John Isaac Briquet

botanico svizzero

John Isaac Briquet (Ginevra, 13 marzo 1870Ginevra, 26 ottobre 1931) è stato un botanico svizzero, e direttore del Conservatoire Botanique a Ginevra[1][2][3].

John Isaac Briquet

BiografiaModifica

Ricevette la sua formazione nel campo delle scienze naturali a Ginevra e a Berlino,[4] studiò botanica con Simon Schwendener, Adolf Engler, Marc Thury, Johannes Müller Argoviensis, e Alphonse de Candolle.[1] Nel 1896 divenne curatore presso il Conservatoire Botanique, dopo che servì come direttore nel 1906-1931. Dal 1912 al 1921, fu presidente della Società Botanica svizzera.[4]

Tra il 1895 e il 1917, con Émile Burnat, partecipò a una serie di escursioni botaniche, in cammino verso la Corsica, Dalmazia, Alpi Marittime (Francia e Italia), Montenegro, ecc.[4]

Oltre al suo lavoro floristico, aveva un particolare interesse per il genere Galeopsis, e per la famiglia Lamiaceae (Labiatae).[1]

Opere principaliModifica

  • Flore des Alpes Maritimes, 7 volumes (con Émile Burnat and François Cavillier); 1892–1931.
  • Monographie du genre Galeopsis, 1893.
  • Études sur les Cytises des Alpes maritimes, 1894.
  • Biographies de botanistes suisses, 1906.
  • Prodrome de la flore Corse, comprenant les résultats botaniques de six voyages exécutés en Corse sour les auspices de M. Emile Burnat, 1910 (con René Verriet de Litardière).[5]

NoteModifica

  1. ^ a b c H. A. Gleason, Obituary, in Science, vol. 76, n. 1968, 1932, pp. 247–248, DOI:10.1126/science.76.1968.247, PMID 17731050.
  2. ^ Index of Botanists, su kiki.huh.harvard.edu, Harvard University Herbaria. URL consultato il 20 giugno 2008.
  3. ^ Briquet, John Isaac (1870–1931), su plants.jstor.org, Aluka. URL consultato il 20 giugno 2008.
  4. ^ a b c Historisches Lexikon der Schweiz (biography)
  5. ^ WorldCat Identities Most widely held works by John Briquet

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Briq. è l'abbreviazione standard utilizzata per le piante descritte da John Isaac Briquet.
Consulta l'elenco delle piante assegnate a questo autore dall'IPNI o la lista delle abbreviazioni degli autori botanici.
Controllo di autoritàVIAF (EN39468819 · ISNI (EN0000 0000 8374 2229 · LCCN (ENn91101177 · GND (DE116522259 · BNF (FRcb12427286b (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n91101177