Apri il menu principale
Jan Štokr
Jan Štokr.JPG
Nazionalità Rep. Ceca Rep. Ceca
Altezza 205 cm
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo Schiacciatore/Opposto
Squadra Dukla Liberec
Carriera
Giovanili
1997-1999SK Telc
Squadre di club
1999-2000Rep. Ceca TJ Je Dukovany
2000-2001Rep. Ceca USK Praga
2001-2004Odolena Voda
2004-2005Modena
2005-2006Cagliari Volley
2006-2010Perugia Volley
2010-2013Trentino
2013-2015Dinamo Krasnodar
2015 Al-Rayyan
2015-2016Korea Electric Power
2016-2017Trentino
2017-Dukla Liberec
Nazionale
?-?Rep. Ceca Rep. Ceca 136 pres.
Statistiche aggiornate al 20 aprile 2016

Jan Štokr, soprannominato Drobek (ceco: piccolo uomo) (Dačice, 16 gennaio 1983), è un pallavolista ceco. Gioca nel ruolo di schiacciatore e opposto nel Volejbalový Klub Dukla Liberec.

Indice

CarrieraModifica

Esordì nella massima serie della Repubblica Ceca nel 2001, con la squadra di Odolena Voda (ora trasferita a Kladno), vincendo in tre stagioni campionato e Coppa nazionale.

Nel 2004 si trasferì in Italia ingaggiato dalla Pallavolo Modena, con la quale esordì in Serie A1. Nella stagione titolare fu titolare nel Volley Cagliari, siglando in totale 437 punti. Nel campionato 2006-07 giocò con la maglia del Perugia Volley disputando per la prima volta i play-off scudetto, dove si fermò ai quarti di finale sconfitto dalla Sisley Volley di Treviso futura vincitrice del torneo. Nell'ultima stagione in Umbria disputò la Challenge Cup, che vinse nella Final Four disputata proprio a Perugia.

Nell'estate del 2010 si fecero insistenti le voci di un suo accordo con la Trentino Volley. La querelle creatasi per il trasferimento di Leandro Vissotto Neves ritardarono l'ufficializzazione dell'ingaggio, che venne però perfezionato l'8 luglio[1]. A pochi mesi dal suo approdo in Trentino conquistò la Coppa del Mondo per club.

Il suo primo anno in maglia trentina terminò con la conquista della tripletta: dopo aver vinto al Palaonda di Bolzano la Champions League[2], il 15 maggio 2011 contribuì alla vittoria del secondo scudetto trentino, venendo anche premiato come miglior giocatore[3]. Lo stesso riconoscimento gli venne assegnato anche per la vittoria della Supercoppa italiana 2011, anno nel quale aggiunse al palmarès anche la Coppa Italia ed il secondo Mondiale per club.

Nel 2011 e 2012 gli venne assegnato il titolo di Pallavolista ceco dell'anno, grazie anche alla conquista della sua seconda tripletta in maglia trentina. Nell'ultimo anno della sua permanenza nella formazione allenata da Radostin Stojčev vinse la sua seconda Coppa Italia, la terza Coppa del Mondo per club (dove venne premiato come miglior schiacciatore) ed il suo secondo scudetto. Con quest'ultima vittoria divenne il primo giocatore della Repubblica Ceca a vincere più di un campionato italiano.

Per la stagione 2013-14 è stato ingaggiato dal club russo della Volejbol'nyj klub Dinamo Krasnodar[4], dove gioca per due annate, al termine delle quali si reca in Qatar per difendere i colori dell'Al-Rayyan Sports Club per la sola Coppa del Qatar 2015. Nel campionato 2015-16 approda nella V-League sudcoreana col KEP Vixtorm.

Per la stagione 2016-17 ritorna a vestire la maglia della Trentino Volley, mentre in quella successiva rientra in patria per giocare nel Volejbalový Klub Dukla Liberec, in Extraliga.

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ Jan Stokr nuovo opposto della Trentino Volley, su trentinovolley.it. URL consultato l'8 luglio 2010 (archiviato dall'url originale l'11 luglio 2010).
  2. ^ Trentino BetClic Campione d'Europa per la terza volta consecutiva, su trentinovolley.it. URL consultato il 29 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 23 novembre 2011).
  3. ^ L'mvp Stokr: "Semplicemente meraviglioso", su trentinovolley.it. URL consultato il 16 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 18 marzo 2015).
  4. ^ (RU) Ян Штокр переходит в МВК «Динамо» Краснодар, su dinamokrasnodar.ru. URL consultato il 9 giugno 2013.
  5. ^ Mondiale per Club, i premi individuali: Stokr e Birarelli il top in attacco e a muro, su trentinovolley.it. URL consultato il 29 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 24 ottobre 2012).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica