Apri il menu principale

Itinerario di Sigerico

L'Itinerario di Sigerico è la relazione di viaggio più antica in riferimento alla Via Francigena o Romea (da non confondere con la Romea sulla costa adriatica, attualmente Statale 309), il percorso di pellegrinaggio che portava a Roma e che costituiva, in epoca medioevale, una delle più importanti vie di comunicazione europee. Prende il nome da Sigerico di Canterbury, arcivescovo di Canterbury recatosi a Roma e autore di un diario di viaggio.

Indice

Cenni storiciModifica

L'itinerario iniziò ad affermarsi quando il re longobardo Rotari, a seguito della conquista della costa ligure denominata Marictima e della fortezza della Cisa, stabilirà una via principale di comunicazione, che successivamente con Sigerico, arcivescovo di Canterbury, diventerà nota come la "via Francigena di monte Bardone". L'arteria diventerà l'asse delle successive comunicazioni logistiche militari per il sud della penisola italica.

L'itinerario fu compiuto nel 990 dall'arcivescovo Sigerico di ritorno da Roma dove aveva ricevuto il Pallio dalle mani del Papa. L'arcivescovo inglese descrive le 79 tappe del suo itinerario verso Canterbury, annotandole in un diario. La descrizione del percorso è assai precisa anche per ciò che riguarda i punti di sosta (Mansio). Le informazioni contenute nella cronaca di Sigerico, così come quelle del Leiðarvísir di Nikulás da Munkaþverá, partito dall'Islanda, sono molto utili per stabilire quale fosse il tracciato originario della Francigena.

La cronacaModifica

Il testo originario della cronaca recita:

«Adventus archiespiscopi nostri Sigeric ad Romam : primitus ad limitem beati Petri apostoli : deinde ad Sanctam Mariam scolarn Anglorum: ad Sanctum Laurentium in craticula : ad Sanctum Valentinum in ponte Molui : ad Sanctam Agnes : ad Sanctum Laurentium foris murum : ad Sanctum Sebastianum : ad Sanctum Anastasium : ad Sanctum Paulum : ad Sanctum Bonefatium : ad Sanctam Savinam : ad Sanctam Mariam scolam Graecam : ad Sanctam Ceciliam : ad Sanctum Crisogonum : ad Sanctam Mariam Transtyberi : ad Sanctum Pancratium. Deinde reversi sunt in domum. Mane ad Sanctam Mariam rotundam : ad sanctos apostolos : ad Sanctus Johannes in Laterane. Inde reficimus cum domini apostolico Johanno : deinde ad Jerusalem : ad Sanctam Mariam majorem : ad Sanctum Petrum ad Vincula : ad Sanctum Laurentium ubi corpus ejus assatus fuit. Iste sunt submansiones de Roma usque ad mare. I Urbs Roma. Il Johannis VIIII. III Bacane. IIII Suteria. V Furcari. VI Sce Valentine. VII Sce Flaviane. VIII Sca Cristina. IX Aquapendente. X Sce Petir in Pail. XI Abricula. XII Sce Quiric. XIII Turreiner. XIV Arbia. XV Seocine. XVI Burgenove. XVII Aelse. XVIII Sce Martin in Fosse. XIX Sce Gemiane. XX Sce Maria Glan. XXI Sce Peter Currant. XXII Sce Dionisii. XXIII Arne Blanca. XXIII Aqua Nigra. XXV Forcri. XXVI Luca. XXVII Campmaior. XXVIII –Luna. XXIX Sce Stephane. XXX Aguilla. XXXI Puntremel. XXXII Sce Benedicte. XXXIII Sce Moderanne. XXXIV Philemangenur. XXXV Metane. XXXVI Sce Domnine. XXXVII Floricum. XXXVIII Placentia. XXXIX Sce Andrea. XL Sce Cristine. XLI Pamphica. XLII Tremel. XLIII Vercel. XLIV Sca Agath. XLV Everi. XLVI Publei. XLVII Agusta. XLVIII Sce Remei. XLIX Petrecastel. L Ursiores. LI Sce Maurici. LII Burbulei. LIII Vivaec. LIV Losanna. LV Urba. LVI Antifern. LVII Punterlin. LVIII Nos. LIX Bysiceon. LX Cuscei. LXI Sefui. LXII Grenant. LXIII Oisma. LXIV Blaecuile. LXV Bar. LXVI Breone. LXVII Domaniant. LXVIII Funtaine. LXIX Chateluns. LXX Rems. LXXI Corbunei. LXXII Mundlothuin. LXXIII Martinwaeth. LXXIV Duin. LXXV Atherats. LXXVI Bruwaei. LXXVII Teranburh. LXXVIII Gisne. LXXX Sumeran.[1]»

Delle settantanove località attraversate da Sigerico nell'itinerario originale, trentaquattro sono le città : Canterbury, Calais, Bruay, Arras, Reims, Châlons-sur-Marne, Bar-sur-Aube, Besançon, Pontarlier, Losanna, Gran San Bernardo, Aosta, Ivrea, Santhià, Vercelli, Pavia (deviazione per Bobbio), Piacenza, Fiorenzuola d'Arda, Fidenza, (deviazione per Parma), Fornovo di Taro, Pontremoli, Aulla, Luni, Carrara, Camaiore, Lucca, Porcari, Altopascio, San Genesio, San Gimignano, Colle di Val d'Elsa, Siena, San Quirico d'Orcia, Acquapendente, Montefiascone, Bolsena, Viterbo, Sutri, Roma.

Sigerico impiegò 79 giorni a percorrere, perlopiù a piedi, tutti i 1 600 chilometri del tragitto. La percorrenza media di viaggio fu quindi di 20 Km circa al giorno.

ItinerarioModifica

La ricostruzione dell'itinerario ha individuato le 80 tappe (submansio) del resoconto di Sigerico, nelle seguenti località di Italia, Svizzera, Francia e Inghilterra.

In ItaliaModifica

LazioModifica

ToscanaModifica

Attraversamento dell'Arno.

LiguriaModifica

ToscanaModifica

Per il Passo della Cisa.

Emilia-RomagnaModifica

Attraversamento del Po.

LombardiaModifica

PiemonteModifica

Valle d'AostaModifica

Per il passo del Gran San Bernardo.

In SvizzeraModifica

Canton ValleseModifica

Canton VaudModifica

In FranciaModifica

Franca ConteaModifica

Champagne-ArdenneModifica

PiccardiaModifica

Nord-Passo di CalaisModifica

Per il Canale della Manica.

In InghilterraModifica

KentModifica

NoteModifica

  1. ^ [1] Dal documento originale

Voci correlateModifica

  Portale Medioevo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Medioevo