Apri il menu principale

Joe Walsh

chitarrista statunitense
Joe Walsh
Joe Walsh 4 - 1975.jpg
Joe Walsh nel 1975
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereHard rock
Blues rock
Country rock
Folk rock
Electric blues
Periodo di attività musicale1964 – in attività
Strumentochitarra, voce, tastiere, batteria, basso, mandolino, clarinetto, oboe
EtichettaAsylum, Epic, ABC
GruppiJames Gang
Eagles
Sito ufficiale

Joseph "Joe" Walsh (Wichita, 20 novembre 1947) è un chitarrista statunitense, dal 1976 al 2016 è stato membro del gruppo musicale Eagles.

CarrieraModifica

James GangModifica

Nel 1969 è entrato a far parte del gruppo James Gang dove rimase fino al 1972.

Per questo gruppo oltre alla chitarra e alla voce si è cimentato anche alle tastiere.

EaglesModifica

Nel 1976 è entrato a far parte degli Eagles, la band country rock americana che ha venduto più dischi al mondo, con la quale ha collaborato fino allo scioglimento della stessa, avvenuto nel marzo del 2016, in seguito alla morte di uno dei fondatori, Glenn Frey. Il gruppo si è poi riunito nell'estate 2017 accogliendo il figlio di Glenn Frey, Deacon, che ha preso il posto del padre nella band per volere di Henley, l'altro leader storico del gruppo.

Nel 1978 da solista incide In the City, resa celebre in quanto uno dei brani principali della colonna sonora di The Warriors (I guerrieri della notte), film del 1979 diretto da Walter Hill. Il brano verrà poi inserito nell'album degli Eagles The Long Run (1979).

Una delle sue esibizioni dal vivo più belle si può ammirare nel DVD Eagles - The Farewell Live Tour - Live from Melbourne.

Vita privataModifica

Joe Walsh è stato sposato cinque volte: per breve tempo a Margie Walsh negli anni '60, a Rodi Stefany 1971-1978, a Juanita Boyer 1980-1988 e Denise Driscoll dal 1999 al 2006. Il 13 dicembre 2008 Walsh ha sposato Marjorie Bach (sorella di Barbara Bach la moglie di Ringo Starr) ed è diventato cognato dell'ex Beatles Ringo.

Walsh ha ammesso i suoi problemi con alcol e droga che ha avuto per la maggior parte della carriera; tuttavia, egli è andato in recupero dal 1993, anche grazie alla reunion della sua band storica che lo rivoleva, possibilmente pulito sul palco. Un inquietante aneddoto su quel periodo lo ha raccontato lo stesso Walsh, quando si svegliò su un aereo a Parigi e all'arrivo, riavendo indietro il suo passaporto, non si ricordava di essere salito sull'aereo. Questo è stato, a suo dire, il punto di svolta, motivo per cui è stato sobrio da allora. È un appassionato radioamatore. Walsh ha conseguito una licenza Extra Class Radio Amateur e il suo nominativo è WB6ACU.

DiscografiaModifica

Album prodotti come solistaModifica

  • Barnstorm (Geffen Records - 1972)
  • The Smoker You Drink, The Player You Get (MCA Records - 1973)
  • So What (MCA Records - 1974)
  • You Can't Argue With A Sick Mind (Live - MCA Records - 1976)
  • But Seriously, Folks... (Elektra Records - 1978)
  • There Goes The Neighborhood (Elektra Records - 1981)
  • You Bougth It - You Name It (Warner Bros. - 1983)
  • The Confessor (Warner Bros. - 1985)
  • Got Any Gum (Warner Bros. - 1987)
  • Ordinary Average Guy (Epic - 1991)
  • Songs For A Dying Planet (Epic - 1992)
  • Analog Man (Universal - 2012)

Con i James GangModifica

  • Yer' Album (novembre 1969)
  • James Gang Rides Again (ottobre 1970)
  • Thirds (agosto 1971)
  • James Gang Live in Concert (novembre 1971)

Altre attivitàModifica

Joe è anche un attivo radioamatore (nominativo WB6ACU) ed ha inserito nei suoi album messaggi in alfabeto Morse.

OnorificenzeModifica

  Kennedy Center Honors
— 4 dicembre 2016

BibliografiaModifica

  • Nick Logan e Bob Woffinden, Enciclopedia del rock, Milano, Fratelli Fabbri Editore, 1977.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN91884588 · ISNI (EN0000 0000 7693 1339 · LCCN (ENn91118155 · GND (DE134550188 · BNF (FRcb13900987h (data) · WorldCat Identities (ENn91-118155