Jean-Pierre Jabouille

pilota di Formula 1 francese
Jean-Pierre Jabouille
Festival automobile international 2012 - Photocall - Jean-Pierre Jabouille - 010.jpg
Jean-Pierre Jabouille nel 2012
Nazionalità Francia Francia
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria Formula 1, Sport Prototipo, Formula 2
Termine carriera 20 giugno 1993
Carriera
Carriera in Formula 1
Esordio 7 luglio 1974
Stagioni 1974-1975, 1977-1981
Scuderie FWRC 1974
Surtees 1974
Tyrrell 1975
Renault 1977-1980
Ligier 1981
Miglior risultato finale 8º (1980)
GP disputati 55 (49 partenze)
GP vinti 2
Podi 2
Punti ottenuti 21
Pole position 6
Carriera in Formula 2
Esordio 13 ottobre 1968
Stagioni 1968, 1970-1976
Scuderie Matra 1968
Francia Constructions Mechaniques Pygmée 1970
Francia Equipe Tecno Elf 1971
Francia Elf John Coombs 1972-1973
Francia Ecurie Elf 1974-1976
Mondiali vinti 1 (1976)
GP disputati 60 (49 partenze)
GP vinti 5
Podi 13
Punti ottenuti 109
Pole position 6
Giri veloci 7
 

Jean-Pierre Alain Jabouille (Parigi, 1º ottobre 1942) è un ex pilota automobilistico francese, vincitore di due Gran Premi di Formula 1 e campione europeo di Formula 2 nel 1976.

CarrieraModifica

 
Jean-Pierre Jabouille nel 1975

La sua carriera come pilota di Formula 1 è stata legata ai primi passi del turbocompressore nel campionato mondiale. Esperto collaudatore, dopo aver testato la Renault-Alpine A500, è a lui che la Renault affidò la prima vettura realizzata dalla casa francese per la Formula 1, che debuttò a Silverstone, in occasione del Gran Premio di Gran Bretagna 1977. La prima vittoria di Jabouille coincise anche con la prima vittoria della Renault, e con la prima vittoria di un motore turbocompresso, al Gran Premio di Francia del 1979.

La stagione successiva lo vide ancora vincitore di una gara, nel Gran Premio d'Austria, ma anche alle prese con la scarsa affidabilità della potente vettura francese. Durante la penultima gara dell'anno, in Canada, uscì di pista e si fratturò le gambe in un incidente che mise in pratica fine alla sua carriera ad alto livello. Nel 1981 infatti, dopo uno stentato inizio di stagione con la Ligier-Matra, decise di chiudere l'esperienza in Formula 1 come pilota, passando a ruoli organizzativi e dirigenziali.

In questa nuova veste, fu a metà degli anni novanta a capo del progetto Peugeot con cui la casa francese prese parte al mondiale di Formula 1 come fornitore di motori.

RisultatiModifica

Formula 1Modifica

1974 Scuderia Vettura                               Punti Pos.
Iso Marlboro
Surtees[1]
Williams FW
Surtees TS16[1]
NQ NQ 0
1975 Scuderia Vettura                             Punti Pos.
Tyrrell Tyrrell 007 12 0
1977 Scuderia Vettura                                   Punti Pos.
Renault Renault RS01 Rit Rit Rit Rit NQ 0
1978 Scuderia Vettura                                 Punti Pos.
Renault Renault RS01 Rit Rit 10 NC 13 Rit Rit Rit Rit Rit Rit Rit 4 12 3 17º
1979 Scuderia Vettura                               Punti Pos.
Renault Renault RS01
Renault RS10[2]
Rit 10 Rit NP Rit Rit NC 1 Rit Rit Rit Rit 14 Rit Rit 9 13º
1980 Scuderia Vettura                             Punti Pos.
Renault Renault RE20 Rit Rit Rit 10 Rit Rit Rit Rit Rit 1 Rit Rit Rit 9
1981 Scuderia Vettura                               Punti Pos.
Ligier Ligier JS17 NQ NC Rit NQ Rit 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

SportprototipiModifica

Campionato internazionale sportprototipiModifica

1966 Scuderia Vettura                          
Hubert Giraud Marcos Mini GT Rit
1968 Scuderia Vettura                    
Alpine Alpine A220 Rit
1969 Scuderia Vettura                    
Alpine Alpine A220 6 Rit Rit
1970 Scuderia Vettura                    
Matra Matra MS660 Rit
1971 Scuderia Vettura                      
Matra Matra MS660 Rit

Campionato del mondo sportprototipiModifica

1972 Scuderia Vettura                      
Matra Matra MS660 Rit
1973 Scuderia Vettura                    
Matra Matra MS670 3
1974 Scuderia Vettura                    
Alpine Alpine A441 10
Matra Matra MS670 3
1975 Scuderia Vettura                  
Renault Sport Alpine A441
Alpine A442[3]
1 Rit 3 4
1976 Scuderia Vettura                            
Renault Sport Alpine A442 Rit Rit 17 3
1978 Scuderia Vettura                          
Sport Calberson Alpine A442 4
1990 Scuderia Vettura                  
Peugeot Talbot Sport Peugeot 905 Rit 13
1991 Scuderia Vettura                
Peugeot Talbot Sport Peugeot 905 Rit
1992 Scuderia Vettura                
Peugeot Talbot Sport Peugeot 905 3

1000 km del NürburgringModifica

Anno Scuderia Costruttore Vettura Numero Categoria Classe Co-Pilota Giri Risultato
di classe
Risultato
assoluto
1974   Societé Automobiles Alpine Alpine Alpine A441 24 Sport S 2.0   Patrick Depailler 29 10º
1975   Renault Alpine S.A. Alpine Alpine A442 6 Sport S 3.0   Gérard Larrousse 44
Legenda

24 Ore di Le MansModifica

Anno Classe Gomme Vettura Squadra Co-piloti Giri Pos.
Assol.
Pos. di
Classe
1968 P
3.0
29 M Alpine A220
Renault Gordini 3.0L V8
  Société des Automobiles Alpine   Jean Guichet 185 DNF DNF
1969 P
3.0
29 M Alpine A220/69
Renault Gordini 3.0L V8
  Société des Automobiles Alpine   Patrick Depailler 209 DNF DNF
1970 P
3.0
30 G Matra MS650
Matra 3.0L V12
  Équipe Matra-Simca   Patrick Depailler
  Tim Schenken
70 DNF DNF
1972 S
3.0
16 G Matra MS660C
Matra 3.0L V12
  Équipe Matra-Simca Shell   David Hobbs 278 DNF DNF
1973 S
3.0
12 G Matra MS670B
Matra 3.0L V12
  Équipe Matra-Simca Shell   Jean-Pierre Jaussaud 331
1974 S
3.0
9 G Matra MS670C
Matra 3.0L V12
  Équipe Gitanes   François Migault 322
1976 Gp.6
3.0
19 M Renault Alpine A442
Renault 1997cc V6 turbo
  Renault Sport   Patrick Tambay
  Louis José Dolhem
135 DNF DNF
1977 S
+2.0
9 M Renault Alpine A442
Renault 2.0L Turbo V6
  Équipe Renault Elf   Derek Bell 257 DNF DNF
1978 S
+2.0
7 M Renault Alpine A442A
Renault 2.0L Turbo V6
  Équipe Renault Elf Sport Calberson   Guy Fréquelin
  Jean Ragnotti
  Louis José Dolhem
358
1978 S
+2.0
1 M Renault Alpine A443
Renault 2.0L Turbo V6
  Équipe Renault Elf Sport   Patrick Depailler 279 DNF DNF
1989 C1 62 G Sauber C9
Mercedes-Benz M119 5.0L Turbo V8
  Team Sauber Mercedes   Jean-Louis Schlesser
  Alain Cudini
378
1991 C1 5 M Peugeot 905
Peugeot SA35 3.5L V10
  Peugeot Talbot Sport   Mauro Baldi
  Philippe Alliot
22 DNF DNF
1992 C1 2 M Peugeot 905 Evo 1B
Peugeot SA35 3.5L V10
  Peugeot Talbot Sport   Mauro Baldi 345
1993 C1 2 M Peugeot 905 Evo 1B
Peugeot SA35 3.5L V10
  Peugeot Talbot Sport   Philippe Alliot
  Mauro Baldi
367

Formula 2Modifica

Stagione Scuderia Telaio Motore 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 Punti Pos.
1968 Matra Matra MS7 Cosworth FVA HOC THR JAR ZOL[4] PAL TUL ZAN PER HOC
9
VAL 0 NC
1970 Constructions Mechaniques Pygmée Pygmée MDB15 Cosworth FVA THR
NQ
HOC BAR
11
ROU
NQ
PER
8
TUL IMO
NQ
HOC
NP
2 16º
1971 Equipe Tecno Elf Tecno TF71 Ford BDA HOC
Rit
THR NÜR JAR
NQ
CRY
NQ
ROU
NQ
MAN TUL ALB
NQ
VAL VAL 0 NC
1972 Elf John Coombs March 722 Ford BDA MAL
Rit
THR HOC IMO
NC
MAN
2
PER
Rit
7 14º
Alpine A367 PAU
NQ
CRY HOC ROU
NP
ÖST
Rit
SAL
9
ALB
Rit
HOC
10
1973 Elf John Coombs Alpine A367 Ford BDA MAL HOC THR
Rit
NÜR
Rit
PAU KIN NIV HOC ROU
NP
MNZ MAN
Rit
KAR PER
Rit
SAL NOR ALB
5
VAL 3 24º
1974 Ecurie Elf Alpine A367 BMW BAR
3
HOC PAU
4
SAL
Rit
HOC
1
MUG
7
KAR PER HOC
3
VAL
Rit
20
1975 Ecurie Elf Elf 2J BMW EST
8
THR
5
HOC
Rit
NÜR
4
PAU
2
HOC
Rit
SAL
1
ROU
Rit
MUG
Rit
PER
Rit
SIL
Rit
ZOL
Rit
NOG
3
VAL 24
1976 Ecurie Elf Elf 2J Renault HOC
Rit
THR
14
VAL
1
SAL
6
PAU
3
HOC
4
ROU
2
MUG
1
PER
4
EST
2
NOG
Rit
HOC
1
53

NoteModifica

  1. ^ a b Nel Gran Premio d'Austria 1974.
  2. ^ Dal Gran Premio di Spagna 1979.
  3. ^ Dalla 1000 km di Monza.
  4. ^ non tutte le fonti sono concordi ad attribuire alla gara lo status di gara valida per il campionato.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN12494509 · ISNI (EN0000 0000 0289 4731 · BNF (FRcb139305991 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2019003794