Apri il menu principale

BiografiaModifica

 
portaerei Clemenceau

Entrato in marina nel 1979 come fuciliere era diventato sommozzatore specializzato nelle lotta alle mine, durante la guerra del Golfo aveva prestato servizio a bordo della portaerei Clemenceau.

Eychenne morì nell'eccidio di Podrute (Croazia), venendo abbattuto dal MiG-21 pilotato dall'allora tenente Emir Šišić (oggi maggiore) della Jugoslovensko ratno vazduhoplovstvo (Aeronautica militare federale iugoslava), mentre assieme ai suoi colleghi, stava volando a bordo di un AB-205[2] sui cieli tra Varaždin e Zagabria, estremo nord della Croazia, nei pressi del confine con Slovenia ed Ungheria, impegnati a svolgere missioni per il controllo del cessate il fuoco per conto dell'European Community Monitor Mission (ECMM).

Sull'elicottero abbattuto assieme a lui caddero:

NoteModifica

  1. ^ Copia archiviata, su cubitus.senat.fr. URL consultato l'8 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 30 settembre 2007).
  2. ^ AB-205 M.M.80557
  3. ^ Medaglia d'oro al Valor Militare

BibliografiaModifica

L'Aviazione dell'Esercito Italiano nella Missione Europea di osservazione in Jugoslavia – 1/10/1991 – 30/07/1993', Associazione Nazionale Arma di cavalleria (Regione Veneto), Comando Regione Militare Nord, Provincia e Comune di Padova.

FilmografiaModifica

Sulla vicenda è stato girato un film intitolato: Gli eroi di Podrute, diretto dal regista Mauro Curreri.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie