Apri il menu principale

Jakub Błaszczykowski

calciatore polacco
Jakub Błaszczykowski
Jakub Błaszczykowski3.jpg
Błaszczykowski con la Polonia nel 2012.
Nazionalità Polonia Polonia
Altezza 175 cm
Peso 71 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, ala
Squadra Wisła Cracovia
Carriera
Giovanili
1993-2002 Raków Częstochowa
2002-2003 Górnik Zabrze
2003 600px Giallo e Blu.svg KS Częstochowa
Squadre di club1
2003-2005600px Giallo e Blu.svg KS Częstochowa24 (11)
2005-2007Wisła Cracovia51 (3)
2007-2015Borussia Dortmund197 (27)
2015-2016Fiorentina15 (2)
2016-2019Wolfsburg38 (2)[1]
2019-Wisła Cracovia12 (5)
Nazionale
2004Polonia Polonia U-198 (0)
2005-2006Polonia Polonia U-213 (1)
2005Polonia Polonia B1 (0)
2006-Polonia Polonia108 (21)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 13 aprile 2019

Jakub Błaszczykowski (ˈjakup bwaʂtʂɨˈkɔfski, pronuncia[?·info]; Truskolasy, 14 dicembre 1985) è un calciatore polacco, centrocampista o ala del Wisla Cracovia di cui è capitano e della nazionale polacca, attualmente è al secondo posto, come presenze in nazionale.

Nel 2008 e nel 2010 è stato eletto miglior calciatore polacco.[2]

BiografiaModifica

Nipote di Jerzy Brzęczek,[3] è soprannominato Kuba,[4] diminutivo di Jakub, nome che ha portato anche sulla maglia in Germania[5] fino alla stagione 2011-2012.[6]

Nel 1996, all'età di 11 anni, ha assistito all'accoltellamento della madre Anna da parte del padre Zygmunt; la ferita si è rivelata mortale per la madre[7] e il padre è stato condannato a 15 anni di carcere.[8] Dopo la morte della madre Jakub è cresciuto con la nonna[7] materna Felicja.[9]

Nel 2010, dopo 3 anni di fidanzamento, si è sposato con Agata Gołaszewska,[10] dalla quale un anno più tardi ha avuto una figlia, Oliwia.[11]

Caratteristiche tecnicheModifica

Gioca prevalentemente sulla fascia destra come esterno di centrocampo, ma può essere schierato all'occorrenza anche da terzino basso o come ala offensiva, fa della forza, della resistenza, della corsa e dello scatto in profondità le sue armi migliori.[12] Bravo nell'effettuare cross per i compagni e nella fase difensiva.[13]

CarrieraModifica

ClubModifica

IniziModifica

Błaszczykowski ha iniziato a giocare a 8 anni, nel 1993, nelle giovanili del Raków Częstochowa insieme al fratello Dawid.[3][14] Nel 2002 si è trasferito nelle giovanili del Górnik Zabrze per poi tornare a Częstochowa all'inizio del 2003 nella file del KS Częstochowa, con cui ha esordito nella quarta serie del campionato polacco (2 partite in totale). Il 25 ottobre 2003 ha segnato il primo gol con la maglia del KS Częstochowa contro la squadra riserve del Górnik Zabrze[3] e ha chiuso la seconda stagione con all'attivo 13 presenze e 5 reti, tra cui una tripletta contro il GKS Tychy '71.[3]

Wisła CracoviaModifica

Nel febbraio 2005 ha sostenuto un provino con il Wisła Cracovia, durante il quale ha favorevolmente impressionato l'allenatore Werner Lička,[15] e ha firmato un contratto quinquennale con la squadra di Cracovia.[3]

Ha esordito con il Wisła il 16 marzo 2005 nella gara di Coppa di Polonia vinta per 5-0 contro il Polonia Varsavia segnando la prima rete dell'incontro e quattro giorni più tardi, il 20 marzo 2005, ha esordito nella massima serie polacca, anche in questa occasione contro il Polonia Varsavia.[3] Ha concluso la prima annata con il Wisła Cracovia con un totale di 15 presenze e 2 gol di cui 11 in campionato, vinto[4] davanti al Dyskobolia.

Nelle due stagioni seguenti, terminate rispettivamente con il secondo e l'ottavo posto in campionato, Błaszczykowski ha totalizzato 20 e 32 presenze per un totale di 67 partite in due anni e mezzo. Nel corso della stagione 2005-2006 ha anche esordito nelle competizioni UEFA per club, disputando l'andata del terzo turno preliminare della Champions League 2005-2006 contro il Panathīnaïkos (vittoria per 3-1).[4]

Borussia DortmundModifica

 
Błaszczykowski con la maglia del Borussia Dortmund nel 2007.

Nel febbraio del 2007 ha firmato un contratto di 4 anni con i tedeschi del Borussia Dortmund, trasferendosi in Germania nel luglio seguente.[4] Ha esordito con la squadra tedesca il 4 agosto 2007 in Coppa di Germania contro il Magdeburgo,[16] e, dopo un avvio da titolare, nella seconda parte di stagione è stato vittima di problemi muscolari che lo hanno costretto a saltare alcune partite.[4] È tornato a disposizione poco prima della finale di Coppa di Germania 2007-2008, partita persa contro il Bayern Monaco per 1-2 dopo i supplementari durante i quali Błaszczykowski è stato espulso.[4] Il 25 aprile 2008, una settimana dopo la finale persa contro i bavaresi, ha realizzato la prima rete in Bundesliga contro l'Eintracht Francoforte (1-1).

Nelle stagioni successive Błaszczykowski è diventato un titolare del Borussia Dortmund e nel dicembre 2008 è stato nominato calciatore polacco dell'anno dal quotidiano polacco Piłka Nożna[17] e il mese successivo miglior giocatore del Borussia Dortmund 2008 dai tifosi della squadra tramite un sondaggio sul sito ufficiale del club con il 35% dei voti.[18]

Nella stagione 2010-2011 Błaszczykowski con la squadra di Dortmund ha vinto la Bundesliga, nella quale ha giocato 29 partite segnando 3 gol, ed è stato nominato, per la seconda volta, miglior calciatore polacco. Il 22 gennaio 2012 ha segnato la sua prima doppietta personale in Bundesliga contro l'Amburgo, partita che poi si è conclusa col risultato di 5-1 in favore del Borussia Dortmund. A fine stagione ha bissato il successo in campionato e ha vinto anche la Coppa di Germania battendo in finale il Bayern Monaco (5-2);[19] nel corso del 2011-2012 ha totalizzato 40 presenze e 7 gol di cui 6 in Bundesliga.[4]

Il 24 luglio 2012 Błaszczykowski ha rinnovato il proprio contratto con il Borussia Dortmund fino al 2016.[20] Nel corso della stagione 2012-2013 ha collezionato 41 presenze e 14 gol (11 in Bundesliga, 2 in Coppa di Germania e uno in Champions League) stabilendo il primato personale di marcature in una sola stagione. Ha inoltre raggiunto la finale di Champions League, nella quale è stato schierato come titolare, persa per 2-1 contro il Bayern Monaco.[21]

Ha iniziato la stagione seguente vincendo la Supercoppa di Germania grazie al 4-2 ottenuto contro il Bayern Monaco. Ha realizzato il primo gol stagionale nella settima giornata di Bundesliga contro il Friburgo, partita finita 5-0 per la squadra di Dortmund. Il 26 novembre 2013 è arrivato anche il primo gol stagionale in Champions League nella partita Borussia Dortmund-Napoli finita 3-1 per i gialloneri, suo il gol del 2-0. Il 25 gennaio 2014, dopo 6 minuti di gioco nella partita prima partita di campionato dopo la pausa invernale contro l'Augusta, si è rotto il legamento crociato del ginocchio sinistro ed è così stato costretto a terminare anticipatamente la stagione[22] nella quale aveva fino a quel momento disputato 25 partite segnando 3 gol. Torna in campo il 9 dicembre 2014 nei minuti finali della gara di UEFA Champions League con l'Anderlecht, gioca la sua prima partita intera dopo l'infortunio a marzo in DFB-Pokal contro la Dynamo Dresda[23]; chiude la sua ultima annata in giallonero con venti presenze complessive.

FiorentinaModifica

 
Jakub Błaszczykowski con la maglia della Fiorentina nel 2015.

