Jānis Pujats

cardinale e arcivescovo cattolico lettone
Jānis Pujats
cardinale di Santa Romana Chiesa
Janis Pujats 2011.jpg
Il cardinale Pujats il 19 maggio 2011.
Coat of arms of Jānis Pujats.svg
Ad Jesum per Mariam
 
TitoloCardinale presbitero di Santa Silvia
Incarichi attualiArcivescovo emerito di Riga (dal 2010)
Incarichi ricoperti
 
Nato14 novembre 1930 (89 anni) a Nautrani
Ordinato presbitero29 marzo 1951 dall'arcivescovo Antonijs Springovičs
Nominato arcivescovo8 maggio 1991 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato arcivescovo1º giugno 1991 dall'arcivescovo Francesco Colasuonno (poi cardinale)
Creato cardinale21 febbraio 1998 da papa Giovanni Paolo II
Pubblicato cardinale21 febbraio 2001 da papa Giovanni Paolo II
 

Jānis Pujats (Nautrani, 14 novembre 1930) è un cardinale e arcivescovo cattolico lettone.

BiografiaModifica

Nato nel 1930, è ordinato sacerdote il 29 marzo 1951.

L'8 maggio 1991 è nominato arcivescovo di Riga.

Detiene l'ufficio di presidente della Conferenza Episcopale Lettone dal 1998 al 2010.

Papa Giovanni Paolo II lo ha innalzato cardinale in pectore nel concistoro del 21 febbraio 1998 e pubblicato nel concistoro del 21 febbraio 2001.

Il 19 giugno 2010 papa Benedetto XVI ha accettato la sua rinuncia al governo pastorale per raggiunti limiti di età. Subentra come nuovo arcivescovo monsignor Zbigņevs Stankevičs. Dallo stesso giorno cessa anche il suo mandato alla presidenza della Conferenza Episcopale Lettone.

Dal 14 novembre 2010, giorno in cui compie ottanta anni, perde il diritto di prender parte al futuro conclave.

Genealogia episcopale e successione apostolicaModifica

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

OnorificenzeModifica

Onorificenze lettoniModifica

  Grand'Ufficiale dell'Ordine delle Tre Stelle

Onorificenze straniereModifica

  Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia)
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— 19 aprile 2004[1]
  Croce di Commendatore con Placca dell'Ordine al Merito della Repubblica di Polonia (Polonia)
«Per altissimi meriti nello sviluppo della cooperazione polacco-lettone»
— 7 settembre 2005

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN305130525 · ISNI (EN0000 0004 1726 8337 · GND (DE1196717842 · WorldCat Identities (ENviaf-305130525