Apri il menu principale
Jair Gaúcho
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 177 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1992
Carriera
Giovanili
?-1973 Internacional
Squadre di club1
1974-1981 Internacional 137 (37)
1981 Cruzeiro ? (?)
1982-1984 Peñarol ? (?)
1984 Juventus-SP ? (?)
1985-1986 Barcelona SC ? (?)
1986 Huracán Buceo ? (?)
1986 ABC ? (?)
1988 Vitória ? (?)
1988-1989 Juventude ? (?)
1990 Lajeadense ? (?)
1991-1992 Huracán Buceo ? (?)
Nazionale
1979 Brasile Brasile 1 (0)
Palmarès
Coppa America calcio.svg Copa América
Bronzo Copa América 1979
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 novembre 2009

Jair Gonçalves Prates, detto Jair Gaúcho (Porto Alegre, 11 luglio 1953), è un ex calciatore brasiliano, di ruolo attaccante.

Indice

Caratteristiche tecnicheModifica

Giocava come attaccante.[1]

CarrieraModifica

ClubModifica

Figlio del calciatore Laerte Prates, Jair nacque a Porto Alegre, ma crebbe a Ilha do Governador, a Rio de Janeiro. A causa della professione paterna, visse per un periodo a Bogotà e Barranquilla, tornando a Porto Alegre alla fine degli anni sessanta.

Iniziò la carriera nelle giovanili dell'Internacional dopo aver giocato a futsal nella Sogipa. Nel 1974, sotto la guida di Rubens Minelli, Jair era una riserva nella squadra che comprendeva Falcão, Figueroa e Carpegiani. Nel 1976 vinse il campionato Gaúcho, segnando l'1-0 del Gre-Nal all'Olímpico Monumental, con il 2-0 marcato poi da Dadá Maravilha. Nel bicampionato nazionale, ottenuto nel 1976, Jair segnò otto reti in ventidue partite. Nel 1979 giocò come centrocampista di destra a fianco di Falcão, Batista e Mário Sérgio, diventando il miglior marcatore del club con nove reti, di cui uno nella finale vinta per 2-1 contro il Vasco al Beira-Rio.

Nel 1980, dopo la sconfitta in finale di Copa Libertadores contro il Nacional di Montevideo, Jair fu mandato in prestito al Cruzeiro e si trasferì poi al Peñarol, in cambio di Rubén Paz. Nel club uruguaiano, vinse la Coppa Libertadores 1982 e la Coppa Intercontinentale, giocata contro l'Aston Villa. La sua buona prestazione contro la compagine inglese, alla quale segnò su punizione il primo gol[2], gli valse la nomina di miglior giocatore della finale. Passati i trent'anni d'età, Jair tornò in Brasile per giocare con la Juventus di São Paulo, e chiuse la carriera a 39 anni con l'Huracán Buceo.

NazionaleModifica

Debuttò con la maglia del Brasile nel 1979, totalizzando una presenza.[1]

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Internacional: 1974, 1975, 1976, 1978
Internacional: 1975, 1976, 1979
Peñarol: 1982

Competizioni internazionaliModifica

Peñarol: 1982
Peñarol: 1982

IndividualeModifica

  • Migliore calciatore della Coppa Intercontinentale: 1
1982[3]

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Jair - Sambafoot [collegamento interrotto], su en.sambafoot.com. URL consultato il 5 novembre 2009.
  2. ^ Carlo F. Chiesa, Regine del mondo - La storia della Coppa Intercontinentale, in Calcio 2000, nº 27, febbraio 1999, p. 69.
  3. ^ (EN) Toyota Cup - Most Valuable Player of the Match Award, rsssf.com

Collegamenti esterniModifica