Ivan Saenko

calciatore russo
Ivan Saenko
Ivan Ivanovich Saenko.jpg
Nazionalità Russia Russia
Altezza 178 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Termine carriera 2011
Carriera
Squadre di club1
2001Karlsruhe2 (0)
2002Fakel Voronež13 (4)
2002-2005Karlsruhe84 (21)
2005-2008Norimberga83 (18)
2008-2011Spartak Mosca31 (1)
Nazionale
2006-2008Russia Russia13 (0)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Bronzo Austria-Svizzera 2008
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al aprile 2016

Ivan Ivanovič Saenko in russo: Иван Иванович Саенко? (Maslovka, 17 ottobre 1983) è un ex calciatore russo, di ruolo attaccante.

Caratteristiche tecnicheModifica

Ha giocato utilizzato soprattutto come attaccante esterno.

CarrieraModifica

 
Saenko con la maglia dello Spartak Mosca.

ClubModifica

Muove i primi passi nel calcio da bambino, sotto la guida del padre, che all'età di sedici anni lo porta con sé a Stoccarda[1]. In questa città è notato nel 2001 da talent-scout del Karlsruhe, club che lo mette sotto contratto. Disputa 10 partite con la squadra giovanile di Karlsruhe, con cui segna 9 gol e ottiene il secondo posto nel campionato giovanile tedesco. Affacciatosi anche in prima squadra, nel 2002 è ceduto in Russia al Fakel Voronež, formazione della seconda divisione nazionale, dopo sole due presenze con la formazione tedesca. All'inizio della stagione 2002-2003 torna al Karlsruhe per giocare in Zweite Bundesliga, la seconda serie tedesca. Nel 2003 aveva già trovato un parziale accordo con il Magonza, trattativa che poi era saltata. Rimane al Karlsruhe fino al 2005 (con un bilancio di 22 gol in 90 partite)[1], quando scade il suo contratto e il Norimberga aggiunge il russo al proprio organico. Qui riesce a mettersi in luce, soprattutto nella seconda metà della stagione 2005-2006, guadagnandosi il prolungamento fino al 2010 dell'iniziale contratto triennale. Nella stagione 2006-2007 è il miglior realizzatore del Norimberga con 9 centri e vince con i compagni la Coppa di Germania.

Nella successiva stagione non replica la positività della precedente: Saenko, infatti, è costretto a combattere contro alcuni infortuni, che ne condizionano la forma. Ciononostante riesce a realizzare 2 gol in Coppa UEFA in 7 presenze. Alla fine della stagione il Norimberga retrocede in Zweite Bundesliga, con Saenko che realizza una sola rete in 26 presenze in campionato.

Il 9 agosto 2008 torna in patria, allo Spartak Mosca, in cambio di 3 milioni di euro; con il club moscovita firma un contratto di quattro anni. Realizza il primo gol con lo Spartak il 28 novembre nella partita di Coppa UEFA contro la Dinamo Zagabria. L'11 luglio 2009, in una partita contro il Rostov, subisce un infortunio al ginocchio, a causa del quale rimane inattivo per un mese. Nel corso dell'intervento chirurgico per lesioni, i medici commettono un errore e danneggiano anche il legamento crociato anteriore di Saenko, che è dunque costretto a concludere prematuramente la stagione, dopo sole 13 presenze in campo[2].

Nel gennaio 2010 torna ad allenarsi, ma emergono altri problemi[2]. Nell'aprile 2010, completamente ristabilitosi dall'infortunio, nella sfida terminata 0-0 contro il Saturn, torna in campo disputando gli ultimi nove minuti di gioco. Sarà l'ultima partita in squadra per Saenko, messo ai margini della rosa dello Spartak nell'agosto 2010. Nel 12 gennaio 2011 il club decide di risolvere il contratto con il giocatore, che si ritira dall'attività agonistica a soli 28 anni[2].

NazionaleModifica

Ivan Saenko è stato capitano della Russia Under-21 e dal 2006 è stato nel giro della Nazionale maggiore: il suo esordio è arrivato, infatti, l'11 ottobre 2006, quando ha giocato uno scampolo della partita Russia-Estonia 2-0. Ha disputato la prima partita per intero con la Russia nel febbraio del 2007 durante un'amichevole.

Convocato per il campionato d'Europa 2008, è l'unico tra i russi a giocare in un campionato estero: gioca per la prima volta alla seconda partita della fase a gironi contro la Grecia (nazionale del suo compagno di club Angelos Charisteas), e poi contro la Svezia, in entrambi i casi subentrando dalla panchina. In occasione dei quarti di finale - contro l'Paesi Bassi - e della semifinale - contro la Spagna - è inserito, invece, nella formazione titolare, per poi essere sostituito. La Russia raggiunge il terzo posto, insieme alla Turchia, avendo perso la semifinale contro la Spagna, futura vincitrice del torneo.

StatisticheModifica

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Russia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-10-2006 San Pietroburgo Russia   2 – 0   Estonia Qual. Euro 2008 -   90+2’
7-2-2007 Amsterdam Paesi Bassi   4 – 1   Russia Amichevole -
24-3-2007 Tallinn Estonia   0 – 2   Russia Qual. Euro 2008 -   90’
6-6-2007 Zagabria Croazia   0 – 0   Russia Qual. Euro 2008 -   61’   71’
22-8-2007 Mosca Russia   2 – 2   Polonia Amichevole -
23-5-2008 Mosca Russia   6 – 0   Kazakistan Amichevole -   46’
28-5-2008 Burghausen Serbia   1 – 2   Russia Amichevole -   82’
14-6-2008 Wals-Siezenheim Grecia   0 – 1   Russia Euro 2008 - 1º turno -   70’   77’
18-6-2008 Innsbruck Russia   2 – 0   Svezia Euro 2008 - 1º turno -   66’
21-6-2008 Basilea Paesi Bassi   1 – 3 dts   Russia Euro 2008 - Quarti di finale -   81’
26-6-2008 Vienna Russia   0 – 3   Spagna Euro 2008 - Semifinale -   57’
10-9-2008 Mosca Russia   2 – 1   Galles Qual. Mondiali 2010 -   59’
15-10-2008 Mosca Russia   3 – 0   Finlandia Qual. Mondiali 2010 -   60’
Totale Presenze 13 Reti 0

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Norimberga: 2006-2007

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica