Apri il menu principale

John Nettles

attore inglese
John Nettles

John Vivian Drummond Nettles (Saint Austell, 11 ottobre 1943) è un attore televisivo e teatrale inglese.

BiografiaModifica

Nettles è nato a St. Austell, in Cornovaglia, nel 1943. Fu adottato alla nascita dal falegname Eric Nettles e da sua moglie Elsie. Da giovane frequentò la St Austell Grammar School.

Ha studiato filosofia e storia all'Università di Southampton, dove si esibì la prima volta come attore, e dopo la laurea si unì al Royal Court Theatre, interpretando "Laertes to Tom Courtenay's Hamlet" nel 1969 all'University Theatre per la "69 Theatre Company" di Manchester.

Dal 1969 al 1970, è stato in repertorio al Teatro Northcott di Exeter, e in quell'ultimo anno ha avuto il suo primo ruolo sullo schermo nel film "One More Time". Dal 1970 (fino al 1972) interpretò il Dr. Ian Mackenzie nel dramma d'epoca "A Family at War".

In seguito ha avuto piccole parti in molti programmi televisivi tra cui "The Liver Birds" (1969-1979), "Dickens of London"(1976), "Robin of Sherwood", e un episodio di "Enemy at the Door", ambientato a Guernsey (una delle Isole del Canale della Manica) durante l'occupazione tedesca nella seconda guerra mondiale, attraverso le esperienze dei membri della famiglia Martel. In tale occasione interpretò un detective della polizia a cui fu ordinato di lavorare per i tedeschi, angosciato per il conflitto tra il suo dovere e la collaborazione con il nemico.

Dal 1976 al 1982 ha recitato in diverse commedie teatrali di Shakespeare, David Edgar, Edward Bond, James Robson, Howard Barker, Howard Brenton, John O'Keefe,Moss Hart e George S. Kaufman, Arthur Schnitzler per la Royal Shakespeare Company, e nel 1981 per la "Old Vic Company", "The Relapse", di Jean Racine.

Nel 1981, ha recitato nel ruolo che lo ha reso un nome familiare nel Regno Unito, quello di Jim Bergerac nel dramma poliziesco Bergerac, andando in onda per 87 episodi, fino al 1991. La serie fu un grande successo in Gran Bretagna, e fu esportata in molti paesi del mondo, tra cui Francia, Spagna e Grecia, guadagnandosi con una notevole base di fan, e una persistente popolarità soprattutto nel Jersey, dove le immagini di John Nettles sono ancora utilizzate per pubblicizzare attrazioni turistiche e altri servizi su l'isola, oltreché all'estero, Durante le riprese di Bergerac, girato sull'isola di Jersey, scrisse "Bergerac's Jersey" (1988), una guida di viaggio per le riprese luoghi della serie, e "A Personal View of the People and Places" (1992) sul paesaggio, la personalità e la storia dell'isola.

Nel 1987, interpretò Raoul (il quarto uomo) nella storia di Agatha Christie "Hour The Fourth Man".

Nel 1991 ha scritto il libro semi-autobiografico "Nudity in a Public Place: Confessions of a Mini Celebrity" sull'essere diventata una "riluttante heartthrob" per le spettatrici femminili di Bergerac. Questo è stato ristampato come versione Kindle su Amazon nel 2014, a seguito delle repliche di Bergerac su BBC2 come parte della loro "afternoon nostalgia collection".

Dal 1991 ha recitato per cinque stagioni con la "Royal Shakespeare Company", apparendo in "The Winter's Tale", "The Merry Wives of Windsor", "Julius Caesar", "Richard III" e "The Devil is an Ass". Le performances teatrali hanno conquistato il plauso della critica e molti lo considerano alla stregua di attori teatrali britannici come Patrick Stewart e Sir Ian McKellen.

Nel 1992, è apparso in un episodio di "Boon", e nel 1993 è apparso come Jim Bergerac nella commedia di polizia "The Detectives".

Nel 1993 ha recitato nella serie tv The Skipper.

Nel 1995, Nettles fu contattato da Brian True-May per interpretare Tom Barnaby in una nuova serie televisiva di misteri polizieschi che avrebbe prodotto, intitolata "Midsomer Murders". Questo fu il secondo ruolo importante della sua carriera, dove il suo personaggio è un detective televisivo senza uno dei soliti tic. È un uomo di famiglia felice, a cui capita di vivere nella parte più omicida di una campagna inglese altrimenti stereotipicamente idilliaca. La serie fu prodotta dal 1997 al 2011, per 81 episodi. All'annunzio della sua partenza dal ruolo che lo ha reso famoso, ha commentato: "È sempre saggio lasciare la gente che vuole di più, piuttosto che essere fischiata dal palco perché li hai annoiati".

Dal 1996 al 2008 è stata la voce narrante nella serie di documentari della "BBC Airport".

Nel 2003, ha interpretato "Barnaby" nell'episodio di "French & Saunders". È apparso in un episodio del 2001 di "Heartbeat". Nel 2007, ha recitato nella serie comica della "BBC Radio 4" "Will Smith Presents the Tao of Bergerac" insieme al comico Will Smith su un fan ossessivo della serie.

All'inizio del 2010, Nettles ha scritto, presentato e prodotto un documentario in tre parti "Channel Islands at War" in occasione del settantesimo anniversario dell'invasione tedesca, e della successiva occupazione delle Isole del Canale. Ha ricevuto lettere minacciose da alcuni residenti del Jersey, accusandolo di insinuare che gli isolani fossero collaboratori. Ha difeso il documentario dicendo: "Non c'è modo possibile che si possa evitare la collaborazione con la potenza occupante che aveva il potere sulla popolazione civile". Questo punto di vista è stato sostenuto sia dagli storici locali che dai membri della Società di occupazione delle Isole del Canale.

È stato nominato Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico (OBE) nel 2010. Il 21 settembre 2012 è stato insignito di un dottorato onorario dall'Università di Plymouth.

Nel 2012 Nettles ha scritto "Jewels and Jackboots" sull'occupazione tedesca delle Isole del Canale. Esaurito nel giro di poche settimane, è stato ripubblicato nel 2013 come un libro cartaceo e su Kindle. Il libro tocca questioni delicate come la collaborazione di singole autorità britanniche nelle Isole del Canale con i nazionalsocialisti tedeschi, soprattutto in relazione alla deportazione degli ebrei. Il libro è stato pubblicato in traduzione tedesca nel 2015.

Nel 2013, al compimento dei settant'anni, ha deciso di ritirarsi dalle scene, ma è tornato sui suoi passi per recitare nella serie tv Poldark.

Nel luglio 2014 è stato il Patrono del ben noto soccorso di cavalli del Devon e rehoming di beneficenza il "Mare & Foal Sanctuary", dove frequenta regolarmente eventi e aiuta a raccogliere fondi.

Nel 2016 e nel 2017, Nettles ha avuto un ruolo ricorrente come Ray Penvenen nella seconda e terza stagione del popolare dramma storico Poldark.

Vita privataModifica

Dal 1966 al 1979 è sposato con Joyce, da cui ha avuto una figlia, Emma, nata nel 1970, che in seguito si è trasferita nel Jersey insieme al padre. Dopo aver divorziato nel 1979, Joyce Nettles divenne in seguito direttore del casting in 23 episodi di "Midsomer Murders". Attualmente è sposato dal 1995 con Cathryn Sealey e vive con lei a Pyworthy, nel Devon.

Amante degli animali, la sua famiglia ha gatti, galline, un cane e un asino.

Attore teatraleModifica

  • (1967) "The Soldier's Fortune", di Thomas Otway, alla Royal Court Theatre in Londra, con Sheila Hancock, Charles Thomas, Elizabeth Bell, Arthur Lowe, Bridget Turner, Peter John e Bernard Gallagher. Regia: Peter Gill
  • (1976) "Troilus and Cressida", di William Shakespeare, alla Royal Shakespeare Company production al "the Royal Shakespeare Theatre" in Stratford-Upon-Avon, con Mike Gwilym, Francesca Annis, Robin Ellis, Michael Pennington, Nickolas Grace e David Waller. Regia: John Barton e Barry Kyle
  • (1977) "Destiny", di David Edgar per la "Royal Shakespeare Company production" all'Aldwych Theatre di London, con Ian McDiarmid, Michael Pennington, Greg Hicks, Bob Peck e Cherie Lunghi. Regia: Ron Daniels
  • (1977) "Troilus and Cressida", di William Shakespeare, per la "Royal Shakespeare Company production" all'Aldwych Theatre di Londra, con Mike Gwilym, Francesca Annis, David Waller, Barbara Leigh-Hunt, Ivan Beavis, Tony Church, Paul Shelley, Paul Moriarty, Hilton McRae, Michael Pennington, Richard Durden, Alfred Molina, Nickolas Grace e Carmen Du Sautoy. Regia: Barry Kyle
  • (1977) "The Bundle", di Edward Bond per la "Royal Shakespeare Company production" al "Royal Shakespeare Company Warehouse Theatre" di Londra, con Bob Peck, Patrick Stewart, Alfred Molina e Greg Hicks. Regia: Howard Davies
  • (1977) "Factory Birds", di James Robson per la "Royal Shakespeare Company production" al "Royal Shakespeare Company Warehouse Theatre" di Londra, con Roger Rees, Peter Woodward e Pippa Guard. Regia: Bill Alexander
  • (1977) "That Good Between Us", di Howard Barker per la "Royal Shakespeare Company production" al "Royal Shakespeare Company Warehouse Theatre" in Londra, con Ian McDiarmid, Patrick Stewart, Alfred Molina, Barbara Leigh-Hunt e Cherie Lunghi. Regia: Barry Kyle
  • (1979) "The Churchill Play", di Howard Brenton per la "Royal Shakespeare Company production" al "Royal Shakespeare Company Warehouse Theatre" di Londra, con Raymond Westwell, David Bradley e Hilton McRae. Regia: Barry Kyle
  • (1979) "The Merchant of Venice", di William Shakespeare, alla "Royal Shakespeare Company production" al "Royal Shakespeare Company Warehouse Theatre" di Londra, con Patrick Stewart, Lisa Harrow e Paul Whitworth. Regia: John Barton
  • (1979) "Wild Oats", di John O'Keefe per la "Royal Shakespeare Company production" all'Aldwych Theatre di London, con Alan Howard, Norman Rodway, Sinéad Cusack, Zoë Wanamaker, Ruby Wax, Malcolm Storry e Eve Pearce. Regia: Clifford Williams
  • (1979) "Once in a Lifetime", di Moss Hart e George S. Kaufman, per la "Royal Shakespeare Company production" all'Aldwych Theatre di Londra, con Richard Griffiths, Zoë Wanamaker, Peter McEnery, Juliet Stevenson, David Suchet e Ian Charleson. Regia: Trevor Nunn
  • (Marzo 1982) "La Ronde", di Arthur Schnitzler, per la "Royal Shakespeare Company production" all'Aldwych Theatre di Londra, con Richard Pasco, Barbara Leigh-Hunt e Susan Fleetwood. Regia: John Barton
  • (1981) "The Relapse", di Jean Racine, per la "Old Vic Company theatre production" in Londra, con Maureen O'Brien, Richard Kay (per Barry Woolgar), Jonathan Coy, Simon Butteriss, Celia Foxe e Stephanie Cole. Regia: Michael Simpson
  • (1993) "The Winter's Tale", di William Shakespeare per la "Royal Shakespeare Company production" al "Barbican Theatre" in Londra, con Samantha Bond, Benjamin Whitrow, Paul Jesson, Andrew Jarvis, Gemma Jones, Jeffery Dench, Graham Turner, Richard McCabe, Alan Cox e Phyllida Hancock. Regia: Adrian Noble
  • (1996) "Julius Caesar", di William Shakespeare, per la "Royal Shakespeare Company production" al "Barbican Theatre" in Londra, con Hugh Quarshie, Christopher Benjamin, Julian Glover, Tilly Blackwood, Susan Tracy, Simon Chadwick e Michael Gardiner. Regia: Peter Hall
  • (1996) "Richard III", di William Shakespeare, per la "Royal Shakespeare Company production" al "Barbican Theatre" in Londra, con David Troughton, Robin Nedwell, Michael Siberry, Susan Brown, Diana Coupland, Cherry Morris, Clifford Rose, Victor Spinetti, Simon Chadwick e Kevin McKidd. Regia: Steven Pimlott

Filmografia (Cinema, Film TV & Serie televisive)Modifica

Voce narranteModifica

Documentari TVModifica

DoppiaggioModifica

Altri lavoriModifica

  • (1996) Narratore (audio cassette) Point of Impact di John Nichol
  • (1996) Narratore (audio cassette) The Nation's Favourite Poems
  • (1998) Narratore (audio cassette) The Mayor of Casterbridge di Thomas Hardy
  • (1997) Narratore (audio cassette) Frenchman's Creek di Daphne Du Maurier .
  • (1997) Narratore (audio cassette) Robin Hood di Roger Lancelyn Green Published da Penguin
  • (1998) (Live Concert/radio) Midsummer Night's Music quale performer per la Royal Shakespeare Theatre a Stratford, leggendo dalle opere "Henry IV" ed altri lavori di Shakespeare, con Jacquelyne Fugelle in qualità di musicista (21/6/1998)
  • (1998) Narratore (audio cassette) Lie Down with Lions di Ken Follett
  • (1999) Narratore (audio cassette) Fatal Remedies di Donna Leon
  • (1999) Narratore (audio cassette) Encore Provence di Peter Mayle

LibriModifica

  • (1991) Nudity in a Public Place: Confessions of a Mini Celebrity (Robson Books)
  • (1992) ‘John Nettles’ Jersey: A Personal View of the People and Places (BBC Books, 1992)
  • (1998) ‘Bergerac’s Jersey. A travel guide to filming locations in the series (BBC Books)
  • (2012) ‘Jewels and Jackboots’ about the German occupation of the Channel Islands

Interviste ed articoliModifica

Interviste

  • Radio Times (GB) 13 gennaio 1990, Vol. 264, Iss. 3448, pg. 90, di: William Greaves, "My Kind Of Day"
  • Morgan, Clive (17 July 2009). "Interview: John Nettles on Midsomer Murders". The Telegraph. UK. Retrieved 21 February 2018.
  • TV Times (GB) 29 gennaio 29 2011, pg. 8 - 9, di: Vicki Power, "Goodbye Barnaby"

Durante un'intervista, a proposito della serie tv Midsomer Murders, ha affermato che trova Barnaby un po' noioso. Avrebbe voluto Barnaby avere un pò più di romanticismo, ma i produttori dicono di no. Ancora: "A volte contemplo nelle prime ore del mattino, l'orrore della vita sessuale di Barnaby. Nei libri Barnaby era sovrappeso e soffriva di indigestione, ma gli piaceva ancora il rimbalzo occasionale con la missonia. Vorrei il rimbalzo occasionale con la signora, ma non ci è permesso. E 'davvero un caso di non sesso, per favore, siamo inglesi.

Articoli

Copertine di riviste:

  • KRO magazine (NL), 20 gennaio 2007 Iss. 3

OnorificenzeModifica

RiconoscimentiModifica

  • (1982) Radio Actor of the Year
  • (1985) Personality of the Year (Variety Club of Great Britain’s BBC)
  • (2012) Laurea Honoris Causa da parte della Plymouth University

NoteModifica

  1. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 59446, 12 giugno 2010, p. 12.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN63728387 · ISNI (EN0000 0001 1492 7200 · LCCN (ENno2004099374 · GND (DE102082722X · BNF (FRcb15040520p (data) · WorldCat Identities (ENno2004-099374