Jón Arnar Magnússon

multiplista islandese
Jón Arnar Magnússon
Nazionalità Islanda Islanda
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Prove multiple
Record
60 m 6"85 (indoor - 1997)
100 m 10"56 (1997)
400 m 46"49 (1998)
1000 m 2'39"55 (indoor - 1999)
1500 m 4'32"23 (1998)
60 hs 7"98 Record nazionale (indoor - 2000)
110 hs 13"91 Record nazionale (1997)
Alto 2,07 m (1998)
Alto 2,05 m (indoor - 2001)
Asta 5,20 m (1998)
Asta 5,20 (indoor - 1999)
Lungo 8,00 m Record nazionale (1994)
Lungo 7,82 m Record nazionale (indoor - 2000)
Peso 16,61 m (1998)
Peso 16,34 m (indoor - 1996)
Disco 49,50 m (1998)
Giavellotto 63,99 m (1998)
Decathlon 8573 p. Record nazionale (1998)
Eptathlon 6293 p. Record nazionale (indoor - 1999)
Termine carriera 2007
Carriera
Nazionale
1994-2005Islanda Islanda
Palmarès
Mondiali indoor 0 1 1
Europei indoor 0 0 1
Giochi piccoli stati europei 6 1 3
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Jón Arnar Magnússon (Selfoss, 28 luglio 1969) è un ex multiplista islandese.

BiografiaModifica

Magnússon ha disputato la sua prima competizione nel 1985 a livello regionale vincendo alcuni titoli.[1] Ha esordito a livello internazionale nel 1988 in Canada nel corso dei Mondiali juniores, senza finire la gara di decathlon. Nel 1994 ha debuttato con la nazionale seniores agli Europei in Finlandia, dopo alcuni anni spesi a studiare negli Stati Uniti.[2][3] Nel 1996 ha vinto la sua prima medaglia internazionale in Svezia agli Europei indoor prima di prendere parte ai Giochi olimpici di Atlanta 1996, terminando dodicesimo. Magnússon ha partecipato ancora a due edizioni delle Olimpiadi a Sydney 2000 e ad Atene 2004, senza però portare a termine le gare.[4] Nel 1997 ha vinto una medaglia di bronzo mondiale a Parigi ai Mondiali indoor a cui ha fatto seguito, nel 2001, quella d'argento nell'edizione in Portogallo, alle spalle del ceco Roman Šebrle.[5]

Vincitore di numerosi titoli nazionali nei vari eventi delle prove multiple, oltre ai successi ai Giochi dei piccoli stati d'Europa o i Campionati nordici ed alle vittorie all'Hypomeeting in Austria,[6] Magnússon detiene il record nazionale nelle corse ad ostacoli e nel salto in lungo, oltre che nel decathlon e nell'eptathlon.[7] È stato detentore del record nazionale anche dei 100 e 200 metri piani.[8]

Ritiratosi dalle competizioni nel 2007, ha ancora disputato qualche gara master o dimostrativa negli anni a seguire.

Entrambi i suoi figli, Tristan e Krister, sono atleti.[9]

PalmarèsModifica

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
1988 Mondiali U20   Sudbury Decathlon nf
1994 Europei   Helsinki Decathlon nf
1995 Mondiali indoor   Barcellona Salto in lungo 28º (q) 7,32 m
Mondiali   Göteborg Decathlon nf
1996 Europei indoor   Stoccolma Eptathlon   Bronzo 6069 p.
Giochi olimpici   Atlanta Decathlon 12º 8274 p.
1997 Mondiali indoor   Parigi Eptathlon   Bronzo 6145 p.
Giochi dei piccoli
stati europei
  Reykjavík 110 m hs   Oro 13"91
Salto in lungo   Oro 7,96 m
Mondiali   Atene Decathlon nf
1998 Europei indoor   Valencia Eptathlon 6170 p.
Europei   Budapest Decathlon 8552 p.
1999 Mondiali indoor   Maebashi Eptathlon 6293 p.
Giochi dei piccoli
stati europei
  Vaduz Salto in lungo   Oro 7,64 m
Mondiali   Siviglia Decathlon nf
2000 Europei indoor   Gand Eptathlon nf
Giochi olimpici   Sydney Decathlon nf
2001 Mondiali indoor   Lisbona Eptathlon   Argento 6233 p.
Giochi dei piccoli
stati europei
  Serravalle 110 m hs   Oro 14"43
Salto in lungo   Oro 7,41 m
Getto del peso   Oro 15,71 m
Lancio del disco   Bronzo 46,40 m
Mondiali   Edmonton Decathlon nf
2002 Europei indoor   Vienna Eptathlon 5996 p.
Europei   Monaco Decathlon 8238 p.
2003 Mondiali indoor   Birmingham Eptathlon 6185 p.
Mondiali   Saint-Denis Decathlon nf
2004 Mondiali indoor   Budapest Eptathlon 5993 p.
Giochi olimpici   Atene Decathlon nf
2005 Giochi dei piccoli
stati europei
  Andorra la Vella 110 m hs   Argento 15"13
Salto in lungo   Bronzo 7,30 m
4×100 m   Bronzo 42"90

NoteModifica

  1. ^ (IS) Nær Jón Arnar 8000 stigum í sumar?, su timarit.is, 26 giugno 1990. URL consultato il 13 luglio 2020.
  2. ^ (IS) Hefur aldrei æft skipulega, su timarit.is, 7 settembre 1989. URL consultato il 13 luglio 2020.
  3. ^ (IS) Jón Arnar til Tindastóls, su timarit.is, 5 gennaio 1993. URL consultato il 13 luglio 2020.
  4. ^ (IS) Gífurleg vonbrigði, su mbl.is, 27 settembre 2000. URL consultato il 13 luglio 2020.
  5. ^ (IS) Jón Arnar vann silfurverðlaun í sjöþraut, su mbl.is, 11 marzo 2001. URL consultato il 13 luglio 2020.
  6. ^ (EN) Czech's Sebrle Wins Decathlon in Austria, su theintelligencer.com, 31 maggio 2003. URL consultato il 13 luglio 2020.
  7. ^ (IS) Íslandsmet í Frjálsum íþróttum - Frjálsíþróttasamband Íslands, su fri.is. URL consultato il 13 luglio 2020.
  8. ^ (IS) Jón Arnar: Loksins féll þetta met, su ruv.is, 18 luglio 2016. URL consultato il 13 luglio 2020.
  9. ^ (EN) Tristan Jonsson - University of Georgia Athletics, su georgiadogs.com. URL consultato il 13 luglio 2020.

Collegamenti esterniModifica