Apri il menu principale
Jessie Royce Landis nel film L'impareggiabile Godfrey (1957)

Jessie Royce Landis, nome d'arte di Jessie Royce Medbury (Chicago, 25 novembre 1896Danbury, 2 febbraio 1972), è stata un'attrice cinematografica, teatrale e televisiva statunitense.

Indice

BiografiaModifica

Nativa di Chicago, Jessie Royce Landis svolse attività di interprete teatrale per la maggior parte della sua carriera. Dopo un paio di sporadiche apparizioni cinematografiche all'inizio degli anni trenta, tornò sul grande schermo nel 1949 con il ruolo di Mrs. Chase nella commedia Mr. Belvedere va in collegio (1949), accanto a Clifton Webb, e nello stesso anno iniziò a lavorare regolarmente anche per la televisione.

Affermatasi come affidabile caratterista durante gli anni cinquanta, la Landis interpretò con spiritosa ironia il ruolo della madre di Grace Kelly nel giallo-rosa Caccia al ladro (1955) di Alfred Hitchcock. Il personaggio di Jessie Stevens, la milionaria vedova di un magnate del petrolio, che gira il mondo con l'affascinante e algida figlia Frances (la Kelly), fu mirabilmente tratteggiato dall'attrice, protagonista di brillanti e gustosi duetti verbali con i co-protagonisti Cary Grant e John Williams.

Successivamente partecipò ad altre due eleganti commedie, Il cigno (1956), ancora accanto a Grace Kelly, e L'impareggiabile Godfrey (1957), prima di essere nuovamente diretta da Hitchcock in uno dei suoi capolavori, Intrigo internazionale (1959). In questo film la Landis interpretò con perfetto aplomb il personaggio dell'imperturbabile madre del protagonista Roger Thornhill (Cary Grant). Pur essendo di soli sette anni più anziana di Grant[1], l'attrice risultò credibile nei panni della madre, ruolo di cui Hitchcock curò la verosimiglianza facendo indossare alla Landis un soprabito con collo di pelliccia dal taglio classico che ne accentuò l'aspetto dignitosamente matronale[1].

Durante gli anni sessanta la Landis lavorò ancora in Le piace Brahms? (1961) e nelle commedie Venere in pigiama (1962) e Mia moglie ci prova (1963), continuando a comparire sul piccolo schermo in popolari serie televisive come L'ora di Hitchcock (1960), Organizzazione U.N.C.L.E. (1965) e Ironside (1969-1971). Tra le sue ultime apparizioni di rilievo sono da ricordare il film Airport (1970), nei panni di Mrs. Harrier DuBarry Mossman, e l'episodio Lady in Waiting della serie poliziesca televisiva Colombo (1971).

Vita privataModifica

Dopo i primi due matrimoni con Perry Lester Landis (1923-1935) e con Rex Smith (1937-1944), la Landis si sposò per la terza volta con il generale J.F.R. “Jeff” Seitz. Il matrimonio durò fino alla morte dell'attrice, avvenuta il 2 febbraio 1972, all'età di 75 anni, nella sua residenza di Danbury (Connecticut). La sua autobiografia, dal titolo You Won't Be So Pretty (But You'll Know More), venne pubblicata nel 1954.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Doppiatrici italianeModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Richard Torregrossa, Cary Grant, a celebration of style, Bulfinch, 2006, pag. 165

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN3765149489153093810003 · ISNI (EN0000 0003 5858 8890 · GND (DE173867421