João Nunes Barreto

gesuita portoghese
João Nunes Barreto, S.I.
patriarca della Chiesa cattolica
Template-Patriarch (Latin Rite) Interwoven with gold.svg
 
Incarichi ricopertiPatriarca di Etiopia
 
Nato1517 a Porto
Ordinato presbitero1545
Nominato patriarca23 gennaio 1555 da papa Giulio III
Consacrato patriarca5 maggio 1555 dal vescovo Julião de Alva
Deceduto22 dicembre 1562 a Goa
 

João Nunes Barreto (Porto, 1517Goa, 22 dicembre 1562) è stato un patriarca cattolico e gesuita portoghese.

BiografiaModifica

Studiò a Salamanca e, divenuto prete, esercitò il suo ministero nell'arcidiocesi di Braga come parroco di Freiriz. Entrò nella Compagnia di Gesù a Coimbra nel 1545 e tra il 1548 e il 1554 fu missionario a Tétouan, in Marocco.

Intanto, su istanza del re di Portogallo Giovanni III, era stato istituito il patriarcato di Etiopia e Ignazio di Loyola, che inizialmente aveva proibito ai gesuiti di accettare prelature, acconsentì all'elezione di Barreto a patriarca. Barreto fu, quindi, il primo gesuita a essere innalzato all'episcopato il 23 gennaio 1555, venendo consacrato da Julião de Alva, vescovo di Portalegre,

Nel 1556 partì per Goa assieme ai suoi vescovi coadiutori Andrés de Oviedo e Melchior Carneiro Leitão: in India apprese che le speranze che gli etiopi abbandonassero il monofisismo e aderissero al cattolicesimo, come promesso dal negus Claudio, erano svanite; inviò, comunque, Oviedo in Etiopia per impiantarvi una missione, ma non ottenne risultati significativi.

Barreto rimase a Goa svolgendovi il suo apostolato missionario: inviò alla Santa Sede la richiesta di essere destituito dalla dignità episcopale ma la risposta, negativa, arrivò dopo la sua morte.

BibliografiaModifica

  • (EN) John W. Witek, in Gerald H. Anderson, Biographical dictionary of Christian missions, Wm. B. Eerdmans Publishing, Grand Rapids 1999, p. 502. ISBN 0-8028-4680-7.
  • (ES) Ángel S. Hernández, Jesuitas y obispados: Los jesuitas obispos misioneros y los obispos jesuitas de la extinción, vol. 2, Universidad Pontificia Comillas, Madrid 2001, pp. 27–37. ISBN 84-89708-99-1.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN129762369