Apri il menu principale

Jakab Valero (Baja, 1725Pest, 1798) è stato un insegnante ungherese.

Il padre Iacobus Antonius a S. Thoma Aquinate Valero nacque a Baja nel 1725. Entrato nell'ordine scolopio, nel 1744 divenne maestro dei bambini nel convento di Nyitra. Fu catechista a Magyaróvár nel 1745-1746. Nel 1747 iniziò gli studi di filosofia a Pest (dove fu anche precettore presso le nobili famiglie dei Grassalkovich e dei Festetics). Nel 1752 lo troviamo studente di teologia a Nyitra, e nel 1753-1755 precettore in casa Batthyány. Negli anni seguenti fu maestro di retorica e poesia, lettore di filosofia, lettore di logica, metafisica e matematica a Pest e Prividgye, professore di teologia scolastica e dogmatica a Debrecen. Nel 1764-1766 ricoprì la carica di vice rettore e professore di geometria a Szenc. Nel 1767 fu trasferito al convento di Tata, dove svolse la funzione di superiore e quindi rettore e prefetto scolastico. Sotto la sua direzione fu rinnovato il convento, con l'aiuto dell'architetto scolopio Gaspar Oswald. Nel 1772 si recò a Roma per partecipare al capitolo generale dell'ordine. Morì a Pest nel 1798.

BibliografiaModifica

  • S. Léh e A. Koltai, a cura di, Catalogus religiosorum Provinciae Hungariae Ordinis Scholarum Piarum 1666-1997, Budapest, 1998
  • M. Tani, Il ruolo degli Scolopi nel rinnovamento delle arti nell'Europa danubiana del XVIII secolo, in Ricerche (Roma), n. 85 (2005), pp. 44-55