Apri il menu principale

Johnny English colpisce ancora

film del 2018 diretto da David Kerr
Johnny English colpisce ancora
Johnny English colpisce ancora (2018) - Rowan Atkinson, Ben Miller.png
Una scena del film
Titolo originaleJohnny English Strikes Again
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Regno Unito, Francia
Anno2018
Durata89 min
Rapporto2,39:1
Genereazione, commedia, avventura, spionaggio
RegiaDavid Kerr
SceneggiaturaWilliam Davies
ProduttoreTim Bevan, Chris Clark, Eric Fellner
Produttore esecutivoLiza Chasin, William Davies
Casa di produzioneStudioCanal, Working Title Films
Distribuzione in italianoUniversal Pictures
FotografiaFlorian Hoffmeister
MontaggioTony Cranstoun, Mark Everson
Effetti specialiRichard Van Den Bergh
MusicheHoward Goodall
ScenografiaSimon Bowles
CostumiAnnie Hardinge
TruccoGabor Kerekes
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Johnny English colpisce ancora (Johnny English Strikes Again) è un film del 2018 diretto da David Kerr.

La pellicola è il terzo capitolo della serie comica di Johnny English, agente speciale dell'MI7 interpretato da Rowan Atkinson,[1] iniziata col film Johnny English (2003) e proseguita con Johnny English - La rinascita (2011).

TramaModifica

L'MI7 è stato preso di mira da un massiccio attacco informatico dal sud della Francia, esponendo le identità di tutti i suoi attuali agenti sul campo. Di conseguenza, l'MI7 è costretto a ripristinare i vecchi agenti inattivi al fine di rintracciare i colpevoli dietro l'attacco. Tra gli agenti reintegrati c'è Johnny English, che da allora si è ritirato dal servizio segreto e lavora come insegnante di geografia; ma viene dimostrato che trascorre la maggior parte del tempo invece a formare i suoi giovani studenti nelle oscure arti dello spionaggio. Durante l'accoglienza del MI7, English inabilita accidentalmente tutti gli altri agenti in pensione che sono stati riportati in servizio, lasciandolo solo ad affrontare la missione.

Insiste quindi ad essere aiutato dal suo vecchio assistente, Bough, che è ancora un impiegato del MI7. English e Bough riprendono le loro attrezzature e per rimanere invisibili al cyber-aggressore, abbandonano i loro telefoni cellulari e scelgono una vecchia Aston Martin come mezzo di trasporto per la loro missione nel sud della Francia. Arrivano all'Hotel Magnifique di Antibes, il luogo da cui potrebbe venire l'attacco informatico. Travestiti da camerieri, riescono a rubare un telefono cellulare con una fotografia del loro prossimo obiettivo, un avanzato yacht chiamato Dot Calm. Mentre prepara i gamberi al flambé, English dà fuoco al ristorante dell'hotel e la coppia scappa prima che possano essere catturati.

Individuano lo yacht in un vicino porto turistico e fanno un tentativo di sgattaiolare a bordo durante la notte. Sono catturati da un agente russo a bordo chiamato Ophelia Bhuletova, ma fuggono dalla stanza in cui sono detenuti e, uscendo, scoprono una vasta gamma di server informatici all'interno dello yacht. Tornati a riva, decidono di inseguire Ophelia. Quando alla fine la vedono lasciare lo yacht, seguono la sua auto lungo le strade tortuose della Francia meridionale. Durante l'inseguimento, la loro Aston Martin esaurisce il carburante mentre Ophelia si lancia nella sua auto elettrica. Tuttavia, Ophelia ritorna e lei e English concordano un incontro all'Hotel de Paris a Cagnes-sur-Mer. Più tardi quella sera, mentre Johnny incontra Ophelia al bar dell'hotel, Bough scopre prove che suggeriscono che potrebbe essere una spia.

English, ora infatuato di Ofelia, rifiuta categoricamente l'ipotesi di Bough. Più tardi quella notte, vede Ophelia che riceve ordini dai suoi superiori di eliminare English, ma non riesce a farlo, dopo che l'inglese cambia accidentalmente sonniferi e consuma invece quelli che lo rendono iperattivo. Nel frattempo, si mostra che il Primo Ministro è in un incontro con il miliardario della Silicon Valley, Jason Volta. Un'ulteriore serie di attacchi informatici costringe il Primo Ministro, il governo del Regno Unito e Volta a consolidare un accordo da rivelare durante una prossima riunione del G12. English e Bough tornano a casa e dopo aver appreso che Volta è il proprietario del Dot Calm e della mente di cyber attacco, English ha il compito di completare una simulazione di realtà virtuale, in cui esplora la dimora del miliardario. Tuttavia, non riesce a sbloccare il tappetino per rimanere nella stanza e, inavvertitamente, finisce per ferire le persone in una libreria, in un caffè e su un autobus turistico.

Alla ricerca di prove più convincenti, il MI7 organizza che English e Bough si infiltrino nella dimora di Volta. Una volta al palazzo, Johnny registra le prove dei piani malvagi di Volta con un telefono cellulare, ma viene catturato insieme a Ophelia, rivelatasi una spia. Riesce a fuggire e dirotta la macchina di un istruttore di guida e respinge l'inseguimento di Volta per tornare in salvo all' MI7. Tuttavia, prende accidentalmente il telefono cellulare sbagliato mentre lascia la macchina e non riesce a convincere Pegasus e il Primo Ministro dei piani di Volta.

