John Cusack

attore, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo politico australiano, vedi John Cusack (politico).

John Paul Cusack (Evanston, 28 giugno 1966) è un attore, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense.

Attore versatile, nel corso della sua carriera ha partecipato ad oltre settanta film, sapendo variare il suo stile di recitazione dal horror al thriller, alle commedie romantiche, ai drammi familiari.

Cusack ha partecipato a numerosi film di successo sia di pubblico che di critica e anche in numerose produzioni di Hollywood. Tra i più noti si ricordano: il giovane truffatore Roy nel film noir di successo Rischiose abitudini, le due commedie dirette da Woody Allen: Ombre e nebbia e Pallottole su Broadway, il film d'azione campione di incassi al botteghino Con Air insieme a Nicolas Cage, la black comedy L'ultimo contratto, considerata come una delle migliori commedie di tutti i tempi, l'ossessivo burattinaio nella commedia di successo Essere John Malkovich, l'infelice proprietario di un negozio di dischi in Alta fedeltà per il quale si aggiudica una nomination ai Golden Globe come miglior attore protagonista e una ai premi Bafta come miglior sceneggiatura non originale, il guidatore di limousine Edward Dakota nell'horror psicologico Identità accolto positivamente dalla critica, uno dei giurati nel legal thriller La giuria con Gene Hackman e Dustin Hoffman, un padre vedovo nel dramma on the road Grace is Gone accolto positivamente anch'esso dalla critica cinematografica ma non dal pubblico, lo scrittore Mike Einslein nell'horror psicologico campione d'incassi 1408 con Samuel L. Jackson ( in particolar modo negli ultimi due film fu molto apprezzata la performance di Cusack), Jackson Curtis nel film catastrofico campione d'incassi di Roland Emmerich 2012 con Woody Harrelson, il serial killer Robert Hansen ne il cacciatore di donne con Nicolas Cage, e Brian Wilson nel film biografico Love & Mercy con Paul Dano per il quale riceve ottime critiche.

[1] [2] [3] [4] Nonostante le sue performance siano state apprezzate più volte dalla critica nei numerosi film da lui fatti, Cusack non ha mai ricevuto una candidatura agli Oscar, motivo per cui viene definito spesso come uno degli attori più sottovalutati "underrated actor"- attore sottovalutato.

BiografiaModifica

Cusack nasce a Evanston, nello stato dell'Illinois. È figlio dell'attore e produttore Dick Cusack, di origini irlandesi, e di Nancy Carolan, insegnante. Quarto di cinque figli, è fratello degli attori Joan, Ann, Bill e Susie. Frequenta le scuole elementari quando entra a far parte, del Piven Theatre Workshop di Chicago. A 12 anni ha già partecipato a numerose pièces teatrali e al doppiaggio di alcuni spot pubblicitari. A 17 anni affianca Rob Lowe e Andrew McCarthy nella commedia romantica Class del 1983 per la regia di Lewis John Carlino. Dopo aver frequentato la Township High School si iscrisse alla New York University, abbandonandola dopo solo un semestre poiché si era reso conto di non essere molto incline allo studio. Quindi decide di dedicarsi interamente alla recitazione.

CarrieraModifica

 
John Cusack

Cusack debutta nella metà degli anni ottanta in alcuni film per teenager, come Sixteen Candles - Un compleanno da ricordare (1984) e Sacco a pelo a tre piazze (1985). Nel 1988 ha un breve cameo nel video musicale di Trip At The Brain dei Suicidal Tendencies. Nel 1989 interpreta Lloyd Dobler nel film Non per soldi... ma per amore, per il quale riceve un CFCA Award come attore più promettente.

Il premio gli apre la strada a ruoli più importanti, come nel noir Rischiose abitudini (1990) e nel film di satira politica I corridoi del potere (1991). Nel 1994 ottiene il ruolo di protagonista nella commedia di successo di Woody Allen Pallottole su Broadway. Un successo di botteghino si rivela Con Air (1997), in cui compare insieme a Nicolas Cage, e il nero-umoristico L'ultimo contratto (1997), che nel 2000 è giudicato dai lettori della rivista statunitense Total Film una delle migliori commedie di tutti i tempi, aggiudicandole il ventunesimo posto in classifica.

