Apri il menu principale
John Pendlebury nel 1934

John Devitt Stringfellow Pendlebury (Londra, 12 ottobre 1904Candia, 22 maggio 1941) è stato un archeologo britannico.

BiografiaModifica

Studiò all'Università di Cambridge e poi alla British School di Atene nel 1927. Nel 1928, partecipò alla spedizione archeologica in Macedonia ed eseguì degli scavi a Creta. Durante la missione di esplorazione in Egitto per conto dell'Egypt Exploration Society a Ermonti e Tell el-Amarna (1929), divenne direttore del cantiere a Tell el-Amarna, nel 1930, dove diresse gli scavi fino al 1936, conciliando il suo incarico di conservatore dell'area archeologica di Cnosso con le sue ricerche a Creta. Portò alla luce il centro della città e ricostruì il progetto del tempio di Aton e del palazzo principale. Giunse a mettere in evidenza le relazioni tra l’antico Egitto ed i paesi del mar Egeo comparando gli oggetti egiziani trovati in Grecia.

Dal 1936 al 1939, fece degli scavi ad Oropedio Lasithiou e quindi riprese le ricerche iniziate da Arthur Evans a Cnosso. Percorrendo a piedi tutta l'isola di Creta, realizzò una precisa mappa dell'isola e scrisse Introduction to the Archaeology of Crete, considerata oggi come una fonte di riferimento[1].

Ufficiale della riserva, all'inizio della seconda guerra mondiale, e promosso capitano nel 1940, venne nominato vice console britannico a Candia e ufficiale di collegamento presso le truppe greche. Gravemente ferito nel corso della battaglia di Creta ad opera dell'esercito tedesco, fu fatto prigioniero e venne fucilato al rifiuto di consegnare ai tedeschi la zona britannica dell'isola.

OpereModifica

  • Aegyptiaca. A Catalogue of Egyptian objects in the Aegean area, 1930
  • Archaeologica quaedam, 1932
  • A handbook to the palace of Minos at Knossos with Its Dependencies, 1933
  • A Guide to the Stratigraphical Museum in the Palace at Knossos, 1933
  • Tell el-Amarna, 1935
  • An Introduction to the Archaeology of Crete, 1939

NoteModifica

  1. ^ Vedere Eve Gran-Aymerich, Les chercheurs de passé, op.cit in bibliografia, p. 1044

BibliografiaModifica

  • John Pendlebury in Crete, Cambridge University Press, 1948
  • Imogen Grundon, The Rash Adventurer: The Life of John Pendlebury, 2001
  • Ève Gran-Aymerich, Les chercheurs de passé, Éditions du CRS, 2007, pp. 1043-1044

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN49311454 · ISNI (EN0000 0001 1026 442X · LCCN (ENn85252624 · GND (DE133499367 · BNF (FRcb124094728 (data) · WorldCat Identities (ENn85-252624
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie