Apri il menu principale
Jiří Mahen

Jiří Mahen, pseudonimo di Antonín Vančura (Čáslav, 12 dicembre 1880Brno, 22 maggio 1939), è stato uno scrittore ceco.

Indice

BiografiaModifica

Fu direttore del Teatro Artistico di Brno dal 1918 al 1920.[1]

I suoi versi sono caratterizzati dall'impressionismo giornalistico, tranne nel caso di Mare morto (1918), dramma nazionalistico ambientato tra la popolazione contadina nel periodo pre-illuministico.[1]

Interessanti si dimostrarono anche i suoi saggi incentrati sugli aspetti e sulle problematiche teatrali.

Redattore per dieci anni (1909-1919) del più antico quotidiano ceco, tuttora esistente, Lidové noviny (Giornale del popolo), fu anche direttore della Biblioteca Comunale di Brno. A lui è intitolato il Mahenovo divadlo (teatro Mahen) di Brno, uno dei tre grandi edifici del Národní divadlo Brno (Teatro Nazionale di Brno), dedicato per lo più a rappresentazioni di prosa e balletti classici.

Morì suicida il 22 marzo 1939 in risposta all'occupazione nazista della Cecoslovacchia.

Opere principaliModifica

PoesieModifica

  • Plamínky
  • Duha: cyklus veršů, 1916
  • Tiché srdce
  • Balady
  • Rozloučení s jihem
  • Požár Tater

ProsaModifica

  • Kamarádi svobody
  • Podívíni
  • Rybářská knížka
  • Měsíc
  • Nejlepší dobrodružství
  • Díže
  • Dvě povídky, 1918

Letteratura per ragazziModifica

  • Co mi liška vyprávěla
  • Dvanáct pohádek

Saggi sul teatroModifica

  • Před oponou
  • Režisérův zápisník

DrammiModifica

  • Janošík
  • Nebe, peklo, ráj
  • Mrtvé moře (Mare morto), 1918
  • Generace
  • Dezertér
  • Ulička odvahy
  • Nasredin čili Nedokonalá pomsta
  • Husa na provázku

NoteModifica

  1. ^ a b le muse, VII, Novara, De Agostini, 1966, p. 176.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN61589020 · ISNI (EN0000 0003 6855 4758 · LCCN (ENn82112986 · GND (DE11878126X · BNF (FRcb12176292j (data)