Il Primo Ministro, dopo aver sentito parlare del ristorante e degli incidenti di realtà virtuale, ne ha avuto abbastanza di English. Lo licenzia e decide di procedere con l'incontro del G12 in Scozia. Bough convince l'inglese a continuare e fermare Volta senza il supporto dell'MI7. Richiedono l'assistenza della moglie di Bough, Lydia, il capitano di un sottomarino della Marina HMS Vengeance e arrivano sul luogo dell'incontro, il castello di Garroch di Loch Nevis, in Scozia. Nella torre del castello, Ophelia tenta di uccidere Volta, ma Volta rivela che ha conosciuto la sua vera identità di spia sin dall'inizio, motivo per cui si è immunizzato al veleno che tiene sul suo anello e ha rimosso il percussore dalla sua pistola di servizio in modo che non possa più sparare.

Fortunatamente, English si arrampica sulla torre usando una tuta e riesce a intervenire prima che Volta possa uccidere Ofelia, ma viene espulso a causa di una cinghia intrappolata in una finestra. Ophelia approfitta del caos per fuggire.Volta ora si unisce al Primo Ministro e agli altri leader nazionali del G12 per l'incontro. Johnny cerca di fermare Volta ma senza successo. Volta rivela quindi il suo vero piano di estorsione ai leader delle nazioni del G12 per il controllo sui dati dei loro paesi. English decide di chiamare Pegasus per chiedere aiuto, ma dimentica un avvertimento dato da Lydia riguardo all'uso di un telefono cellulare vicino al sottomarino.

Il segretario di Pegasus posiziona involontariamente due telefoni uno accanto all'altro: quelllo di English, l'altro da Lydia che sta chiamando per confermare un codice di lancio che l'inglese ha inavvertitamente digitato utilizzando il telefono. Dà l'ordine di attaccare e Lydia dà l'ordine di lanciare un missile balistico sul Dot Calm, distruggendo lo yacht e quindi il server da cui viene indirizzato l'attacco di conseguenza. English, Bough e Ophelia inseguono Volta, mentre si dirige verso il suo elicottero per scappare e reindirizzare l'attacco al suo server del Nevada.

Ophelia dà a English un tablet per poter disabilitare l'elicottero Aerospatiale Gazelle 314B di Volta. Dopo che Volta prende in giro Johnny per non essere in grado di usare la tecnologia digitale, English lancia il tablet alla testa di Volta, lo spegne e schiaccia il telefono di Volta per fermare l'attacco. Volta e i suoi uomini vengono arrestati e il Primo Ministro elogia English per il suo coraggio e riceve molta pubblicità dopo essersi accidentalmente spogliato davanti alla stampa e ai leader del G12. Ritorna a scuola, dove trova i suoi studenti che gli danno un benvenuto da eroe al suo ritorno. Il film termina quando vediamo il preside che sta per mangiare una delle gelatine esplosive dell'MI7, con grande orrore di English.

ProduzioneModifica

Nel maggio 2017 è stato annunciato che Rowan Atkinson sarebbe tornato a interpretare Johnny English per il terzo film del serie, diretto da David Kerr.

Il budget del film è stato di 25 000 000 $.[2]

CameoModifica

Nel film appaiono in un cameo Charles Dance, Michael Gambon ed Edward Fox, rispettivamente nei panni degli agenti Five, Seven e Nine.

RipreseModifica

Le riprese del film sono iniziate il 3 agosto 2017.

PromozioneModifica

Il primo teaser trailer del film viene diffuso il 4 aprile 2018,[1] seguito il giorno seguente dal trailer esteso.[3] Il 28 agosto è uscito il secondo trailer in lingua originale,[4] mentre quello Italiano è stato diffuso il 3 settembre.

DistribuzioneModifica

Il film, inizialmente previsto per il 26 settembre 2018 nelle sale statunitensi, è stato distribuito dalla Universal Pictures nelle sale cinematografiche del Regno Unito dal 5 ottobre 2018,[4] in Italia dall'11 ottobre,[3] e negli Stati Uniti dal 26 ottobre.[2]

AccoglienzaModifica

IncassiModifica

Il film ha incassato circa 158 970 776 $ in tutto il mondo.[2]

CriticaModifica

Sull'agregatore Rotten Tomatoes il film riceve il 37% delle recensioni professionali positive con un voto medio di 4,77 su 10 basato su 105 critiche,[5] mentre su Metacritic ottiene un punteggio di 39 su 100 basato su 22 recensioni.[6]

NoteModifica

  1. ^ a b   (EN) Johnny English Strikes Again - Teaser Trailer Tomorrow, su YouTube, Universal Pictures, 4 aprile 2018.
  2. ^ a b c (EN) Johnny English colpisce ancora, su Box Office Mojo. URL consultato l'11 gennaio 2019.  
  3. ^ a b   Johnny English colpisce ancora - Trailer italiano ufficiale, su YouTube, Universal Pictures International Italy, 5 aprile 2018.
  4. ^ a b   (EN) Johnny English Strikes Again - Official Trailer 2 (Universal Pictures), su YouTube, Universal Pictures UK, 28 agosto 2018.
  5. ^ (EN) Johnny English colpisce ancora, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato il 24 agosto 2019.  
  6. ^ (EN) Johnny English colpisce ancora, su Metacritic, CBS Interactive Inc.. URL consultato il 5 gennaio 2019.  

Collegamenti esterniModifica