Jim Mickle

regista statunitense

Jim Mickle (Pottstown, 1979[1]) è un regista, sceneggiatore e montatore statunitense.

Jim Mickle

BiografiaModifica

Jim Mickle nasce a Pottstown, in Pennsylvania, nel 1979.[1][2] Decide di diventare regista dopo aver visto il film L'armata delle tenebre.[1]

Dopo essersi laureato nel 2002 alla New York University, ha i suoi primi contatti con il mondo del cinema come assistente di produzione ed operatore di camera in una serie di film di registi esordienti.[3]

CarrieraModifica

Mickle incontra per la prima volta Nick Damici mentre entrambi stanno lavorando su una tesi scolastica nel 2001. I due concepiscono l'idea di un film di zombie, che cinque anni dopo diventerà il loro primo progetto, Mulberry Street, un horror sul tema della gentrificazione.[3] Diretto da Mickle e scritto da quest'ultimo assieme a Damici, il film viene accolto in maniera entusiasta da critica a e pubblico, specie se comparato al suo esiguo costo di produzione. Il secondo film del duo, Stake Land, viene lodato dal New York Times.[4] Nel 2013 Mickle dirige We Are What We Are, nuova collaborazione tra lui e Damici, che viene proiettato al Sundance Film Festival 2013[5] e nella sezione Directors' Fortnight al Festival di Cannes 2013.[6] Nel 2014 dirige Cold in July - Freddo a luglio, adattamento dell'omonimo romanzo di Joe R. Lansdale, con Michael C. Hall, Don Johnson e Nick Damici (che scrive anche la sceneggiatura).[7][8]

Attualmente, sta lavorando a Godforsaken, thriller con protagonista Sylvester Stallone.[9] Tra i suoi progetti futuri figura Esperanza, la storia di una sparatoria nel sud della California, scritto da Sean O'Keefe e tratto dal romanzo di John N. Maclean.[10]

Da sempre, Mickle ha dichiarato di preferire la regia ed il montaggio alla sceneggiatura, e di avere una predilezione per i film dell'orrore.[11]

Filmografia parzialeModifica

RegistaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

SceneggiatoreModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

  • Hap and Leonard - serie TV (2016) - ideatore
  • Sweet Tooth - serie TV, 8 episodi (2021) - anche showrunner e produttore esecutivo

MontatoreModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Todd Brown, The New American Horror: Jim Mickle, su Twitch Film, 17 agosto 2010. URL consultato il 19 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 3 febbraio 2014).
  2. ^ Last chance to see horror of 'Mulberry Street', su Pottstown Mercury, 6 dicembre 2011. URL consultato il 19 gennaio 2014.
  3. ^ a b (EN) Jeremiah Kipp, Nightmare on Mulberry Street: An Interview with Writer-Director Jim Mickle and Co-Writer-Actor Nick Damici, su Slant Magazine, 27 marzo 2008. URL consultato il 19 gennaio 2014.
  4. ^ (EN) Jeannette Catsoulis, Bringing on the Vampires in 'Stake Land', The New York Times, 21 aprile 2011. URL consultato il 19 gennaio 2014.
  5. ^ (EN) We Are What We Are, Sundance Film Festival, 25 maggio 2013. URL consultato il 25 maggio 2013 (archiviato dall'url originale l'8 marzo 2013).
  6. ^ (EN) List of films in Cannes Directors' Fortnight, su Cannes, 25 maggio 2013. URL consultato il 25 maggio 2013.
  7. ^ (EN) Grant Golden, Michael C. Hall Signs on for Film Adaptation of Cold In July, su pastemagazine.com, 31 maggio 2013. URL consultato il 19 gennaio 2014.
  8. ^ (EN) Mike Fleming, Cannes: Backup Media, Memento Bring Heat To Fest Helmer Jim Mickle’s ‘Cold In July’, su deadline.com, 19 maggio 2013. URL consultato il 19 gennaio 2014.
  9. ^ (EN) Tony Potts, Sylvester Stallone to Film Movie In Cartersville, coosavalleynews.com, 8 novembre 2016. URL consultato il 16 novembre 2016.
  10. ^ (EN) Jim Mickle To Direct Wildfire Drama Esperanza For Legendary, su wegotthiscovered.com. URL consultato il 19 gennaio 2014.
  11. ^ (EN) Cleaver Patterson, Interview: Jim Mickle, Director of STAKE LAND, su starburstmagazine.com, 17 giugno 2011. URL consultato il 19 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2014).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN14585732 · ISNI (EN0000 0001 1932 5196 · LCCN (ENno2008097048 · GND (DE1068982594 · BNF (FRcb16154570q (data) · BNE (ESXX5248756 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2008097048