Johann Peter Salomon

violinista e compositore tedesco

Johann Peter Salomon (Bonn, 20 febbraio 1745Londra, 28 novembre 1815) è stato un violinista e compositore tedesco.

Johann Peter Salomon

BiografiaModifica

Fu primo violino e direttore d'orchestra presso la corte del principe Enrico, fratello di Federico II di Prussia.

Si trasferì poi a Londra nei primi anni 1780, e vi rimase fino alla morte, dove lavorò come compositore e violinista in un quartetto d'archi.

La storia della musica tuttavia lo ricorda maggiormente come uno dei più famosi impresari musicali, attivissimo a Londra, dove si stabilì definitivamente, alla fine di XVIII secolo, e organizzava importanti eventi concertistici. Riuscì a portare Franz Joseph Haydn a Londra nel 1791-1792 e di nuovo nel 1794-1795. In questa occasione, Haydn scrisse le sue ultime sinfonie numerate 93-104, e un Sinfonia concertante in risposta al suo allievo, diventato suo concorrente, Ignaz Pleyel.

Molti contemporanei di Haydn videro le loro opere eseguite in questi "concerti di Salomon": Jan Ladislav Dussek, Adalbert Gyrowetz, Leopold Kozeluch, Václav Pichl, Antonio Rosetti, Muzio Clementi e Franz Anton Hoffmeister principalmente.

Secondo Franz Xaver Wolfgang Mozart, fu Solomon a dare il soprannome Jupiter alla Sinfonia n. 41 di Mozart.[1]

Come compositore scrisse 5 melodrammi, 1 oratorio, 3 concerti per violino, poco meno di una decina di sinfonie, una dozzina di sonate per violino e per strumenti vari, e alcune piccole pagine vocali da camera (lieder, canzonette ecc.).

NoteModifica

  1. ^ (EN) 'Jupiter' Symphony, in The Oxford Companion to Music, Oxford University Press.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (DE) Lettere di Beethoven a Salomon, su beethoven-haus-bonn.de. URL consultato il 15 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2007).
Controllo di autoritàVIAF (EN7576390 · ISNI (EN0000 0000 8086 9988 · Europeana agent/base/148776 · LCCN (ENn83122588 · GND (DE116767189 · BNF (FRcb14801683h (data) · BNE (ESXX1729481 (data) · CERL cnp01438799 · WorldCat Identities (ENlccn-n83122588