Apri il menu principale
Italia in Comune
PresidenteFederico Pizzarotti
SegretarioAlessio Pascucci
VicesegretarioMichele Abbaticchio
VicepresidenteDamiano Coletta
StatoItalia Italia
SedePiazzale San Lorenzo, 1 - Parma
AbbreviazioneIIC
Fondazione16 aprile 2018
IdeologiaProgressismo Ambientalismo
Civismo
CollocazioneCentro-sinistra
Seggi Camera
1 / 630
 (2018)
Seggi Senato
0 / 321
 (2018)
Seggi Europarlamento
0 / 76
 (2019)
Seggi Consiglio regionale
5 / 897
 (2019)
Sito webwww.italiaincomune.it

Italia in Comune è un partito politico fondato dai Sindaci di Cerveteri Alessio Pascucci, di Parma Federico Pizzarotti, di Latina Damiano Coletta e di Bitonto Michele Abbaticchio il 16 aprile 2018[1], con lo scopo di riunire le liste civiche e gli amministratori locali di tutta Italia in un progetto politico comune che guardi alla partecipazione dei territori e alla competenza degli amministratori locali.

Il Movimento viene denominato dalla stampa nazionale "il partito dei Sindaci".

Indice

StoriaModifica

La fondazione del "partito dei Sindaci"Modifica

Italia in Comune nasce da un'idea del Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci che, nel 2014, crea una Rete di scambio di buone pratiche tra i sindaci vedendo come gli amministratori locali fossero spaventosamente soli, spesso abbandonati anche dai loro stessi partiti nazionali.

Il 3 dicembre 2017 a Roma, all'Opificio Romaeuropa, Alessio Pascucci lancia l'idea di trasformare la rete di buone pratiche in un Movimento politico. Quel giorno aderiscono pubblicamente al progetto il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti e il Sindaco di Latina Damiano Coletta e quattrocento tra sindaci, assessori e consiglieri comunali provenienti da ogni angolo del Paese.

Il Movimento viene pertanto denominato dalla stampa nazionale "il partito dei Sindaci"[2].

Il 16 aprile 2018 viene fondato ufficialmente con atto notarile il Partito Italia in Comune, il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci viene nominato Coordinatore nazionale, il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti viene nominato presidente nazionale e il Sindaco di Latina Damiano Coletta viene nominato VicePresidente nazionale. Successivamente il Sindaco di Bitonto Michele Abbaticchio viene nominato ViceCoordinatore nazionale.

Nell'ottobre dello stesso anno il deputato Serse Soverini decide di aderire al Partito, conseguentemente Italia in Comune conta un parlamentare alla Camera dei deputati.

Il partito ha partecipato alle consultazioni regionali, in Abruzzo[3], Sardegna[4] e Piemonte. Nelle diverse consultazioni ha sostenuto i candidati dell'area di centrosinistra (Giovanni Legnini, Massimo Zedda e Sergio Chiamparino).

Elezioni europee e amministrative del 2019Modifica

Il Coordinamento nazionale del Partito nel marzo del 2019 delibera la partecipazione di Italia in Comune[5] alle Elezioni europee del 2019 in coalizione con +Europa[6].

Alla consultazione elettorale europea prendono parte, tra gli altri, in qualità di candidati il Presidente nazionale Federico Pizzarotti nella circoscrizione Italia Nord-Orientale e il ViceCoordinatore nazionale Michele Abbaticchio nella circoscrizione Italia meridionale.

Michele Abbaticchio con 27.467 preferenze (più votato della Circoscrizione Italia meridionale) e Federico Pizzarotti con 21.660 preferenze, risultano tra i più votati della lista +Europa-Italia in Comune in tutta Italia. La lista, alla sua prima competizione nazionale, raccoglie 822.764 voti e il 3,09% ma non riesce a superare lo sbarramento del 4% necessario per l'elezione di eurodeputati.

Italia in Comune ha partecipato alle elezioni amministrative italiane del 2019 e alle elezioni regionali in Piemonte del 2019 presentando liste con il proprio simbolo in tutta Italia.

Risultati elettoraliModifica

Parlamento EuropeoModifica

Europee 2019 in +Europa
0 / 73

Elezioni RegionaliModifica

Regione Anno Voti % Seggi +/–
Abruzzo 2019 23.168 3.86
1 / 31
  1
Sardegna[7] 2019 17.480 2.47
1 / 60
  1

NoteModifica

  1. ^ Italia in Comune, nasce il partito dei sindaci. Il presidente è Pizzarotti. A maggio il simbolo. Obiettivo: elezioni, su Il Fatto Quotidiano, 15 aprile 2018. URL consultato il 28 maggio 2019.
  2. ^ Nasce "L'Italia in Comune", il partito dei sindaci, su Repubblica.it, 28 novembre 2017. URL consultato il 28 maggio 2019.
  3. ^ Speciale Elezioni: tutti i risultati - Abruzzo - la Repubblica.it, su Repubblica.it. URL consultato il 28 maggio 2019.
  4. ^ Candidati proclamati eletti | SardegnaElezioni, su www.sardegnaelezioni.it. URL consultato il 28 maggio 2019.
  5. ^ ALESSIO PASCUCCI - LANCIO CAMPAGNA EUROPEE. URL consultato il 28 maggio 2019.
  6. ^ Repubblica 27 marzo 2019.
  7. ^ Ha partecipato in una lista composta da MDP Cagliari, Circolo Nelson Mandela, Italia in Comune Sardegna, Possibile, Futura e Radicales Sardos. Il risultato indicato è della lista.

BibliografiaModifica

  Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica