James Glickenhaus

regista statunitense

James Glickenhaus (New York, 24 luglio 1950) è un produttore cinematografico, imprenditore, regista e collezionista di automobili statunitense.

Attualmente è General Partner/Managing Director della Glickenhaus & Co. un'azienda familiare fondata in origine da suo padre Seth. James Glickenhaus ha scritto e diretto diversi film tra gli anni '80 e '90, inoltre è un importante collezionista di auto. Nella sua collezione sono presenti diverse auto da corsa degli anni '50 e '60 e alcune Ferrari rarissime. Seguendo questa sua passione per le auto ha fondato la Scuderia Cameron Glickenhaus.

FilmografiaModifica

Attore, regista e sceneggiatoreModifica

AttoreModifica

Regista e sceneggiatoreModifica

Regista, sceneggiatore e produttoreModifica

SceneggiatoreModifica

ProduttoreModifica

AutomobiliModifica

La sua collezione di auto comprende:[1]

Scuderia Cameron GlickenhausModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Scuderia Cameron Glickenhaus.

La scuderia Cameron Glickenhaus [2] è un'azienda fondata da Glickenhaus con l'obbiettivo di introdurre la sua passione e le sue idee nel mondo delle gare di durata. In particolar modo l'obbiettivo è quello di realizzare una vettura GT che riduca il divario tra Gran Turismo e Prototipi e scegliendo come gara la ADAC 24 Ore del Nürbrugring. Per fare questo il team, nel 2015, ha corso inizialmente con una Ferrari P4/5 Competizione, successivamente è stata messa in pista la SCG 003C da cui dovrebbe derivare la versione stradale SCG 003S [3][4], successivamente venne realizzato un suv da rally raid SCG Boot[5] per il Baja 1000, la SCG004[6] per disputare la 24 Ore del Nürbrugring 2020 e la SCG 007LMH per il Campionato del mondo endurance in categoria Le Mans Hypercar.[7]

A fine 2019 la Scuderia Cameron Glickenahaus ha ufficializzato il debutto nel Campionato del mondo endurance con 2 Le Mans Hypercar realizzate nella factory a Danbury e motorizzate da Pipo Moteurs, la nuova hypercar si chiamerà 007 LMH.

NoteModifica

  1. ^ Garage, su dailybest.it.
  2. ^ Scuderia Cameron Glickenhaus, su scg003project.com.
  3. ^ SCG 003, su quattroruote.it.
  4. ^ Intervista, su youtube.com.
  5. ^ (EN) Watch The Baja 1000 Class-Winning SCG Baja Boot Getting Detailed, su Carscoops, 24 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  6. ^ Glickenhaus schianterà il prototipo della sua supercar 004 per omologarla, su Automoto.it. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  7. ^ WEC: svelata la Glickenhaus SCG 007, la “hypercar” che sa di Alfa Romeo, su Automoto.it. URL consultato il 12 gennaio 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN88233211 · ISNI (EN0000 0001 1952 4056 · LCCN (ENno98123320 · GND (DE138178763 · BNE (ESXX1166812 (data) · BNF (FRcb13894538v (data) · CONOR.SI (SL201716323 · WorldCat Identities (ENlccn-no98123320