlon, dopo averlo difeso dalla banda di Bowers con una battaglia a sassate. In tutte queste vicende, ognuno dei ragazzi (tranne Richie) aveva visto Pennywise in una diversa e terrificante forma: Beverly come voci dei bambini morti dallo scarico del lavandino del proprio bagno (che poi spruzza un abbondante getto di sangue), Eddie come un lebbroso, Mike come i suoi genitori in procinto di bruciare vivi, Stan come una donna deforme e mostruosa uscita da un quadro in una sinagoga e Bill come il corpo di Georgie controllato dal clown.

Alcune settimane dopo, il gruppo, che ora si fa chiamare Club dei Perdenti, si rende conto che ognuno di loro è stato attaccato dalla stessa entità, da loro chiamata "It", che, tramite alcune informazioni di Bill e Ben, capiscono che si risveglia per un breve periodo di tempo ogni 27 anni per nutrirsi dei bambini di Derry, prima di tornare in letargo. Mentre si trovano nel garage di Bill, il gruppo deduce anche che It si serve delle fogne per spostarsi senza essere visto, e sfuggono per poco al mostro, uscito fuori dal proiettore che stavano usando. Quindi il gruppo si reca riluttante nella casa al numero 29 di Neibolt Street, il punto di incrocio di quasi tutti i sistemi fognari e presunto nascondiglio di It. It utilizza le sue capacità di mutaforma per separare i membri del gruppo e catturare Eddie, che si rompe un braccio dopo essere caduto attraverso un buco dal piano di sopra; Pennywise si prepara a mangiarselo, ma il resto del gruppo arriva in tempo a salvarlo, grazie a Beverly, che trafigge il clown con un paletto da recinzione. It, dunque, ferisce Ben e fugge attraverso un pozzo situato nel seminterrato della casa (uno dei primi luoghi fondati a Derry). Poco dopo, Eddie viene portato via dalla madre iperprotettiva che gli impedisce di rivedere gli amici; Richie, inoltre, non ritiene che valga la pena morire per combattere It, e così lui, Mike, Ben e Stan se ne vanno per paura, mentre solo Bill e Beverly restano risoluti a combattere Pennywise.

Ad agosto, Henry Bowers cerca di sopperire all'umiliazione subita dai Perdenti cercando di sparare ad un gatto con una delle pistole del violento padre poliziotto, Butch. Quest'ultimo, però, lo ferma e lo mostra nelle sue debolezze davanti ai due amici Victor Criss e Belch Huggins. Nel pieno della frustrazione e della rabbia, Henry riceve in dono da It: un nuovo coltellino. Con esso, sotto l'incitamento di Pennywise, il ragazzo uccide suo padre (e più tardi anche gli amici), e cade sotto il controllo di It, che ora gli intima di cacciare e uccidere i suoi odiati rivali. Beverly, nel frattempo, deve vedersi con Bill, ma viene fermata dal padre, che tenta di abusare di lei dopo aver scoperto della sua frequentazione del gruppo dei Perdenti. La ragazza si rintana nel bagno, riuscendo a colpirlo in testa facendogli perdere i sensi. Subito dopo, Pennywise la rapisce e la porta nelle fogne, dove però, poiché lei non è abbastanza spaventata, non la uccide, ma le mostra una strana luce nel suo corpo, la Luce dei Defunti, che la fa galleggiare da terra in trance.

Bill trova un messaggio di It e capisce cos'è successo, così coglie l'occasione per riunire il Club dei Perdenti e partire al salvataggio della ragazza. Henry giunge nella casa di Neibolt e cerca di uccidere Mike, ma ha la peggio, venendo spinto dentro il pozzo da Mike. Il gruppo giunge poi alla tana di Pennywise, dove trovano Beverly. Ben la bacia e, così facendo, riesce a svegliarla dallo stato di trance. Pennywise attacca il gruppo, prende in ostaggio Bill e offre agli altri Perdenti di lasciarli andare se essi sacrificheranno il loro amico. I ragazzi, invece, liberano Bill e combattono il mostro, sconfiggendolo. Bill comunica a It che ora è lui ad aver paura, mentre i Perdenti non lo temono più. Sapendo che non ha più alcun potere su di loro, It, il cui corpo comincia a disintegrarsi, fugge all'interno di un buco. Dopo aver trovato l'impermeabile giallo di Georgie, Bill accetta piangendo la morte del fratello e gli amici lo abbracciano, consolandolo.

Un mese dopo, Beverly informa il gruppo di avere avuto una visione mentre era in stato catatonico, nella quale ha visto il Club dei Perdenti da adulti combattere contro Pennywise. I Perdenti fanno così un patto di sangue: se fra 27 anni It sarà tornato, anche loro torneranno a Derry per distruggerlo una volta per tutte. Dopo che gli altri Perdenti se ne sono andati, Beverly comunica a Bill che la mattina seguente partirà per Portland per andare a vivere da sua zia. Prima che Beverly se ne vada, Bill la ferma e i due si baciano.


Nel finale alternativo si vede Bill e i suoi genitori che stanno per partire per una vacanza, prima di partire Bill si controlla il taglio alla sua mano che si è fatto per suggellare il patto con gli altri Perdenti. Subito dopo si vedono loro partire e l'inquadratura si sposta in un tombino e ad un certo punto inizia a piovere, facendo capire che Pennywise un giorno tornerà.

Alla fine dei titoli di coda si sente la risata di It.

ProduzioneModifica

L'idea di un film su It nacque nel 2009, quando la Warner Bros. annuncia di voler portare di nuovo la storia sul grande schermo. David Kajganich cominciò a lavorare sull'adattamento cinematografico del libro.[3]

Nel 2012 è stato annunciato che Cary Fukunaga era stato ingaggiato come regista della pellicola e per riscrivere la sceneggiatura, affiancato da Chase Palmer.[4]

Il 21 maggio 2014 la Warner Bros. sposta i diritti dell'opera alla New Line Cinema. Dall'iniziale idea di produrre un film singolo per adattare l'intero libro[5], Fukunaga decise di dividere la produzione in due film separati, il primo concentrato sugli avvenimenti dei bambini che vengono tormentati dall'entità demonica It, e un sequel ambientato alcuni anni dopo, in cui il gruppo si riforma per continuare la loro lotta da adulti.[4][6] Stephen King annunciò di essere favorevole all'idea ed approvò la sceneggiatura.[5]

Per il ruolo di Pennywise, la forma principale di It, Fukunaga prese in considerazione l'attore Will Poulter,[7] ma girano voci che per il ruolo del clown si fosse pensato anche ad attori come Jim Carrey, Johnny Depp o ancora a Tim Curry. Fukunaga avrebbe dovuto dirigere il film nell'estate del 2016, ma nel maggio 2015 questi abbandonò il progetto per divergenze artistiche.[5][8] Fukunaga ha dichiarato: "Volevo fare un film horror non convenzionale. Non rientrava nell'algoritmo di ciò che sapevano di poter spendere e su cui lucrare, considerando che non volevano offendere il loro pubblico abituale". Fukunaga ha accennato che non ci furono problemi a livello di budget, fissato intorno ai 30 milioni. "Abbiamo investito anni e così tanta narrazione ed aneddoti. Chase ed io abbiamo riversato le nostre infanzie in quella storia. Quindi la nostra più grande paura era che avrebbero preso la nostra sceneggiatura e l'avrebbero imbastardita. [...] Stavo facendo onore allo spirito di Stephen King nel romanzo, ma avevo bisogno di aggiornarlo. King ha visto una delle prime bozze e gli è piaciuta."[5][9]

Il 16 luglio 2015 è stato annunciato che Andrés Muschietti, reduce dal successo del film horror La madre, era stato assunto come nuovo regista. Lo stesso giorno la New Line Cinema annuncia la data di rilascio della pellicola per l'8 settembre 2017.[10] Muschietti decise di iniziare le riprese durante l'estate per poter lavorare con i protagonisti bambini.[11] Mantenendo l'idea di creare due film separati, Roy Lee, produttore, confermò che la sceneggiatura originale di Fukunaga e Palmer era stata riscritta.[12][13]

Poulter lascia il progetto per un conflitto di programmazione nell'aprile 2016.[10] Il regista Andrés Muschietti ha confermato di aver preso in considerazione diversi attori e attrici per il ruolo di Pennywise e di cercare qualcuno con fattezze che ricordassero un bambino. Alla fine la scelta è caduta su Bill Skarsgård e Muschietti ha dichiarato: «Il personaggio ha un comportamento infantile e dolce, ma c'è qualcosa di molto perverso in lui. Bill ha questo equilibrio. Può essere dolce e carino, ma sa anche essere abbastanza inquietante.»[14][15]

RipreseModifica

Le riprese del film si sono svolte dal 27 giugno al 21 settembre 2016 e sono state condotte principalmente a Toronto.[16][17] La produzione si è recata a Bangor, nel Maine, città in cui si trovano i luoghi di ispirazione del romanzo di King, al fine di riprodurli fedelmente per le riprese.[18]

Barbara Muschietti ha dichiarato di aver scelto Port Hope (in Ontario) per la bellezza del luogo e il supporto degli abitanti, fra i quali sono state selezionate per il film 360 comparse di tutte le età[19] nelle due settimane di riprese lì trascorse[20].

CostumiModifica

La costumista Janie Briant, premio Emmy per Deadwood e Mad Men, ha dichiarato di essersi ispirata agli stili di varie epoche: medievale, rinascimentale, elisabettiana e vittoriana. Pennywise, una bestia che si nutre delle paure dei bambini, è visto come "un essere immortale e soprannaturale che pensa come un clown sinistro". Il suo abito imita Arlecchino in una versione resa ancor più infantile dalla taglia, dalle pieghe in stile Fortuny, dai pantaloni corti e dalla vita alta della giacca[21].

Scene eliminateModifica

  • Georgie prende la barchetta dalle mani di It senza essere trascinato nelle fogne, lasciando il clown a bocca asciutta.
  • Viene mostrato il Bar Mitzvah di Stan il quale fa un coraggioso discorso riguardo ai vari bambini morti e le responsabilità degli adulti, nonostante tentino di farlo tacere; Richie, presente, gli fa un applauso.
  • In un finale alternativo vi è l'inquadratura di un tombino buio e in sottofondo la risata di Pennywise.
  • Henry si disinfetta delle ferite sulla schiena causategli dalle violenze del padre.
  • Mentre i Perdenti si trovano fuori dalla casa di Neibolt Street, pronti a entrare per recuperare Beverly, viene mostrato Henry, totalmente impazzito, che li spia e parla coi cadaveri di Victor e Belch, a cui ha tagliato la gola.
  • Dopo il primo scontro con It, Eddie con il braccio rotto viene trasportato fino a casa dentro il porta oggetti della bicicletta di Mike. La scena è stata tagliata considerata troppo ridicola e sostituita con l'arrivo della madre di Eddie.
  • In una scena ambientata nelle fogne, Bill trova il walkie talkie di Georgie.
  • In un finale alternativo, Bill si prepara a partire anche lui, salutato dalla madre, e si guarda la ferita sulla mano; la scena termina con l'inquadratura di un tombino.

DistribuzioneModifica

«Di cosa hai paura?»

(tagline del film)

Il film è stato distribuito, sia in versione tradizionale che in IMAX, l'8 settembre 2017 negli Stati Uniti e in Italia il 19 ottobre 2017.[22]

In alcune sale del cinema, per l'uscita del film La torre nera, è stata diffusa, prima dell'inizio del film, la scena dell'incontro di Georgie con It, in lingua originale, proiettata anche in Italia, con i sottotitoli in italiano, e con una piccola intervista a Stephen King, che parla dell'uscita della pellicola.

DivietiModifica

Negli Stati Uniti il film è stato vietato ai minori di 17 anni non accompagnati da un adulto, mentre in Italia il film è stato vietato ai minori di 14 anni.[23]

AccoglienzaModifica

CriticaModifica

Il film è stato accolto molto positivamente dalla critica. Sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes ha un indice di gradimento dell’85% con un voto medio di 7,2 su 10, basato su 321 recensioni, il consenso critico dichiara: “Ben recitato, spaventosamente diabolico e con al centro una storia assolutamente emozionante, It (2017) amplifica perfettamente l’orrore nella storia di Stephen King, senza perdere il contatto col suo cuore”.[24] Su Metacritic, invece, ha un voto di 69 su 100 basato su 49 recensioni che indica come “recensioni generalmente favorevoli”.[25] Ha ricevuto ottime critiche dai principali giornali ed è stato definito uno dei migliori adattamenti cinematografici di un libro di King.[26][27]

Il film è stato recensito da Doug Walker nella webserie Nostalgia Critic (nel quale impersona anche le due incarnazioni di Pennywise) mettendo luce ai pregi e difetti del film.

IncassiModifica

Il film ha incassato 700.381.748 dollari, di cui 327.481.748 in Nord America, e 372.900.000 dollari nel resto del mondo,[28] battendo The Sixth Sense - Il sesto senso (672.806.292 milioni), diventando così il film horror con maggiori incassi nella storia del cinema.[29]

In Italia la pellicola ha incassato 1.2 milioni di euro nel primo giorno, diventando la miglior apertura di sempre per un film horror,[30] e 6.480.375 € nel primo fine settimana di programmazione, per un incasso totale di 11.292.148 €, posizionandosi come il secondo miglior weekend dell'anno dopo La Bella e la Bestia.[31]

La pellicola, oltre ad essere diventata il film horror con l'incasso più alto della storia[32][33], è all'ottava posizione nella classifica dei film con il maggior incasso del 2017.[34]

RiconoscimentiModifica

SequelModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: It - Capitolo due.

Il sequel dal titolo It - Capitolo due[38] (dopo essere stato cambiato da It - Parte 2[39]) sarà dedicato alle restanti vicende ambientate intorno al 2017 ed è previsto per il 5 settembre 2019.[40][41]

CuriositàModifica

  • Nel film è stato inserito un riferimento alla miniserie omonima diretta da Tommy Lee Wallace nel 1990: nella scena in cui Richie si trova chiuso in una stanza piena di manichini a forma di clown nella casa di Neilbolt Street, dove trova il suo stesso burattino-cadavere in una bara, si può notare che il manichino-clown più vicino al feretro è identico al Pennywise interpretato da Tim Curry nella sopracitata miniserie. In più, durante la battaglia finale, Pennywise si trasforma in diversi mostri (tra cui una mummia e il padre di Bev) e ad un certo punto, trasforma le sue braccia in zampe di ragno come il vero aspetto di IT nella miniserie.
  • Muschietti non volle che Skarsgard incontrasse gli attori prima di girare le scene, questo per far sì che i ragazzi si spaventassero per davvero vedendo il clown.
  • La prima scena girata con Pennywise fu quella dell'attacco ad Eddie nella casa di Neibolt Street, ma la recitazione di Skarsgard fu così terrificante che l'attore pensò di aver terrorizzato veramente il piccolo e gli chiese subito scusa al termine delle riprese. Una cosa simile accadde pure durante le riprese della miniserie.

NoteModifica

  1. ^ IT il pagliaccio : in arrivo una Director's Cut con 15 minuti in più - Best Movie, in Best Movie, 15 settembre 2017. URL consultato il 26 settembre 2017.
  2. ^ IT - Film (2017), su ComingSoon.it. URL consultato il 31 agosto 2017.
  3. ^ (EN) Dave McNary, Warner Bros. taps Kajganich for ‘It’, in Variety, 13 marzo 2009. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  4. ^ a b (EN) Borys Kit, Stephen King's 'It' to Be Adapted by Cary Fukunaga Into Two Films (Exclusive), in The Hollywood Reporter, 7 giugno 2012. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  5. ^ a b c d (EN) Zach Dionne, The Complete Guide to the 'It' Remake - HISTORY, in Fuse, 25 settembre 2017. URL consultato il 30 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2017).
  6. ^ (EN) Max Evry, Stephen King's IT Will Shoot Next Summer, in ComingSoon.net, 5 dicembre 2014. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  7. ^ (EN) Cary Fukunaga's 'It' adaptation casts a younger Pennywise, in EW.com, 4 maggio 2015. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  8. ^ (EN) Director Cary Fukunaga has walked out of the Stephen King It remake, pushing it back indefinitely, in The Independent, 26 maggio 2015. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  9. ^ Angelica Vianello, Cary Fukunaga: ecco perché ha lasciato il remake di It, in Movieplayer.it, 3 settembre 2015. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  10. ^ a b (EN) Justin Kroll, Warner Bros. Announces Release Date for ‘It’, in Variety, 23 aprile 2016. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  11. ^ (EN) Filming Starts Next Summer On Remake Of Stephen King Classic ‘It’, in The Inquisitr, 4 novembre 2015. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  12. ^ (EN) Stephen King's It May Start Filming in 2016; Two Movies Still Planned, in Screen Rant, 19 febbraio 2016. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  13. ^ Pietro Ferraro, IT: il produttore Roy Lee conferma riprese entro l'anno, in Cineblog.it, 20 febbraio 2016. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  14. ^ Simona Vitale, Il regista di IT spiega perché ha scelto Bill Skarsgård come nuovo Pennywise, su MondoFox, 20 luglio 2017. URL consultato il 24 ottobre 2017.
  15. ^ Emanuele Biotti, IT: Andrés Muschietti parla dell’ingaggio di Bill Skarsgård e spiega perché non ha incontrato Stephen King, su BadTaste, 22 agosto 2017. URL consultato il 18 ottobre 2017.
  16. ^ (EN) New Adaptation of Stephen King's It Begins Filming in June, in Dread Central, 18 aprile 2016. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  17. ^ Le riprese del nuovo IT sono finite: Pennywise celebra sui social, in MondoFox, 23 settembre 2016. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  18. ^ (EN) Crew from new adaptation of Stephen King’s “It” in Bangor to scope out potential filming locations, in #Maine, 31 marzo 2015. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  19. ^ (EN) Karen Longwell, La produttrice Barbara Muschietti descrive la sua esperienza a Port Hope, su northumberlandnews.com, 22 luglio 2016. URL consultato il 1º aprile 2019 (archiviato il 20 febbraio 2018).
  20. ^ (EN) Dominik Wisniewski, Port Hope dice addio al regista, produttore e troupe di "It", su northumberlandnews.com, 28 settembre 2018. URL consultato il 1º aprile 2019 (archiviato il 30 settembre 2018).
  21. ^ (EN) Anthony Breznican, Pennywise del film It: il costume pieno del clown dal nuovo film tratto dal romanzo omonimo di Stephen King, su Entertainment Week, 26 dicembre 2016. URL consultato il 1º aprile 2019 (archiviato il 17 agosto 2016).
  22. ^ It, su warnerbros.it. URL consultato il 23 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2017).
  23. ^ IT uscirà nei cinema italiani con il divieto ai minori di 10 anni, su badtaste.it, 16 ottobre 2017. URL consultato il 18 ottobre 2017.
  24. ^ (EN) It, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato l'11 settembre 2017.  
  25. ^ (EN) It, su Metacritic, CBS Interactive Inc.. URL consultato l'11 settembre 2017.  
  26. ^ (EN) 'It': What the Critics Are Saying, in The Hollywood Reporter, 6 settembre 2016. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  27. ^ Da Shining a IT: Il meglio del cinema di Stephen King, su Film.it, 26 settembre 2017. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  28. ^ (EN) It, su Box Office Mojo. URL consultato il 13 gennaio 2018.  
  29. ^ Horror:Supernatural, su boxofficemojo.com, 5 ottobre 2017. URL consultato il 5 ottobre 2017.
  30. ^ Box Office Italia: IT è il miglior debutto di sempre per un horror, su bestmovie.it, 20 ottobre 2017. URL consultato il 23 ottobre 2017.
  31. ^ Box-Office Italia: It vince il weekend con quasi 6.5 milioni di euro!, su badtaste.it, 23 ottobre 2017. URL consultato il 23 ottobre 2017.
  32. ^ (EN) Box Office: 'It' Is Now The Highest-Grossing R-Rated Horror Movie Ever, su Forbes, 22 settembre 2017. URL consultato il 15 ottobre 2017.
  33. ^ (EN) Gwilym Mumford, Stephen King's It scares off The Exorcist to become highest-grossing horror ever, in The Guardian, 29 settembre 2017. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  34. ^ Boxoffice:Maggiori incassi internazionali per il 2017, su Movieplayer.it, 1º ottobre 2017. URL consultato il 1º novembre 2017.
  35. ^ Federica Lucia, Golden Trailer Awards 2017: Wonder Woman e tutti i vincitori, MondoFox, 8 giugno 2017. URL consultato il 3 ottobre 2017.
  36. ^ Washington DC Area Film Critics Association Awards, Internet Movie Database, 14 gennaio 2018. URL consultato il 14 gennaio 2018.
  37. ^ Andy Swift, MTV Movie & TV Awards 2018 Winners: Riverdale, Stranger Things and More, Tvline, 18 giugno 2018. URL consultato il 18 giugno 2018.
  38. ^ Warner Bros. Pictures, su www.facebook.com. URL consultato il 1º novembre 2018.
  39. ^ IT 2: rivelato il titolo del nuovo film di Andy Muschietti, su bestmovie.it. URL consultato il 5 aprile 2019.
  40. ^ Adriano Ercolani, Il sequel di IT è ufficiale e uscirà nel settembre 2019!, in ComingSoon.it, 26 settembre 2017. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  41. ^ (EN) Alyse Wax, Stephen King's It already has a sequel planned, in Syfy, 19 luglio 2017. URL consultato il 30 ottobre 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica