Apri il menu principale

Ivo di Chartres

vescovo cattolico e santo francese
Sant'Ivo di Chartres
Loqueffret - Église Sainte-Geneviève - Saint Yves.JPG
Statua di sant'Ivo nella chiesa di Sainte-Geneviève a Loqueffret
 

Vescovo

 
Nascita1040, Beauvais
Morte23 dicembre 1115
Venerato daChiesa cattolica
Ricorrenza23 dicembre

Ivo o Ivone di Chartres (Beauvais, 104023 dicembre 1115) fu canonista e vescovo di Chartres; è venerato come santo dalla Chiesa cattolica.

BiografiaModifica

Ivo (Yves) avrebbe studiato presso l'abbazia di Bec, in Normandia, divenendo allievo di Lanfranco di Pavia e conoscendo Anselmo d'Aosta (entrambi futuri arcivescovi di Canterbury).

Nel 1078, divenne priore di Saint-Quentin de Beauvais e, dodici anni dopo, vescovo di Chartres.

La lotta per le investitureModifica

Ivo di Chartres fu un personaggio centrale nella lotta per le investiture che fra il 1075 e il 1122 vide fronteggiarsi il Papato e l'Impero; prese parte alla disputa sull'argomento sostenendo la posizione imperiale[1]: non essendo l'investitura un sacramento, essa poteva essere effettuata anche da un laico.

Ivo di Chartres fu anche un grande avversario del re Filippo I di Francia all'epoca del suo nuovo matrimonio con Bertrada di Montfort.

Il diritto canonicoModifica

Sant'Ivo affrontò l'ardua impresa di armonizzare le leggi canoniche, disperse in una miriade di collezioni e decreti compendiandole in tre compilazioni: il Decretum, la Panormia (in latino e in greco) e infine la Tripartita. Tutte e tre le compilazioni contengono testi delle Sacre Scritture, lettere di papi, testi di diritto romano, testi di Padri della Chiesa e infine canoni di Concili.

NoteModifica

  1. ^ Fu corrispondente di papa Pasquale II in una celebre lettera sul rapporto tra scettro e pastorale: "Sa la Paternità vostra che, quando il regno e il sacerdozio sono fra loro concordi, il mondo è ben governato, fiorisce e fruttifica la Chiesa; ma quando sono discordanti, non solo le piccole cose non crescono, ma pure le massime periscono miseramente": Casella, Mario, Per una storia dei rapporti tra il fascismo e i vescovi italiani (1929-1943) - Prima parte (Roma : Edizioni di storia e letteratura, 2007), Ricerche di storia sociale e religiosa. A. XXXVI, numero 71 - Nuova serie - Gennaio-Giugno, 2007, p. 15, nota 30.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN84971682 · ISNI (EN0000 0000 7978 5584 · LCCN (ENn88070664 · GND (DE118711024 · BNF (FRcb123191896 (data) · CERL cnp00945339 · WorldCat Identities (ENn88-070664