Apri il menu principale

Itzhak Shum

allenatore di calcio e ex calciatore israeliano
Itzhak Shum
Nazionalità Israele Israele
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Alkī Larnaca
Ritirato 1983 - giocatore
Carriera
Giovanili
1959-1966 Hapoel Kfar Saba
Squadre di club1
1966-1983Hapoel Kfar Saba455 (71)
Nazionale
1969-1981 Israele Israele 78 (10)
Carriera da allenatore
1990-1991 Beitar Tel Aviv
1993-2001 Israele Israele (assistente)
1998-2000 Israele Israele U-21
2001-2002 Hapoel Kfar Saba
2002-2003 Maccabi Haifa
2003-2004 Panathīnaïkos
2004-2005 Liteks Loveč
2005 Alanija Vladikavkaz
2006 Hapoel Tel Aviv
2007-2010 Beitar Gerusalemme
2010-2011 Alkī Larnaca
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Itzhak Shum (in ebraico: יצחק שום?; Chișinău, 1º settembre 1948) è un allenatore di calcio ed ex calciatore israeliano, di ruolo centrocampista.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Da calciatore ha trascorso la sua intera carriera nel club israeliano dell'Hapoel Kfar Saba, con cui vinse il titolo nazionale nella stagione 1981-1982 e la Coppa di Israele nel 1974-1975 e nel 1979-1980.

In nazionale, Shum ha collezionato 76 presenze e 9 gol, partecipando tra l'altro ai mondiali di calcio in Messico nel 1970 e ai tornei olimpici di Città del Messico 1968 e Montreal 1976.

AllenatoreModifica

La carriera da allenatore ha avuto inizio proprio nell'Hapoel Kfar Saba nel 2001-2002, passando poi nella stagione seguente al Maccabi Haifa, al posto di Avraham Grant, divenuto commissario tecnico della nazionale israeliana. Shum porta il Maccabi Haifa (che elimina al secondo e al terzo turno preliminare di Champions League rispettivamente i bielorussi del Belshina e gli austriaci dello Sturm Graz) alla fase a gironi della competizione, prima squadra israeliana a cogliere tale risultato. Inserito nel gruppo F contro Manchester United, Bayer Leverkusen e Olympiakos, il Maccabi Haifa giunge terzo davanti ai greci, così qualificandosi ai sedicesimi di finale di Coppa UEFA. Qui il Maccabi Haifa è, però, eliminato dall'AEK Atene (0-4 ad Atene e 1-4 ad Haifa).

In campionato il Maccabi Haifa conclude la stagione a pari punti con il Maccabi Tel Aviv, ma il titolo va a quest'ultima, grazie alla miglior differenza reti.

A fine stagione, Shum si trasferisce ai greci del Panathinaikos, che si aggiudica sia il titolo nazionale che la Coppa di Grecia.

Nella stagione seguente, l'allenatore israeliano passa ai bulgari del Litex Loveč, che allena per la prima parte del campionato, per poi concludere la stagione sulla panchina dell'Alania Vladikavkaz, in Russia.

Nel 2006 fa ritorno in patria, all'Hapoel Tel Aviv, anche in tal caso per sostituire un allenatore chiamato sulla panchina della nazionale, Dror Kashtan: la stagione si conclude con la vittoria della Coppa di Stato.

Tra il 2007 e il 2010 è tecnico del Beitar Gerusalemme, con cui vince il campionato 2007-2008.

Il 21 ottobre 2010 diviene allenatore dei ciprioti dell'Alki Larnaca, subentrando alla nona giornata del campionato al dimissionario Marios Constantinou[1]. La stagione termina con la salvezza per la squadra di Larnaca.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica
Hapoel Kfar Saba: 1981-1982
Hapoel Kfar Saba: 1974-1975, 1979-1980

AllenatoreModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica
Beitar Gerusalemme: 2007-2008
Hapoel Tel Aviv: 2005-2006
Panathinaikos: 2003-2004
Panathinaikos: 2003-2004

NoteModifica

  1. ^ (EL) ΝΕΟΣ ΤΕΧΝΙΚΟΣ Ο ΓΙΤΖΑΚ ΣΟΥΜ, su Kerkida.net. URL consultato il 4 maggio 2011.

Collegamenti esterniModifica