Joaquín Almunia

politico spagnolo
(Reindirizzamento da Joaquín Almunia Amann)
Joaquín Almunia
Joaquin Almunia Mercosul.jpg

Vicepresidente della Commissione europea
Durata mandato 9 febbraio 2010 –
31 ottobre 2014
Presidente José Manuel Barroso
Predecessore Neelie Kroes
Successore Margrethe Vestager

Commissario europeo per la concorrenza
Durata mandato 9 febbraio 2010 –
31 ottobre 2014
Presidente José Manuel Barroso
Predecessore Neelie Kroes
Successore Margrethe Vestager

Commissario europeo per gli affari economici e monetari
Durata mandato 26 aprile 2004 –
9 febbraio 2010
Presidente Romano Prodi
José Manuel Barroso
Predecessore Pedro Solbes
Successore Olli Rehn

Leader dell'opposizione
Durata mandato 14 maggio 1999 –
1ºluglio 2000
Capo del governo José Maria Aznar
Predecessore Josep Borrell
Successore José Luis Rodríguez Zapatero

Durata mandato 22 giugno 1997 –
24 aprile 1998
Capo del governo José Maria Aznar
Predecessore Felipe González
Successore Josep Borrell

Dati generali
Partito politico Partito Socialista Operaio Spagnolo
Università École pratique des hautes études
Università di Deusto
Università di Harvard
Professione Economista

Joaquín Almunia Amann (Bilbao, 17 giugno 1948) è un politico spagnolo.

Membro della commissione Europea nel mandato del presidente Barroso.

È stato responsabile degli affari economici nel secondo mandato del Presidente Barroso.

È stato membro del PSOE col quale nel 2000 perse le elezioni generali contro José María Aznar del PP.

Commissione EuropeaModifica

Nell'aprile 2004 Almunia diventa Commissario europeo per gli Affari Economici e Monetari nella Commissione Prodi, in sostituzione del connazionale Pedro Solbes, entrato nel governo spagnolo. Ha ricoperto questa carica congiuntamente con il commissario estone Siim Kallas, insediatosi il 1º maggio 2004 contestualmente all'ingresso dell'Estonia nell'Unione europea.

Con l'insediamento della Commissione Barroso I, il 22 novembre 2004, Almunia ha mantenuto il proprio ruolo di Commissario, con il medesimo portafoglio.

È stato membro della Commissione Barroso II, insediatasi il 10 febbraio 2010, ricoprendo così per la terza volta il ruolo di commissario europeo, con il portafoglio della Concorrenza.

OnorificenzeModifica

  Gran Croce dell'Ordine di Carlo III
— 30 luglio 1993[1]

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN84720911 · ISNI (EN0000 0000 7828 2539 · LCCN (ENn98107301 · GND (DE121894061 · BNE (ESXX931504 (data) · BNF (FRcb14489166f (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n98107301