Apri il menu principale
John Koenig
John Koenig.jpg
John Koenig interpretato da Martin Landau
UniversoSpazio 1999
1ª app. inSeparazione
Interpretato daMartin Landau
SpecieUmana
SessoMaschio

John Koenig è un personaggio immaginario della serie televisiva italo-inglese Spazio 1999, nella quale è il comandante della Base Lunare Alpha. Nelle due stagioni della serie è interpretato dall'attore Martin Landau.

Biografia del personaggioModifica

John Koenig nasce a Brooklyn, New York, il 17 Marzo 1957, ed ha quindi 42 anni quando assume il comando della Base Lunare Alpha. È il nono e ultimo comandante di Alpha, e mantiene tale ruolo in entrambe le stagioni della serie, fungendo da punto focale della maggior parte degli episodi.

Rimasto orfano durante l'adolescenza, figlio unico, non ha altri parenti stretti. Cresciuto durante i primordi dell'era spaziale e affascinato dalle missioni americane Mercury, Gemini e Apollo, si era prefisso l'obiettivo di unirsi alla NASA e al programma spaziale. Ha studiato astrofisica e ingegneria al MIT (Massachusetts Institute of Technology). All'università incontra il professore di astrofisica Victor Bergman a cui si lega di una stretta amicizia.

Nel programma di addestramento degli astronauti, era amico intimo dei compagni cadetti Sam e Tessa. Uno degli eventi significativi della sua vita è accaduto quando è stato assegnato ad una missione di rifornimento alla stazione spaziale Venus. Prima dell'attracco, l'astronave ricevette una diagnosi al computer che una malattia di origine sconosciuta era scoppiata sulla stazione. Quattordici uomini erano feriti e tre morti. L'ufficiale comandante di Koenig prese la decisione di abbandonare la struttura e il suo personale, poiché una malattia sconosciuta di origine aliena poteva decimare la razza umana se riportata sulla Terra. Questo evento ha inciso nella psiche di Koenig che un comandante era spesso chiamato a prendere le decisioni difficili, sacrificando alcuni a favore del bene superiore. Questo evento portava anche dolore personale, poiché i compagni cadetti Sam e Tessa, che presto si sarebbero sposati, erano stati impiegati in un'imbarcazione scout per incontrarsi con la stazione davanti alla nave di rifornimento. Anche loro furono lasciati a morire con gli altri. Koenig avrebbe portato con sé la colpa di quest'azione per anni fino a quando non fu costretto ad affrontarla dall'entità psichica-potenza-amplificatrice in "Il fattore lambda"".

Più tardi, Koenig si sarebbe sposato (una donna che più tardi avrebbe descritto come una donna molto simile a Helena Russell) e successivamente avrebbe perso sua moglie nella guerra globale del 1987. Questo sarebbe in conflitto con la Guida allo Scrittore della Serie Uno, che affermava che Koenig aveva sposato un artista, che dava al marito scienziato un apprezzamento per le arti creative. Il loro matrimonio si concluse con un divorzio infelice cinque anni dopo. Devastato dalla sua perdita, si sarebbe buttato nel suo lavoro e sarebbe diventato un astronauta di primo piano nella nuova Commissione Spaziale Mondiale. Lì, avrebbe incontrato il collega astronauta Tony Cellini ed entrambi sarebbero stati assegnati alla Sezione Ricognizione di Alpha. Questo periodo di servizio sarebbe stato interrotto dal disastro dell'Ultra Probe del 1996, quando Koenig fu rimproverato dal Commissario Dixon per il suo miope sostegno alle ovvie fantasie di Cellini e riassegnato a un lavoro di ufficio sulla Terra.

Durante la sua permanenza sulla Terra, Koenig si sarebbe coinvolto con l'ufficiale della Commissione Spaziale Diana Morris, un famigerato mangiatore di uomini, ma ha mantenuto il rapporto casuale. Più tardi avrebbe scherzato sul fatto che lei era la sua 'fidanzata d'infanzia' o che si erano conosciuti al gruppo di jazz-ballet al MIT.

Koenig ha una certa formazione nelle arti marziali. Dimostrare le sue abilità corpo a corpo in episodi come L'ultimo tramonto e il suo interesse per il kendō nell'episodio Il testamento di Arkadia.