Il 31 agosto 2015 si trasferisce alla Fiorentina[24] con la formula del prestito oneroso da 1 milione di euro, con diritto di riscatto fissato a 6 milioni.[25] Esordisce in maglia viola il 12 settembre nella partita di campionato Fiorentina-Genoa (1-0), entrando all'80' al posto di Borja Valero.[26] Segna il suo primo gol il 23 settembre nella gara di campionato Fiorentina-Bologna (2-0).[27] A novembre si infortuna in Nazionale in apertura di gara nell'amichevole contro l'Islanda e rimarrà fuori dal gruppo fino all'inizio del 2016[28].

WolfsburgModifica

Tornato al Borussia Dortmund per fine prestito, il 1º agosto 2016 è ceduto per 5 milioni di euro al Wolfsburg, con cui firma un triennale[29].

Wisla CracoviaModifica

Dopo tre anni in Bundesliga, il giocatore torna in patria, vestendo nuovamente la maglia del Wisla Cracovia, proponendosi per salvare il club dal fallimento, pagando tutti gli stipendi arretrati dei giocatori e dello staff tecnico.

NazionaleModifica

 
Błaszczykowski in azione contro il Portogallo ad Euro 2016.

Błaszczykowski ha disputato 8 partite nel 2004 con la nazionale polacca Under-19, con cui ha esordito il 30 marzo 2004 contro la Lituania.[30] Di queste 8 gare, 2 sono state da subentrante nelle qualificazioni all'Europeo di categoria del 2004 (contro Scozia[31] e Finlandia[32]) e una da titolare nella fase finale contro la Spagna.[33]

Il 3 giugno 2005 ha esordito con l'Under-21 polacca nella partita di qualificazione all'Europeo Under-21 2006 contro l'Azerbaigian[30] (1-1).[34] L'anno successivo ha disputato altre 2 gare con la selezione Under-21: un'amichevole contro la Spagna e l'ultima partita del girone di qualificazione all'Europeo Under-21 2007 contro la Lettonia, gara nella quale Błaszczykowski ha segnato[30] il gol del momentaneo 1-1 (3-1 il risultato finale).[35]

Dopo aver giocato una partita con la nazionale B contro la Scozia,[30] ha esordito nella nazionale maggiore il 28 marzo 2006 in amichevole contro l'Arabia Saudita e ha realizzato la prima rete con la Polonia nell'amichevole del 22 agosto 2007 contro la Russia (2-2).[4]

Inizialmente convocato per gli Europei 2008, il 5 giugno 2008 è stato sostituito da Piszczek a causa della ricaduta di un precedente infortunio.[36] Il 17 novembre 2010 ha indossato per la prima volta la fascia di capitano contro la Costa d'Avorio.[30]

Nel maggio 2012 è stato convocato dal CT Smuda per la fase finale del Europeo 2012 in Polonia e Ucraina,[37] dove è stato capitano della squadra.[38] Nella gara inaugurale della manifestazione, l'8 giugno 2012 contro la Grecia (partita terminata sul punteggio di 1-1), è stato schierato come titolare e ha realizzato l'assist per il primo gol del match e del torneo segnato da Lewandowski.[39] Nella successiva gara contro la Russia, giocata il 12 giugno seguente, è andato in gol realizzando nel secondo tempo la rete del definitivo 1-1.[40]

Dopo le ultime apparizioni nel 2013, dall'estate 2015 torna stabilmente a giocare con la propria nazionale.

Viene convocato per l’europeo del 2016 in Francia.[41] Il 21 giugno 2016 segna il gol che permette di battere l'Ucraina e di concludere al secondo posto nel girone. Il 25 giugno 2016 segna il gol che porta in vantaggio la Polonia sulla Svizzera negli ottavi di finale; la partita è stata vinta dai polacchi ai rigori. Sempre ai rigori la selezione mitteneuropea è stata eliminata ai quarti dal Portogallo futuro vincitore del torneo.

Successivamente viene convocato per il mondiale del 2018 in Russia,[42] in cui al termine della prima partita della fase a gironi della sua squadra, persa per 2-1 contro il Senegal, raggiunge le 100 presenze in nazionale maggiore.[43]

L’11 ottobre 2018 colleziona la presenza numero 103 e diviene il primatista di presenze con la nazionale polacca, nella partita di UEFA Nations League contro il Portogallo in cui subentra nella ripresa e va anche a segno.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 13 aprile 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2002-2003   KS Częstochowa IV 2 0 - - - - - - - - - 2 0
2003-2004 IV 13 5 - - - - - - - - - 13 5
2004-feb. 2005 IV 9 6 - - - - - - - - - 9 6
Totale KS Częstochowa 24 11 - - - - - - 24 11
feb.-giu. 2005   Wisła Cracovia I 11 1 CP 4 1 - - - - - - 15 2
2005-2006 I 17 0 CP 2 0 UCL 1 0 - - - 20 0
2006-2007 I 23 2 CP+CdL 0+1 0+1 CU 8 0 - - - 32 3
2007-2008   Borussia Dortmund BL 24 1 CG 3 0 - - - - - - 27 1
2008-2009 BL 27 3 CG 0 0 CU 2 0 - - - 29 3
2009-2010 BL 32 1 CG 2 0 - - - - - - 34 1
2010-2011 BL 29 3 CG 1 0 UEL 7 0 - - - 37 3
2011-2012 BL 29 6 CG 6 0 UCL 5 1 SG 0 0 40 7
2012-2013 BL 27 11 CG 3 2 UCL 10 1 SG 1 0 41 14
2013-2014 BL 16 2 CG 2 0 UCL 6 1 SG 1 0 25 3
2014-2015 BL 13 0 CG 4 0 UCL 3 0 SG 0 0 20 0
Totale Borussia Dortmund 197 27 21 2 33 3 2 0 252 32
2015-2016   Fiorentina A 15 2 CI 0 0 UEL 5 0 - - - 20 2
2016-2017   Wolfsburg BL 28 0 CG 2 0 - - - - - - 30 0
2017-2018 BL 9+2[44] 1+0 CG 2 0 - - - - - - 13 1
2018-gen. 2019 BL 1 0 CG 1 0 - - - - - - 2 0
Totale Wolfsburg 38+2 1 5 0 - - - - 45 1
feb.-giu. 2019   Wisła Cracovia EK 8 5 CP 0 0 - - - - - - 8 5
2019-2020 EK 4 0 CP 0 0 - - - - - - 4 0
Totale Wisła Cracovia 63 8 7 2 9 0 - - 79 10
Totale carriera 337+2 48 34 4 47 3 2 0 422 55


Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Polonia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
28-3-2006 Riyad Arabia Saudita   1 – 2   Polonia Amichevole -   46’
2-9-2006 Bydgoszcz Polonia   1 – 3   Finlandia Qual. Euro 2008 -   46’
6-9-2006 Varsavia Polonia   1 – 1   Serbia Qual. Euro 2008 -   73’   79’
7-10-2006 Almaty Kazakistan   0 – 1   Polonia Qual. Euro 2008 -   87’
11-10-2006 Chorzów Polonia   2 – 1   Portogallo Qual. Euro 2008 -   65’
15-11-2006 Bruxelles Belgio   0 – 1   Polonia Qual. Euro 2008 -   58’
28-3-2007 Kielce Polonia   1 – 0   Armenia Qual. Euro 2008 -
2-6-2007 Baku Azerbaigian   1 – 3   Polonia Qual. Euro 2008 -   57’
6-6-2007 Erevan Armenia   1 – 0   Polonia Qual. Euro 2008 -   60’
22-8-2007 Mosca Russia   2 – 2   Polonia Amichevole 1
8-9-2007 Lisbona Portogallo   2 – 2   Polonia Qual. Euro 2008 -
12-9-2007 Helsinki Finlandia   0 – 0   Polonia Qual. Euro 2008 -   89’
17-11-2007 Chorzów Polonia   2 – 0   Belgio Qual. Euro 2008 -   46’   90+1’
20-8-2008 Leopoli Ucraina   1 – 0   Polonia Amichevole -   45+1’   56’
6-9-2008 Breslavia Polonia   1 – 1   Slovenia Qual. Mondiali 2010 -
10-9-2008 Serravalle San Marino   0 – 2   Polonia Qual. Mondiali 2010 -
11-10-2008 Chorzów Polonia   2 – 1   Rep. Ceca Qual. Mondiali 2010 1
15-10-2008 Bratislava Slovacchia   2 – 1   Polonia Qual. Mondiali 2010 -
19-11-2008 Dublino Irlanda   2 – 3   Polonia Amichevole -   46’
28-3-2009 Belfast Irlanda del Nord   3 – 2   Polonia Qual. Mondiali 2010 -   60’
1-4-2009 Kielce Polonia   10 – 0   San Marino Qual. Mondiali 2010 -   71’
12-8-2009 Bydgoszcz Polonia   2 – 0   Grecia Amichevole -   83’
5-9-2009 Chorzów Polonia   1 – 1   Irlanda del Nord Qual. Mondiali 2010 -
9-9-2009 Maribor Slovenia   3 – 0   Polonia Qual. Mondiali 2010 -   39’
10-10-2009 Praga Rep. Ceca   2 – 0   Polonia Qual. Mondiali 2010 -   67’
14-10-2009 Chorzów Polonia   0 – 1   Slovacchia Qual. Mondiali 2010 -
14-11-2009 Varsavia Polonia   0 – 1   Romania Amichevole -   80’
3-3-2010 Varsavia Polonia   2 – 0   Bulgaria Amichevole 1   78’
29-5-2010 Kielce Polonia   0 – 0   Finlandia Amichevole -   85’
2-6-2010 Kufstein Serbia   0 – 0   Polonia Amichevole -   89’
8-6-2010 Murcia Spagna   6 – 0   Polonia Amichevole -   82’
11-8-2010 Stettino Polonia   0 – 3   Camerun Amichevole -
4-9-2010 Łódź Polonia   1 – 1   Ucraina Amichevole -   55’   84’
7-9-2010 Cracovia Polonia   1 – 2   Australia Amichevole -
9-10-2010 Chicago Stati Uniti   2 – 2   Polonia Amichevole 1
17-11-2010 Poznań Polonia   3 – 1   Costa d'Avorio Amichevole - cap.
9-2-2011 Faro Polonia   1 – 0   Norvegia Amichevole - cap.
25-3-2011 Kaunas Lituania   2 – 0   Polonia Amichevole - cap.
29-3-2011 Atene Grecia   0 – 0   Polonia Amichevole - cap.
5-6-2011 Varsavia Polonia   2 – 1   Argentina Amichevole - cap.
9-6-2011 Varsavia Polonia   0 – 1   Francia Amichevole - cap.   87’
10-8-2011 Lubin Polonia   1 – 0   Georgia Amichevole 1 cap.   90+2’
2-9-2011 Varsavia Polonia   1 – 1   Messico Amichevole - cap.   46’
6-9-2011 Danzica Polonia   2 – 2   Germania Amichevole 1 cap.   90’
7-10-2011 Seul Corea del Sud   2 – 2   Polonia Amichevole 1 cap.   86’
11-10-2011 Wiesbaden Polonia   2 – 0   Bielorussia Amichevole 1 cap.
11-11-2011 Breslavia Polonia   0 – 2   Italia Amichevole - cap.
15-11-2011 Poznań Polonia   2 – 1   Ungheria Amichevole - cap.
29-2-2012 Varsavia Polonia   0 – 0   Portogallo Amichevole - cap.   90’
26-5-2012 Klagenfurt am Wörthersee Polonia   1 – 0   Slovacchia Amichevole - cap.   63’
2-6-2012 Varsavia Polonia   4 – 0   Andorra Amichevole 1 cap.
8-6-2012 Varsavia Polonia   1 – 1   Grecia Euro 2012 - 1º turno - cap.
12-6-2012 Varsavia Polonia   1 – 1   Russia Euro 2012 - 1º turno 1 cap.
16-6-2012 Breslavia Rep. Ceca   1 – 0   Polonia Euro 2012 - 1º turno - cap.   87’
15-8-2012 Tallinn Estonia   1 – 0   Polonia Amichevole - cap.   84’
7-9-2012 Podgorica Montenegro   2 – 2   Polonia Qual. Mondiali 2014 1 cap.
11-9-2012 Breslavia Polonia   2 – 0   Moldavia Qual. Mondiali 2014 1 cap.
14-11-2012 Danzica Polonia   1 – 3   Uruguay Amichevole -   73’
6-2-2013 Dublino Irlanda   2 – 0   Polonia Amichevole - cap.
22-3-2013 Varsavia Polonia   1 – 3   Ucraina Qual. Mondiali 2014 - cap.
7-6-2013 Chișinău Moldavia   1 – 1   Polonia Qual. Mondiali 2014 1 cap.
14-8-2013 Danzica Polonia   3 – 2   Danimarca Amichevole - cap.
6-9-2013 Varsavia Polonia   1 – 1   Montenegro Qual. Mondiali 2014 - cap.
10-9-2013 Serravalle San Marino   1 – 5   Polonia Qual. Mondiali 2014 1 cap.  72’
11-10-2013 Charkiv Ucraina   1 – 0   Polonia Qual. Mondiali 2014 - cap.
15-10-2013 Londra Inghilterra   2 – 0   Polonia Qual. Mondiali 2014 - cap.
15-11-2013 Breslavia Polonia   0 – 2   Slovacchia Amichevole - cap.
19-11-2013 Poznań Polonia   0 – 0   Irlanda Amichevole - cap.   89’
13-6-2015 Varsavia Polonia   4 – 0   Georgia Qual. Euro 2016 -   64’
16-6-2015 Danzica Polonia   0 – 0   Grecia Amichevole -   16’
4-9-2015 Francoforte sul Meno Germania   3 – 1   Polonia Qual. Euro 2016 -   63’
7-9-2015 Varsavia Polonia   8 – 1   Gibilterra Qual. Euro 2016 1   62’
8-10-2015 Glasgow Scozia   2 – 2   Polonia Qual. Euro 2016 -   83’
11-10-2015 Varsavia Polonia   2 – 1   Irlanda Qual. Euro 2016 -   63’
13-11-2015 Varsavia Polonia   4 – 2   Islanda Amichevole -   12’
23-3-2016 Poznan Polonia   1 – 0   Serbia Amichevole 1
26-3-2016 Breslavia Polonia   5 – 0   Finlandia Amichevole -   86’
1-6-2016 Danzica Polonia   1 – 2   Paesi Bassi Amichevole -   46’
6-6-2016 Breslavia Polonia   0 – 0   Lituania Amichevole -   74’
12-6-2016 Nizza Polonia   1 – 0   Irlanda del Nord Euro 2016 - 1º turno -   80’
16-6-2016 Saint-Denis Germania   0 – 0   Polonia Euro 2016 - 1º turno -   80’
21-6-2016 Marsiglia Ucraina   0 – 1   Polonia Euro 2016 - 1º turno 1   46’
25-6-2016 Saint-Étienne Svizzera   1 – 1 dts
(4 – 5 dcr)
  Polonia Euro 2016 - Ottavi di finale 1
30-6-2016 Marsiglia Polonia   1 – 1 dts
(3 – 5 dcr)
  Portogallo Euro 2016 - Quarti di finale -
4-9-2016 Astana Kazakistan   2 – 2   Polonia Qual. Mondiali 2018 - cap.
8-10-2016 Varsavia Polonia   3 – 2   Danimarca Qual. Mondiali 2018 - cap.
11-10-2016 Varsavia Polonia   2 – 0   Armenia Qual. Mondiali 2018 - cap.
11-11-2016 Bucarest Romania   0 – 3   Polonia Qual. Mondiali 2018 - cap.
14-11-2016 Breslavia Polonia   1 – 1   Slovenia Amichevole -   74’
26-3-2017 Podgorica Montenegro   1 – 2   Polonia Qual. Mondiali 2018 - cap.
10-6-2017 Varsavia Polonia   3 – 1   Romania Qual. Mondiali 2018 - cap.
26-6-2017 Copenaghen Danimarca   4 – 0   Polonia Qual. Mondiali 2018 - cap.
4-9-2017 Varsavia Polonia   3 – 0   Kazakistan Qual. Mondiali 2018 - cap.
5-10-2017 Erevan Armenia   1 – 6   Polonia Qual. Mondiali 2018 1 cap.
8-10-2017 Varsavia Polonia   4 – 2   Montenegro Qual. Mondiali 2018 -
10-11-2017 Varsavia Polonia   0 – 0   Uruguay Amichevole -   75’
13-11-2017 Danzica Polonia   0 – 1   Messico Amichevole -   76’
8-6-2018 Poznań Polonia   2 – 2   Cile Amichevole -
12-6-2018 Varsavia Polonia   4 – 0   Lituania Amichevole 1   70’
19-6-2018 Mosca Polonia   1 – 2   Senegal Mondiali 2018 - 1º turno -   46’
6-9-2018 Bologna Italia   1 – 1   Polonia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -   18’ -   80’
11-9-2018 Wrocław Polonia   1 – 1   Irlanda Amichevole -   81’
11-10-2018 Chorzów Polonia   2 – 3   Portogallo UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno 1   64’
14-10-2018 Chorzów Polonia   0 – 1   Italia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -   46’
15-11-2018 Danzica Polonia   0 – 1   Rep. Ceca Amichevole -   63’
24-3-2019 Varsavia Polonia   2 – 0   Lettonia Qual. Euro 2020 -   62’
6-9-2019 Lubiana Slovenia   2 – 0   Polonia Qual. Euro 2020 -   70’
9-9-2019 Varsavia Polonia   0 – 0   Austria Qual. Euro 2020 -   58’   77’
Totale Presenze (2º posto) 108 Reti (9º posto) 21

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Wisła Cracovia: 2004-2005
Borussia Dortmund: 2010-2011, 2011-2012
Borussia Dortmund: 2011-2012
Borussia Dortmund: 2013, 2014

IndividualeModifica

2008, 2010

NoteModifica

  1. ^ 40 (2) compreso lo spareggio retrocessione/promozione della Bundesliga.
  2. ^ Blaszczykowski, vero colpo di mercato o ex campione scosso dagli infortuni? Archiviato il 5 settembre 2015 in Internet Archive. fiorentina.it
  3. ^ a b c d e f (PL) Życiorys, kubablaszczykowski.pl. URL consultato il 14 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 27 gennaio 2013).
  4. ^ a b c d e f g h Jakub Błaszczykowski, uefa.com. URL consultato il 9 giugno 2012.
  5. ^ La scelta di scrivere sulla maglia "Kuba" invece del cognome è stata fatta, su consiglio della dirigenza del Borussia Dortmund, per le difficoltà incontrare nel pronunciare il cognome stesso: (PL) Błaszczykowski zrezygnował z nazwiska, interia.pl, 2 luglio 2007. URL consultato il 9 giugno 2012.
  6. ^ (PL) Wraca nazwisko. Czy w Borussii?, kubablaszczykowski.pl, 3 luglio 2012. URL consultato il 14 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  7. ^ a b (PL) Kuba Błaszczykowski: rodzice - ojciec zadźgał matkę, gwizdek24.se.pl, 8 maggio 2012. URL consultato il 14 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2012).
  8. ^ (PL) Kuba Błaszczykowski wybaczył ojcu mordercy?, gwizdek24.se.pl, 25 maggio 2012. URL consultato il 14 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2012).
  9. ^ (PL) Kim był ojciec Jakiba Błaszczykowskiego, Zygmunt Błaszczykowski?, mowimyjak.pl. URL consultato il 14 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2012).
  10. ^ (PL) Kim jest Agata Błaszczykowska, żona Jakuba Błaszczykowskiego?, mowimyjak.pl. URL consultato il 14 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 19 agosto 2012).
  11. ^ (PL) Kuba Błaszczykowski rodzina: Żona Agata Gołaszewska, córka Oliwia, gwizdek24.se.pl, 14 febbraio 2013. URL consultato il 14 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 17 agosto 2012).
  12. ^ SCHEDA VN: Błaszczykowski, l'ala dal passato glorioso in cerca di riscatto violanews.com
  13. ^ Alla scoperta di Kuba: infanzia difficile e chilometri sulla fascia destra (VIDEO) Archiviato il 24 settembre 2015 in Internet Archive. fiorentina.it
  14. ^ (PL) Michał Białoński, Narodziny gwiazdy ?Białej Gwiazdy?, gazeta.pl, 5 gennaio 2007. URL consultato il 9 giugno 2012.
  15. ^ (PL) Werner Lička - pierwszy, który poznał się na talencie Kuby, wislaportal.pl, 8 febbraio 2007. URL consultato il 9 giugno 2012.
  16. ^ 1.FC Magdeburg - Bor. Dortmund 1:4 (1:2), transfermarkt.it. URL consultato il 9 giugno 2012.
  17. ^ (PL) Błaszczykowski najlepszym piłkarzem roku, wp.pl, 13 dicembre 2008. URL consultato il 9 giugno 2012.
  18. ^ (EN) Artur Wlodarczyk, Błaszczykowski - Borussia 2008 MVP[collegamento interrotto], polishsoca.com, 25 gennaio 2009. URL consultato il 9 giugno 2012.