Negli anni successivi interpreta l'ossessivo burattinaio in Essere John Malkovich (1999), l'infelice proprietario di un negozio di dischi in Alta Fedeltà (2000), il giornalista innamorato in "Serendipity" (2001) e il proprietario di una galleria d'arte che fa da mentore a un giovane Adolf Hitler nel film Max (2002), per la cui produzione rinuncia al suo compenso di attore. Già apparso nel 1986 in un piccolo ruolo nel film Stand by Me - Ricordo di un'estate, tratto da un racconto di Stephen King, Cusack torna a interpretare come protagonista un film horror tratto da un racconto di King, 1408 (2007), insieme a Samuel L. Jackson: il film incassa più di 130 milioni di dollari.

In seguito ottiene il ruolo del padre vedovo nel drammatico Grace Is Gone (2007), incentrato sul tema della Guerra in Iraq, e poi dell'assassino Brand Hauser nella satira politica War, Inc. (2008), insieme alla cantante Hilary Duff e a Marisa Tomei. È il protagonista di 2012 (2009), diretto da Roland Emmerich, e un assassino ne Il cacciatore di donne (2013) e Il ricatto (2013).

Vita privataModifica

Cusack, che è nato a Evanston, una delle cittadine a nord di Chicago, è rimasto a vivere in città, non trasferendosi a Los Angeles come molti suoi colleghi. Cusack è tifoso della squadra di hockey dei Chicago Blackhawks e delle due squadre di baseball, i Chicago Cubs e i Chicago White Sox. Ha guidato la folla in una performance della canzone Take Me Out to the Ball Game nello stadio di baseball Wrigley Field. Era presente - insieme ai compagni fan dei Cub, Bill Murray, Eddie Vedder e Bonnie Hunt - durante la storica vittoria di Game Seven dei Cubs durante le World Series 2016. Cusack è apparso in diverse partite dei Chicago Bears e ha partecipato a molte partite della Stanley Cup Finals a sostegno dei Chicago Blackhawks.

Si è allenato nel kickboxing con l'ex campione del kickboxing mondiale Benny Urquidez per oltre due decenni. Ha iniziato ad allenarsi con Urquidez in preparazione del suo ruolo in Non per soldi... ma per amore (1989) e detiene il livello di cintura nera di livello sei nel sistema Ukidokan Kickboxing di Urquidez.[5] Con Urquidez ha poi pure recitato in un film, L'ultimo contratto, del 1997.

Nel marzo 2008, fuori dalla casa di Cusack a Malibù, in California, la polizia ha arrestato per stalking Emily Leatherman, una donna che aveva già ricevuto nel 2006 una diffida ad avvicinarsi all'attore. Il 10 ottobre 2008 la Leatherman ha dichiarato il Nolo contendere (una sorta di patteggiamento senza ammissione di colpa) venendo condannata a cinque anni di libertà vigilata, con consulenza psichiatrica obbligatoria, e le è stato ordinato di stare lontano da Cusack, dalla sua casa e dai suoi interessi per i successivi dieci anni.[6]

Cusack è scapolo ed è sempre stato molto riservato riguardo alla propria vita sentimentale. Quando nel 2009 gli è stato chiesto perché non si fosse mai sposato, ha risposto: "la società non mi dice cosa fare".[7]

Nel novembre 2017 si è iscritto ai Socialisti Democratici d'America.[8]

FilmografiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Filmografia di John Cusack.
 
John Cusack sul set de L'ultimo contratto (1997)

AttoreModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

CortometraggiModifica

DocumentariModifica

DoppiatoreModifica

SceneggiatoreModifica

ProduttoreModifica

Premi e RiconoscimentiModifica

Golden Globes, USA Golden Globe [Nominee] (2001) Best Performance by an Actor in a Motion Picture - Comedy or Musical High Fidelity (2000)

BAFTA Awards BAFTA Film Award [Nominee] (2001) Best Screenplay - Adapted High Fidelity (2000)

20/20 Awards Felix [Nominee] (2018) Best Original Screenplay Grosse Pointe Blank (1997) Felix [Nominee] (2010) Best Actor Say Anything... (1989)

Academy of Science Fiction, Fantasy & Horror Films, USA Saturn Award [Nominee] (2008) Best Actor 1408 (2007)

American Comedy Awards, USA American Comedy Award [Nominee] (2001) Funniest Actor in a Motion Picture (Leading Role) High Fidelity (2000)

Awards Circuit Community Awards ACCA [Nominee] (1999) Best Cast Ensemble Being John Malkovich (1999) ACCA [Nominee] (1994) Best Cast Ensemble Bullets Over Broadway (1994)

Blockbuster Entertainment Awards Blockbuster Entertainment Award [Winner] (1998) Favorite Supporting Actor - Action/Adventure Con Air (1997)

Canadian Screen Awards, CA Canadian Screen Award [Winner] (2015) Performance by an Actor in a Supporting Role Maps to the Stars (2014)

