Jeremy Kagan

regista statunitense

Jeremy Kagan (Mount Vernon, 14 dicembre 1945) è un regista, sceneggiatore e produttore televisivo statunitense[1].

BiografiaModifica

Nato a Mount Vernon, New York, Kagan ha conseguito il B.A. dalla Harvard University nel 1967. Ha continuato a frequentare il neo-costituito Graduate Institute of Film & Television della New York University ed era in prima classe al Conservatorio AFI.

Carriera cinematografica e televisivaModifica

I crediti cinematografici di Kagan includono il successo al botteghino Heroes (1977)[2], The Big Fix[2] (1978), una commedia thriller politica con Richard Dreyfuss; Gli eletti (1981), dal libro omonimo di Chaim Potok; Il viaggio di Natty Gann[1] (1985); la commedia underground Ragazze, il mostro è innamorato[2] (1989); il film cult della scherma By The Sword[2] (1991); e il film Golda's Balcony[2] (2006), tratto dall'omonima commedia.

È stato anche un prolifico regista televisivo, iniziando già nel 1972 all'età di 26 anni, dirigendo "The Most Crucial Game", episodio della seconda stagione de Colombo[2]. Nel 1996, Kagan ha vinto un Primetime Emmy Award per la miglior regia di una serie drammatica per l'episodio "Leave of Absence" di Chicago Hope. Altri crediti includono il film televisivo Katherine: The Making of an American Revolutionary, che ha anche scritto, e Conspiracy: The Trial of the Chicago 8[2] per il quale ha vinto il CableACE Award per il miglior speciale drammatico. Kagan ha anche diretto Roswell: The UFO Conspiracy[2] che ha ottenuto una nomination ai Golden Globe.

Altri film per la televisione includono The Ballad of Lucy Whipple,[2] Courage[2] con Sophia Loren, Scott Joplin, Descending Angel per HBO e per Showtime Color of Justice,[2] Bobbie's Girl,[2] e Crown Heights,[2] sui disordini del 1991 che hanno vinto il Premio Humanitas nel 2004. Questo film ha anche ricevuto un NAACP Image Award e la nomination alla Directors Guild come miglior film per famiglie. Kagan ha anche diretto un episodio del film Taken di Steven Spielberg, vincitore di un Emmy. Ha lavorato a diverse altre serie televisive tra cui The West Wing, The Guardian,[2] Resurrection Blvd.,[2] Picket Fences,[2] Boomtown.

Kagan ha prodotto e diretto la serie in dieci parti The ACLU Freedom Files, nel 2006 e nel 2007 che ha ricevuto numerosi premi ed è stata trasmessa su Link TV, Court TV e PBS. Kagan ha recentemente realizzato una serie di brevi documentari e film di advocacy per le ONG, tra cui The Doe Fund, che lavora con i senzatetto e gli ex carcerati, e The Democracy School, un movimento che sviluppa la governance locale, e Bioneers, che promuove i risultati nella giustizia ambientale e sociale.

Altre attivitàModifica

Kagan è professore di ruolo presso la University of Southern California, dove tiene corsi di laurea in regia.

È stato direttore artistico del Sundance Institute di Robert Redford ed è membro del consiglio nazionale della Directors Guild of America e presidente del comitato per i progetti speciali che fornisce programmi culturali ed educativi per i 14.000 membri. Nel 2004 è stato insignito del Robert Aldrich Award per "servizio straordinario all'associazione".[3]

Nella sua veste di membro della Directors Guild of America, Kagan modera anche la tavola rotonda annuale del gruppo con i cinque candidati di quell'anno per la miglior regia – lungometraggio.[4][5][6][7][8]

Kagan è anche l'autore del libro Directors Close Up (2006).

Vita privataModifica

Kagan vive a Venice, in California, con la sua compagna Anneke Campbell, scrittrice. Sua figlia Eve si è laureata alla Harvard Ed School ed è ora attrice, scrittrice e insegnante di yoga.

FilmografiaModifica

RegistaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN266042157 · ISNI (EN0000 0003 8287 1231 · LCCN (ENn89626849 · BNE (ESXX1238907 (data) · BNF (FRcb140396156 (data) · J9U (ENHE987007454399105171 · WorldCat Identities (ENlccn-n89626849