Ivano-Frankivs'k

città dell'Ucraina

Ivano-Frankivs'k (in ucraino: Івано-Франківськ?; in polacco Iwano-Frankiwsk), è una città dell'Ucraina situata nella parte occidentale del paese. È il capoluogo dell'Oblast' di Ivano-Frankivs'k, ed è un rajon a sé stante nell'oblast'. Prima del 1962, la città era conosciuta come Stanislav (in ucraino anche Станиславів, Stanyslaviv, e Stanisławów in polacco).

Ivano-Frankivs'k
comune
(UK) Івано-Франківськ
Ivano-Frankivs'k – Stemma
Ivano-Frankivs'k – Bandiera
Ivano-Frankivs'k – Veduta
Ivano-Frankivs'k – Veduta
Localizzazione
StatoUcraina Ucraina
Oblast'Flag of Ivano-Frankivsk Oblast.svg Ivano-Frankivs'k
DistrettoIvano-Frankivs'k
Amministrazione
SindacoViktor Anuškevyčus
Territorio
Coordinate48°55′N 24°43′E / 48.916667°N 24.716667°E48.916667; 24.716667 (Ivano-Frankivs'k)
Altitudine249 m s.l.m.
Superficie83,73 km²
Abitanti223 634[1] (2009)
Densità2 670,89 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale76000 (generale)
Prefisso0 342
Fuso orarioUTC+2
Codice KOATUU2610100000
TargaAT
Cartografia
Mappa di localizzazione: Ucraina
Ivano-Frankivs'k
Ivano-Frankivs'k
Sito istituzionale

La popolazione stimata al 2009 era di 223.634 abitanti.

StoriaModifica

 
Immagine della città nel 1930

La città, chiamata Stanisławów, venne eretta nel 1662 dalla famiglia nobiliare polacca Potocki come fortezza per proteggere dalle invasioni dei Tatari la Confederazione polacco-lituana, di cui fece parte fino al 1772 all'interno del Voivodato di Rutenia.

Nel 1772, dopo le spartizioni della Polonia diviene parte dell'Impero austro-ungarico.

Nell'ottobre del 1918 l'impero austro-ungarico decade e viene proclamata la Repubblica Nazionale dell'Ucraina Occidentale Nel 1919 viene annessa alla Seconda Repubblica di Polonia come capoluogo del Voivodato di Stanisławów.

Nel 1939 viene presa dall'esercito sovietico durante l'invasione della Polonia da parte della Germania e inclusa nella RSS Ucraina. Fra il 1939 e il 1941 il regime sovietico ordina la deportazione di migliaia di abitanti in gran parte polacchi verso la Siberia dove periranno.

Nel 1941 gli occupanti nazisti torturano e uccidono in massa circa 40 000 ebrei, il 22 febbraio 1943 i tedeschi dichiarano la città "libera da giudei". Quando l'esercito sovietico raggiunge Stanisławów il 27 luglio 1944 trova circa 100 ebrei sopravvissuti nascondendosi. In totale solo 1 500 ebrei sopravvivono alla guerra.

Nel 1962 il nome della città viene cambiato in onore dello scrittore ucraino Ivan Franko. Nei primi anni novanta la città diventa uno dei centri del movimento indipendentista ucraino.

Clima e geografiaModifica

Ivano-Frankivs'k
(1991-2020)
Fonte:[2]
Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic InvPriEst Aut
T. max. mediaC) 0,83,08,115,320,523,725,825,520,014,17,11,81,914,625,013,713,8
T. mediaC) −3,0−1,52,89,114,117,719,518,913,88,33,0−1,7−2,18,718,78,48,4
T. min. mediaC) −6,7−5,3−1,83,28,112,013,813,08,43,7−0,4−5,0−5,73,212,93,93,6
T. max. assolutaC) 20,0
(2023)
20,9
(2008)
26,0
(1974)
30,4
(2012)
32,2
(2003)
33,9
(1963)
37,1
(2007)
37,2
(1952)
36,3
(2015)
28,4
(2001)
22,1
(2010)
19,1
(1989)
20,932,237,236,337,2
T. min. assolutaC) −33,9
(1963)
−32,5
(2012)
−26,1
(2018)
−11,1
(1963)
−3,9
(2007)
0,0
(1955)
3,9
(1958)
3,4
(1984)
−4,0
(1977)
−14,2
(2003)
−18,7
(1988)
−35,7
(1996)
−35,7−26,10,0−18,7−35,7
Precipitazioni (mm) 28334144809393657049323495165251151662

Infrastrutture e trasportiModifica

 
Stazione di Ivano-Frankivs'k
 
Aeroporto Internazionale di Ivano-Frankivs'k

FerrovieModifica

La città è collegata ai principali centri nazionali e internazionali dalla sua stazione ferroviaria centrale.

AeroportiModifica

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN152143359 · LCCN (ENn82113144 · GND (DE4122027-4 · BNF (FRcb119320886 (data) · J9U (ENHE987007557563605171 · WorldCat Identities (ENlccn-n82113144
  Portale Ucraina: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Ucraina