Chicago Film Critics Association Awards Commitment to Chicago Award [Winner] (2000)

CFCA Award [Winner] (1990) Most Promising Actor Say Anything... (1989) Chlotrudis Awards Chlotrudis Award [Nominee] (1998) Best Screenplay Grosse Pointe Blank (1997)

Empire Awards, UK Empire Award [Nominee] (2001) Best Actor High Fidelity (2000)

Film Independent Spirit Awards Independent Spirit Award [Nominee] (2000) Best Male Lead Being John Malkovich (1999)

Fright Meter Awards Fright Meter Award [Nominee] (2012) Best Actor The Raven (2012) Fright Meter Award [Winner] (2007) Best Actor 1408 (2007)

London Critics Circle Film Awards ALFS Award [Nominee] (2001) Actor of the Year Being John Malkovich (1999)

Online Film & Television Association OFTA Film Award [Nominee] (1998) Best Comedy/Musical Actor Grosse Pointe Blank (1997)

Satellite Awards Special Achievement Award [Winner] (1999) Outstanding Motion Picture Ensemble The Thin Red Line (1998)

Screen Actors Guild Awards Actor [Nominee] (2014) Outstanding Performance by a Cast in a Motion Picture The Butler (2013) Actor [Nominee] (2000) Outstanding Performance by a Cast in a Theatrical Motion Picture Being John Malkovich (1999)

Teen Choice Awards Teen Choice Award [Nominee] (2010) Choice Movie Actor: Sci-Fi 2012 (2009) Teen Choice Award [Nominee] (2000) Film - Choice Hissy Fit High Fidelity (2000)

USC Scripter Award USC Scripter Award [Nominee] (2001) High Fidelity (2000)

Walk of Fame Star on the Walk of Fame [Winner] (2012) Motion Picture On April 24, 2012. At 6644 Hollywood Blvd.

Writers Guild of America, USA WGA Award (Screen) [Nominee] (2001) Best Screenplay Based on Material Previously Produced or Published High Fidelity (2000)

Doppiatori italianiModifica

Nelle versioni in italiano dei suoi film, John Cusack è stato doppiato da:

  • Oreste Baldini in Rischiose abitudini, Con Air, Il prezzo della libertà, I perfetti innamorati, 1408, Grace is Gone, War, Inc. - La fabbrica della guerra, Martian Child - Un bambino da amare, 2012, The Raven, The Paperboy, Il cacciatore di donne, Codice fantasma, Maps to the Stars, Motel, Love & Mercy, The Prince - Tempo di uccidere, Reclaim - Prenditi ciò che è tuo, Cell, La battaglia degli imperi - Dragon Blade, Arsenal, Singularity - L'attacco dei robot, Blood Money - A qualsiasi costo
  • Gianluca Tusco in Ombre e nebbia, Su e giù per i Caraibi, L'ultimo contratto, Essere John Malkovich
  • Alessio Cigliano in Non per soldi... ma per amore, Un tuffo nel passato, Il ricatto
  • Massimo Rossi in Alta fedeltà, Partnerperfetto.com, The Butler - Un maggiordomo alla Casa Bianca
  • Francesco Prando in Il prezzo della giustizia, La giuria, The Contract
  • Tonino Accolla in Pallottole su Broadway, La sottile linea rossa
  • Vittorio De Angelis in Identità, The Ice Harvest
  • Gianni Bersanetti in Sapore di hamburger, Milionario per caso
  • Marco Guadagno ne Il viaggio di Natty Gann
  • Pino Insegno in City Hall
  • Riccardo Niseem Onorato in Falso tracciato
  • Marco Mete in Mezzanotte nel giardino del bene e del male
  • Massimiliano Manfredi in Serendipity - Quando l'amore è magia
  • Stefano Benassi in Morti di salute
  • Roberto Pedicini in Otto uomini fuori
  • Vittorio Guerrieri in The Factory - Lotta contro il tempo
  • Francesco Bulckaen in Sixteen Candles - Un compleanno da ricordare
  • Riccardo Rossi in Sacco a pelo a tre piazze
  • Fabio Boccanera in Una folle estate
  • Francesco Pezzulli in Bob Roberts
  • Teo Bellia in Serendipity - Quando l'amore è magia (ridoppiaggio)

Da doppiatore è sostituito da

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN85338940 · ISNI (EN0000 0001 2142 0651 · LCCN (ENn95111489 · GND (DE131817841 · BNF (FRcb139548308 (data) · BNE (ESXX1175769 (data) · NDL (ENJA00829862 · WorldCat Identities (ENlccn-n95111489