Jacques Caffieri

scultore e maestro fonder in bronzo e doratore francese

Jacques Caffieri (Parigi, 25 agosto 1678Parigi, 23 novembre 1755) è stato un ebanista e scultore francese di origine italiana.

Biografia

modifica

Jacques Caffieri fu nipote di Daniele, capostipite della famiglia di origine napoletana che trasferitasi in Francia ebbe una parte preponderante nello svolgimento dell'arte decorativa dal XVII secolo al XVIII secolo.[1]

Suo padre fu Filippo Caffieri che, dopo aver servito papa Alessandro VII, fu portato in Francia dal cardinal Giulio Mazzarino, ed entrò al servizio del re Luigi XIV di Francia intorno al 1660.[1][2]

Jacques si dimostrò un bronzista di grande bravura,[1]divenendo un maestro dello stile rococò, che ha riscattato dalla banalità con la sua gestione vigorosa e spontanea di motivi di pergamena e altri elementi decorativi.[2]

Decorò con applicazioni di metallo mobili, caminetti e orologi (è autore tra l'altro della commode della Wallace Collection a Londra, del bureau della collezione Metternich di Vienna, dell'orologio della camera del Delfino a Versailles), eseguì cornici e candelabri, busti e ritratti di bronzo (Zeffiro e Flora a Versailles; I baroni Bezenval nella collezione Broglie di Parigi).[1][2]

Collaborò con lui il figlio Philippe che alla morte del padre adottò uno stile più lineare e puro.[1]

Un altro suo figlio, Jean-Jacques, diventò uno dei maggiori scultori del XVIII secolo in Francia.[1][2]

  1. ^ a b c d e f Caffieri, in le muse, II, Novara, De Agostini, 1964, p. 512.
  2. ^ a b c d (EN) Caffiéri family, su britannica.com. URL consultato il 20 novembre 2020.

Bibliografia

modifica
  • (FR) Alcouffe Daniel, Dion-Tenenbaum Anne e Lefébure Amaury, Le Mobilier du musée du Louvre, Parigi, Éditions Faton, 1993.
  • (FR) François De Salverte, Les ébénistes du 18 siècle: leurs œuvres et leurs marques, Paris, de Nobele, 1962, SBN IT\ICCU\SBL\0657926.
  • (FR) Pierre Kjellberg, Le mobilier français du XVIIIème siècle: dictionnaire des ébénistes et des menuisiers, Paris, Les éditions de l'amateur, 1998, SBN IT\ICCU\BVE\0216411.
  • (FR) Pierre Kjellberg, Le Mobilier Français du XVIII Siècle, Parigi, Les Editions de l'Amateur, 2008.
  • (FR) Pierre Kjellberg, Le meuble français et européen du Moyen Âge à nos jours, Parigi, Les Editions de l'Amateur, 2011.
  • (FR) Daniel Meyer, Mobilier de Versailles du xviie et xviiie siècles, Digione, Faton, 2002.
  • (FR) Jean Nicolay, L'art et la maniere des maitres ebenistes francais au XVIIIème siecles, Paris, Guy Le Prat, 1956, SBN IT\ICCU\VEA\0093968.
  • (FR) J. Justin Storck, Le Dictionnaire Pratique de Menuiserie, Ébénisterie, Charpente, Parigi, 1900.

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN96050251 · Europeana agent/base/157359 · ULAN (EN500055244 · WorldCat Identities (ENviaf-96050251