Jofré Llançol i Escrivà

Padre di Papa Alexander Vi

Jofré Llançol i Escrivà (Xàtiva, 1390 circa – Valencia, 1436/1437) è stato un nobile spagnolo di Xàtiva, Regno di Valencia, nella città di Borja, noto anche come Jofré de Borja y Escrivà[1] e Jofré de Borja y Doms. Fu legato da vincolo matrimoniale alla Casa prestigiosa della famiglia Borgia. Era lo zio del cardinale Luis Juan de Milá e padre di papa Alessandro VI.

Stemma della famiglia Borgia.

BiografiaModifica

Jofré Llançol i Escrivà nacque a Xàtiva, Comunità Valenzana, intorno al 1390. Fu il capo del ramo della Casa Borgia che risiedeva in Ventres Street a Játiva o Xàtiva. Era il figlio di Rodrigo Gil de Borja y Fennolet, che deteneva il titolo di Jurado del Estamento Militar de Játiva nel 1395, 1406 e 1407, e di sua moglie Sibilia de Escrivà y Pròixita. Jofré morì nel 1436 o nel 1437 a Valencia.[1]

Matrimonio e discendenzaModifica

Jofré Llançol i Escrivà sposò Isabel de Borja y Cavanilles, che era in realtà sua lontana cugina, da Valencia. Era la figlia di Domingo de Borja e di sua moglie Francina Llançol, uno dei quattro figli della coppia comprendeva anche Alfonso de Borja y Cavanilles, che sarebbe poi divenuto papa Callisto III e due sorelle di nome Francisca e Catalina. La coppia ha dato alla luce cinque figli, tra cui:

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Jofré Gil Llanzol y Escribá.
  2. ^ (EN) Salvador Miranda, BORJA Y BORJA, Rodrigo de, su fiu.edu – The Cardinals of the Holy Roman Church, Florida International University.

Collegamenti esterniModifica