  19. ^ Stefano Cantalupi, In Germania è solo Dortmund. Bayern travolto 5-2 in coppa, La Gazzetta dello Sport, 12 maggio 2012. URL consultato il 9 giugno 2012.
  20. ^ (DE) Kuba beißt an und verlängert bis 2016, bvb.de, 24 luglio 2012. URL consultato il 26 luglio 2012.
  21. ^ Paolo Menicucci, Decide Robben, Bayern sul tetto d'Europa, uefa.com, 25 maggio 2013. URL consultato il 29 luglio 2013.
  22. ^ Borussia, crac per Blaszczykowski, La Stampa, 26 gennaio 2014. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  23. ^ I nuovi stranieri della Serie A: Jakub Blaszczykowski (Fiorentina), SpazioCalcio.it, 6 settembre 2015.
  24. ^ Viola Channel - Calciomercato: le operazioni concluse oggi - Consultato il 1º settembre 2015
  25. ^ Sky: ecco le cifre dell'affare Błaszczykowski violanews.com
  26. ^ 3ª Giornata legaseriea.it
  27. ^ 5ª Giornata legaseriea.it
  28. ^ Fiorentina: oggi allenamento a porte aperte al Franchi mediagol.it
  29. ^ https://www.gazzetta.it/Calciomercato/01-08-2016/blaszczykowski-wolfsburg-affare-dirittura-d-arrivo-dortmund-5-milioni-160554369250.shtml
  30. ^ a b c d e (PL) Reprezentacja, jkubablaszczykowski.pl. URL consultato il 14 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 27 gennaio 2013).
  31. ^ Polonia 3 - 2 Scozia[collegamento interrotto], uefa.com. URL consultato il 9 giugno 2012.
  32. ^ Finlandia 0 - 2 Polonia[collegamento interrotto], uefa.com. URL consultato il 9 giugno 2012.
  33. ^ Spagna 4 - 1 Polonia[collegamento interrotto], uefa.com. URL consultato il 9 giugno 2012.
  34. ^ (PL) 90 minut wiślaków w młodzieżówce, wislakrakow.com, 3 giugno 2005. URL consultato il 9 giugno 2012.
  35. ^ Polonia 3 - 1 Lettonia[collegamento interrotto], uefa.com. URL consultato il 9 giugno 2012.
  36. ^ La Polonia perde Błaszczykowski, uefa.com, 5 giugno 2008. URL consultato il 9 giugno 2012.
  37. ^ La lista definitiva della Polonia, uefa.com, 27 maggio 2012. URL consultato il 9 giugno 2012.
  38. ^ Capitan 'Kuba' risponde ai vostri tweet, uefa.com, 6 giugno 2012. URL consultato il 9 giugno 2012.
  39. ^ Simon Hart, La Grecia ferma la Polonia, uefa.com, 8 giugno 2012. URL consultato il 9 giugno 2012.
  40. ^ Jim Wirth, Błaszczykowski riprende la Russia, uefa.com, 12 giugno 2012. URL consultato il 13 giugno 2012.
  41. ^ (PL) ADAM NAWAŁKA PODAŁ KADRĘ NA EURO 2016, pzpn.pl, 30 maggio 2016. URL consultato il 30 maggio 2016.
  42. ^ Formazione Polonia 2018: convocati e titolari ai Mondiali, su calcionews24.com.
  43. ^ Pagelle Polonia-Senegal 1-2, Mondiali 2018: Krychowiak, croce e delizia; Niang fa la differenza, su oasport.it.
  44. ^ Nello spareggio retrocessione/promozione della Bundesliga.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN316391834 · ISNI (EN0000 0004 5006 7027 · LCCN (ENn2018011177 · GND (DE1077920962 · WorldCat Identities (ENn2018-011177