Apri il menu principale

J.M. DeMatteis

fumettista statunitense
(Reindirizzamento da J. M. DeMatteis)
J. M. DeMatteis in un'intervista tenutasi durante Etna Comics.

John Marc DeMatteis, più noto come J.M. DeMatteis (New York, 15 dicembre 1953), è un fumettista, scrittore e sceneggiatore statunitense.

BiografiaModifica

Nato da famiglia italiana originaria di Belvedere di Spinello (KR)[1], J.M. DeMatteis ha dichiarato che da ragazzo sognava di diventare un musicista e un fumettista.

Ha iniziato a suonare in alcune band come chitarrista, è stato cantante e ha scritto testi di canzoni[2]. È stato anche critico musicale per varie testate tra le quali la prestigiosa Rolling Stone[3].

Ha cominciato a scrivere per la DC Comics all'inizio degli anni '70.

L'autore è divenuto famoso per i suoi cicli di storie per la Marvel Comics con personaggi come Capitan America, l'Uomo Ragno, Man-Thing, X-Factor, Devil e i Difensori, mentre per la DC Comics ha firmato un celebre ciclo di storie della Justice League che sono ricche di humor. È stato l'autore delle celebri storie dell'Uomo Ragno L'ultima caccia di Kraven, con disegni di Mike Zeck, e Il bambino dentro, con disegni di Sal Buscema. Nel 2004 ha vinto il "Best Humor Publication" Eisner Award per le sue storie comiche della Justice League con Keith Giffen, Kevin Maguire e Josef Rubinstein. Successivamente, dopo aver già scritto Blood: A Tale, Moonshadow, Doctor Strange: Into Shamballa, è tornato al mondo del romanzo grafico con Brooklyn Dreams - Sogni a Brooklyn in collaborazione con Glenn Barr[4] e Seekers Into The Mystery. Negli anni Duemila, invece, ha creato Hero Squared, Planetary Brigade, Abadazad e Stardust Kid.

Ha all'attivo alcuni romanzi per ragazzi e anche episodi di serie televisive come Ai confini della realtà, Justice League Unlimited, Legion of Super-Heroes e Ben 10.

NoteModifica

  1. ^ J.M. DeMatteis, su calabriansmostfamous.com. URL consultato il 7 gennaio 2019.
  2. ^ John Marc 'J.M.' DeMatteis - Comic Book DB, su comicbookdb.com. URL consultato il 26 giugno 2017.
  3. ^ (EN) John M. DeMatteis, su www.meherbabatravels.com. URL consultato il 26 giugno 2017.
  4. ^ Brooklyn Dreams – Sogni a Brooklyn, su fumettidicartarchivio.blogspot.it. URL consultato il 20 giugno 2017.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN90959903 · ISNI (EN0000 0001 1918 6886 · LCCN (ENn85274964 · GND (DE138698538 · BNF (FRcb12526362j (data) · WorldCat Identities (ENn85-274964