Apri il menu principale

John Field

compositore e pianista irlandese
John Field

John Field (Dublino, 26 luglio 1782Mosca, 23 gennaio 1837) è stato un compositore e pianista irlandese. È conosciuto soprattutto per aver inventato il genere pianistico romantico del "notturno", che ispirerà decine di compositori del romanticismo musicale fra cui Fryderyk Chopin.

Indice

BiografiaModifica

Nacque in una famiglia di artisti: il padre, Robert Field, era un pastore protestante e suonatore di violino mentre il nonno, a lui omonimo, si dilettò con il pianoforte ed insegnò questo strumento al giovane John. Questi continuerà nello studio dell'organo in seguito con Tommaso Giordani.

Nel 1792 la famiglia si trasferisce a Londra e Field diventa allievo del compositore Muzio Clementi (al quale in seguito dedicherà una sua prima raccolta di sonate): mentre si esibisce per lui riceve il commento positivo di Joseph Haydn. Nel 1801 Field segue Clementi nel suo tour a Vienna (dove studia per un periodo con Johann Georg Albrechtsberger) e Parigi per poi stabilirsi definitivamente in Russia, dove diventa popolarissimo nei salotti aristocratici di Mosca e San Pietroburgo (città questa in cui nel 1810 si sposerà con una francese).

Raggiunta una certa fama, inizia ad esibirsi per conto proprio e tiene dei trionfali concerti a Parigi, in Belgio, in Svizzera ed in Italia. Nel 1831 però soffrendo di cancro all'intestino, è costretto a ritornare a Londra: passa per la Francia, dove ha l'occasione di ascoltare alcuni lavori per pianoforte di Liszt e, dopo aver trascorso nove mesi in un ospedale di Napoli, riesce a tornare a Mosca grazie all'aiuto di una famiglia nobile che lo aiuta finanziariamente. Nei suoi ultimi 16 mesi di vita compone gli ultimi notturni ma non smette di esibirsi: la sua ultima esibizione è del 1836 insieme a Carl Czerny.

Tra le tante opere di John Field meritano di essere citati i 7 Concerti per pianoforte ed i numerosi pezzi da solista, alcuni dei quali sono raccolti sotto il nome di Notturni; primo esempio del genere verranno presi ad esempio da numerosi compositori a venire tra cui il già citato Chopin e soprattutto Michail Glinka.

ComposizioniModifica

  • Pianoforte e Orchestra
    • Concerto No. 1 in E-flat Major (1799)
    • Concerto No. 2 in A flat Major (Leipzig, 1816)
    • Concerto No. 3 in E-flat Major (Leipzig, 1816)
    • Concerto No. 4 in E-flat Major (St. Petersburg, 1814)
    • Concerto No. 5 in C major, l'Incendie par l'Orage. (St. Petersburg, 1817)
    • Concerto No. 6 in C major (1819, rev. 1820)
    • Concerto No. 7 in c minor (1822)
    • Fantasie sur un air favorit de mon ami NP. (Moscow, 1823)
    • Serenade (based on a variant of Nocturne No. 5) B flat (1810)
  • Musica da camera
    • Divertissement avec Quatuor. No. 1 E Major (Moscow, 1810)
    • Divertissement avec Quatuor. No. 2 A Major (Moscow, 1811)
    • Rondeau avec Quatuor in A-flat Major (St. Petersburg, 1812)
    • Nocturne No. 16 in F Major. Piano with string quartet (Paris, 1836)

Opere per pianoforte solo

  • Notturni
    • No.1 in E-flat Major (St. Petersburg, 1812)
    • Romance in C minor
    • No. 2 in C minor (Moscow, 1812)
    • No. 3 in A-flat Major (Moscow, 1812)
    • No. 4 in A Major (St. Petersburg, 1817)
    • Serenade in B-flat Major
    • No. 5 in B-flat Major (St. Petersburg, 1817)
    • No. 6 in F Major (two versions) (Moscow, 1817)
    • No. 7 in C Major (St. Petersburg, 1821)
    • No. 8 in A Major (St. Petersburg, 1821)
    • Pastoral in A Major (Vienna, 1816)
    • No. 9 in E-flat Major (Romance) (Leipzig, 1816)
    • No. 10 in E minor
    • No. 11 in E-flat Major (Berlin, 1833)
    • No. 12 in G Major (Paris, 1834)
    • No. 13 in D minor (Paris, 1834)
    • No. 14 in C Major (1835)
    • No. 15 in C Major (Paris, 1834)
    • No. 16 in F Major
    • Grande Pastorale (Nocturne no. 17 in Breitkopf & Härtel edition) (London, 1832)
    • Pastoral E Major
    • Nocturne in B-flat Major
    • The Troubadour
  • Sonate
    • No. 1 in E-flat. Op. 1 No.1 (London, 1801)
    • No. 2 in A. Op. 1 No.2 (London, 1801)
    • No. 3 in C minor. Op.1 No. 3 (London, 1801)
    • No. 4 in B (St. Petersburg, 1813)
  • Fantasie
    • Fantasie sur l'Andante de Martini. Op. 3. (St. Petersburg, 1811)
    • Nouvelle Fantasie sur le motif de la polonaise Ah quel dommage. G major (Leipzig, 1816)
    • Fantasie sur un air favorit de mon ami NP. A minor (1822)
    • Nouvelle Fantaisie. G major (Berlin & Paris, 1833)
  • Variazioni
    • Fal la la, the much admired air in The Cherokee, with variations A major (London, 1795)
    • Air avec variations, 'Since then I'm Doomed.' C major (London, 1800)
    • Air du bon roi Henri IV Varié. B flat (St. Petersburg, 1812)
    • Kamarinskaya, Air Russe Varié. B flat (Moscow, 1809)
    • Chanson Russe Varié. d minor (St. Petersburg, 1818)
    • Variations on a Russian National Song a minor
  • Rondò
    • The two Favourite Dances in Blackbeard, as a rondo (London, 1798)
    • 'Signora Del Caro '5 Hornpipe,' arranged as a rondo
    • Rondo on the air 'Logie of Buchan' (London, 1799)
    • 'Speed the Plough,' arranged as a rondo (London, 1799)
    • Introduction and rondo on Blewitt's Cavatina, 'Return, return.' E major. (London, 1832)
  • Studi
    • Exercice modulé dans tous les tons majeurs et mineurs
    • Exercice Nouveau. C major (St. Petersburg, 1821)
    • Nouvel Exercice (St. Petersburg, 1821)
    • Etude. A flat (St. Petersburg, 1822)
    • Etude C major (St. Petersburg, 1822)
    • Exercise for double thirds.
    • Dances
    • Six dances: G, A, A, F, Eb, Eb (Leipzig, 1820) Quatre Dances: Eb, D, C, D (Leipzig, 1825)
  • Opere singole
    • Marche Triomphale E-flat Trio A flat (St. Petersburg, 1812)
  • Duetti
    • Air Russe Varié a Quatre Mains. A minor (Moscow, 1808)
    • Andante à Quatre Mains. c minor (St. Petersburg, 1811)
    • La Danse des Ours E-flat (St. Petersburg, 1811)
    • Grande Walse à Quatre Mains. A (St. Petersburg, 1813)
    • Rondeau à Quatre Mains. G (Bonn & Cologne, 1819)
  • Canzoni
    • 'Levommi il mio pensiero' (Petrarca) B flat. Based on Nocturne No.1. (Naples, 1825)
    • 'La Melanconia' (words by Pindemonte) F. Based on Nocturne No. 5. (Naples, 1825)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN56796078 · ISNI (EN0000 0001 0904 5182 · LCCN (ENn50005195 · GND (DE118683578 · BNF (FRcb13893916d (data) · CERL cnp00584871