Apri il menu principale

Jean Sendy (19101978) è stato uno scrittore e traduttore francese[1], autore di opere sull'esoterismo e l'ufologia. Fu anche uno dei primi sostenitori dell'ipotesi paleoastronautica[2].

Teoria degli antichi astronautiModifica

Sendy nel 1968 scrisse il libro "La luna: la chiave della Bibbia" in cui affermava che la parola "Elohim" presente nel testo ebraico originale della Bibbia, tradizionalmente tradotta con Dio, dovrebbe invece essere tradotta con il plurale "Dei", perché il singolare della parola "Elohim" è "Eloah"[3]. Sosteneva che i cosiddetti "Dei" erano invece viaggiatori spaziali (una forma antropomorfa di vita extraterrestre). Sendy credeva che la Genesi raccontasse la storia di antichi astronauti che colonizzarono la terra e diventarono angeli nella memoria umana. Nel suo libro del 1969 «Quegli dèi che hanno fatto il cielo e la terra», Sendy affermava che viaggiatori spaziali 23.500 anni fa arrivarono nel sistema solare all'interno di una grande sfera vuota e diedero origine all'umanità.

Elenco delle opereModifica

  • La luna: la chiave della Bibbia (1968) edizione successiva (1974)
  • Quegli dèi che hanno fatto il cielo e la terra; il romanzo della Bibbia (1969) successiva edizione (1972) ISBN 0-425-02130-0
  • L'arrivo degli dei (1970) successiva edizione (1973) ISBN 0-425-02398-2
  • Luna avamposto degli dei (1975) ISBN 0-425-02798-8

Conferenze pubblicheModifica

  • Primo Congresso Nazionale sulla Fantascienza - Clermont-Ferrand, Francia, dal 1 al 10 marzo 1974

 

NoteModifica

  1. ^ [1]
  2. ^ Profilo di Jean Sendy[collegamento interrotto]
  3. ^ Jean Sendy, La Lune, Cle de la Bible, 1968 pag. 7

Collegamenti esterniModifica

Saggio accademico di Stefano Bigliardi sulla vita e l'opera di Jean Sendy
Controllo di autoritàVIAF (EN59089162 · ISNI (EN0000 0001 0905 2438 · LCCN (ENno2015049717 · BNF (FRcb11924412b (data) · WorldCat Identities (ENno2015-049717
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie