Jenson Brooksby

tennista statunitense
Jenson Brooksby
Brooksby RG21 (42) (51376192761).jpg
Jenson Brooskby all'Open di Francia 2021
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 193 cm
Peso 83 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 16-9 (64%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 56° (1º novembre 2021)
Ranking attuale 56° (20 dicembre 2021)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open -
Francia Roland Garros 1T (2021)
Regno Unito Wimbledon -
Stati Uniti US Open 4T (2021)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 0-0 (0%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 1403° (18 novembre 2019)
Ranking attuale
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte 0-1 (0%)
Titoli vinti 0
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open -
Francia Roland Garros -
Regno Unito Wimbledon -
Stati Uniti US Open 1T (2019)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 20 dicembre 2021

Jenson Brooksby (Sacramento, 26 ottobre 2000) è un tennista statunitense.

CarrieraModifica

Inizi e attività tra gli junioresModifica

Inizia a giocare tennis a 4 anni e a 7 comincia a essere seguito dal coach Joseph Gilbert, direttore della JMG Academy di Sacramento, con il quale dà inizio a una lunga collaborazione che continuerà anche tra i professionisti.[1] Fa il suo esordio nell'ITF Junior Circuit nel marzo 2015 e nei primi anni non va oltre a una finale disputata in un torneo di Grade 5. Nell'aprile 2018 vince il suo unico titolo tra gli juniores agli Easter Bowl Championships, torneo di Grade B1. In settembre viene eliminato da Lorenzo Musetti in semifinale degli US Open, il suo ultimo torneo da juniores, e in ottobre raggiunge il suo miglior ranking di categoria alla 54ª posizione.[2]

2016-2018, inizi da professionistaModifica

Fa la sua prima esperienza tra i professionisti nell'ottobre 2016 vincendo il primo incontro alle qualificazioni del Challenger di Stockton e viene eliminato all'incontro successivo. Due settimane dopo esordisce in un tabellone principale con una sconfitta al torneo ITF U.S.A. F33. Nelle prime due stagioni tra i professionisti gioca saltuariamente senza ottenere risultati di rilievo e inizia a essere presente con maggiore regolarità a partire dall'estate del 2018. In ottobre entra con una wild card nel main draw degli US Open grazie alla semifinale raggiunta nel torneo juniores,[1] e viene eliminato al primo turno.

2019-2020, tre titoli ITF, primo incontro vinto agli US Open, infortuni e lunga convalescenzaModifica

Nel marzo 2019 disputa e vince la sua prima finale da professionista al torneo ITF M25 Bakersfield sconfiggendo per 6-3, 6-1 Aleksandar Vukic. In estate vince altri due titoli nei tornei ITF M25 Champaign e M25 Decatur. In agosto affronta per la prima volta le qualificazioni in una prova del Grande Slam agli US Open e vince tutti e tre gli incontri con Kaichi Uchida, Yūichi Sugita e Pedro Martinez. Al primo turno vince il suo primo incontro in un torneo del circuito maggiore superando in quattro set il nº 98 ATP Tomáš Berdych, ottenendo la sua prima vittoria su un top 100; al turno successivo cede in quattro set a Nikoloz Basilashvili e a fine torneo fa il suo ingresso nella top 300 del ranking ATP. Verso fine anno deve fermarsi per circa 14 mesi per infortuni subiti a un braccio e a un piede. La sua intenzione era di entrare nella squadra di tennis della Baylor University, ma dopo la convalescenza opterà per dedicarsi esclusivamente al tennis professionistico.[1]

2021, primi titoli Challenger, prima finale ATP e 56º nel rankingModifica

Rientra nel febbraio 2021 dopo la lunga convalescenza e, grazie alle misure prese dall'ATP per far fronte alla pandemia di COVID-19, riparte dalla 314ª posizione del ranking. Al terzo torneo disputato dopo il rientro, vince il suo primo titolo Challenger a Potchefstroom superando in finale Tejmuraz Gabašvili con il punteggio di 2-6, 6-3, 6-0. Al successivo Challenger di Cleveland perde la finale contro Bjorn Fratangelo. In aprile vince due Challenger consecutivi a Orlando e a Tallahassee, battendo in finale rispettivamente Denis Kudla e lo stesso Fratangelo. Già dopo il torneo di Orlando fa il suo ingresso nella top 200. Supera le qualificazioni al Roland Garros e al primo turno viene sconfitto in tre set da Aslan Karacev. In luglio prende parte al torneo ATP 250 sull'erba di Newport e supera Evgeny Donskoy e Denis Kudla, approdando per la prima volta al terzo turno di un torneo maggiore; nei quarti ha la meglio su Peter Gojowczyk e in semifinale sconfigge in due set il nº 71 ATP Jordan Thompson. In finale cede per 6-7, 4-6 al riemergente veterano Kevin Anderson e a fine torneo porta il suo miglior ranking alla 126ª posizione.

Conferma il buon momento al successivo ATP 500 di Washington; al primo turno si prende la rivincita su Anderson battendolo in due set, elimina senza perdere alcun set le teste di serie nº 16 Frances Tiafoe, nº 2 Félix Auger-Aliassime e nei quarti la nº 11 John Millman. Si arrende in semifinale a Jannik Sinner e a fine torneo entra per la prima volta nella top 100, in 99ª posizione. Al primo turno del Toronto Masters viene sconfitto in rimonta da Nikoloz Basilashvili. Entra con una wild card nel tabellone principale degli US Open e vince contro Mikael Ymer al primo turno, al secondo elimina Taylor Fritz e al terzo supera in cinque set la testa di serie nº 21 Karacev, che lo aveva sconfitto al Roland Garros. Negli ottavi vince 6-1 il primo parziale contro il nº 1 del mondo Novak Djokovic, che rimonta e si impone in quattro set. Continua l'ascesa in classifica con un incontro vinto all'Indian Wells Masters e la semifinale raggiunta ad Anversa, nella quale cede a Diego Schwartzman dopo aver eliminato tre top 100, risultato che lo porta al 56º posto mondiale, nuovo best ranking. A fine anno gli viene assegnato il premio ATP riservato all'esordiente dell'anno.[3]

StatisticheModifica

SingolareModifica

Finali perse (1)Modifica

Legenda
Grande Slam (0)
ATP Finals (0)
ATP Master 1000 (0)
ATP Tour 500 (0)
ATP Tour 250 (1)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 18 luglio 2021   Hall of Fame Open, Newport Erba   Kevin Anderson 6(8)-7, 4-6

Tornei minoriModifica

SingolareModifica

Vittorie (6)Modifica
Legenda tornei minori
Challenger (3)
Futures (3)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 17 marzo 2019   M25 Bakersfield, Bakersfield Cemento   Aleksandar Vukic 6-3, 6-1
2. 28 luglio 2019   M25 Champaign, Champaign Cemento   Oliver Crawford 6-2, 6-1
3. 4 agosto 2019   M25 Decatur, Decatur Cemento   Santiago Fa Rodriguez Taverna 6-1, 6-4
3. 21 febbraio 2021   PotchOpen II, Potchefstroom Cemento   Tejmuraz Gabašvili 2-6, 6-3, 6-0
4. 18 aprile 2021   Orlando Open I, Orlando Cemento   Denis Kudla 6-3, 6-3
5. 25 aprile 2021   Tallahassee Tennis Challenger, Tallahassee Cemento   Bjorn Fratangelo 6-3, 4-6, 6-3
Sconfitte in finale (1)Modifica
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 21 marzo 2021   Cleveland Open, Cleveland Cemento indoor   Bjorn Fratangelo 5-7, 4-6

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica